L'Unità e i giornalisti

E’ di una settimana fa soltanto la notizia che commento nel post precedente su questo blog: la prof che fa scrivere “deficiente” a un alunno e si becca una condanna. Qualche giorno dopo la storia del sapone in bocca a due alunni e infine la preside con lo spray urticante. Alla prima ho commentato, alla seconda ho sospettato, alla terza ho avuto la prova.
Iniziava a insospettirmi la frequenza di queste notizie: a distanza di un giorno l’una dall’altra. Sono incidenti che possono accadere in ogni ambito professionale. Anzi nella scuola si verificano in percentuali ben minori. Per cui, leggerne tre a distanza di pochi giorni…
Infine , oggi, la dichiarazione del nostro “premier esemplare”.
[...] Adesso l’attacco più insidioso: quello di lanciare a ritmo preoccupante notizie terrorizzanti di figli terrorizzati (ancorchè maleducati in partenza).

Stupisce molto questo post pubblicato su L’Unità. Il succo è: i giornalisti sono al servizio di Berlusconi. Diffondono notizie sensazionalizzandole ad hoc per preparare il terreno alle sue sparate in difesa della scuola privata.

Certo, ci sono giornali e giornalisti che lavorano per lui, o che gli credono anche. Liberi di farlo, peraltro.

Ma chi è che crea queste notizie solo per difenderlo? Chi sono questi terribili giornalisti che diffondono solo le notizie a lui convenienti, manipolando di fatto la stampa? Usando i media in modo non etico? Quanti sono, uno, due, mille? E dove scrivono? Non è un po’ generica questa accusa?

Lui attacca la scuola pubblica e chi ci lavora, ma L’Unità attacca i giornalisti italiani. E’ sicuro questo giornale che tutti si lascino manipolare o comprare da lui?



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.