Tag Archives: wikipedia

Apple batte Microsoft e si avvia al trilione

Apple e WindowsPer la prima volta Apple batte Microsoft. Infatti la Microsoft ha annunciato che il profitto netto per i mesi di gennaio-marzo 2011 è stato di 5,23 miliardi di dollari, cioè 760 milioni di dollari meno della Apple.

continua


Wikipedia strumento nobile

WikipediaUn ragazzo mi porta una ricerca assegnata come test a metà corso accademico – con tanto di programma dettagliato, libri consigliati e articoli distribuiti in aula.

Gli faccio “ma lei ha fatto il copia-incolla preciso preciso da una pagina di Wikipedia” e lui “ma è un’enciclopedia!

E poi Luca De Biase parla della poca efficacia educativa dello strumento della ricerca fatta col copia incolla.

L'FBI si scomoda per Wikimedia

FBIIl New York Times rivela che l’FBI ha scritto a Wikimedia (Wikipedia, Wictionary and so on) perché rimuova l’immagine del suo famoso sigillo dagli articoli correlati. E se non lo fa l’FBI intraprenderà un’azione legale.

A parte che l’FBI dovrebbe preoccuparsi di ben altre cose, ma sarebbe carino se un dato giorno tutti i blog usassero il logo dell’FBI.

Che potrebbe succedere, farebbero causa a tutti?

Chris Anderson copia Free: The Future of a Radical Price da Wikipedia?

FreeNon è ancora uscito e già è famoso. Waldo Jaquith accusa Chris Anderson di aver copiato interi, lunghi passaggi verbatim, incluso citazioni ed errori, nel suo ultimo libro Free: The Future of a Radical Price (Hyperion, $26.99).

La fonte preferita sarebbe Wikipedia.

Anderson è il famoso autore di The Long Tail [La coda lunga] (2006) ed è il direttore editoriale di Wired magazine. La data ufficiale di uscita del libro è il 7 luglio.

Come verificare l'affidabilità di Wikipedia e delle fonti Web

WikipediaHo detto più volte che Wikipedia non è del tutto attendibile e non va presa per oro colato, specie se si usa per uno studio o una ricerca approfondita e specie in alcuni rami dello scibile, come le discipline orientali o la filosofia.

Il professore Vincent K. Pollard, dell’Università delle Hawai’i a Manoa, ha scritto queste 13 domande (e ce le ha proposte) perché i suoi allievi verifichino se Wikipedia, o un altro sito Web, sia attendibile, e in che misura, partendo dal presupposto che la credibilità sia alla base del principio di autorità.

Mi pare che questa verifica possa essere aplicata anche ai blog, specie quelli tecnici e scientifici, tantopiù che qualche volta non sono che un rimasticaticcio di cose già pubblicate, magari oltreoceano.

Enjoy!

Al Gore e Current vanno a caccia di blogger e di reporter

Al GoreCome sospettavo per il mio invito personale ma un po’ tardivo, anche Panorama ha scoperto che Al Gore è a caccia di giornalisti per il lancio di Current TV.

L’Ambra Jovinelli, ex teatro piccante (e anche porno) che neanche Pasolini disdegnava (anche se su Wikipedia lo hanno assai nobilitato), è grandino…

La prima mazzata italiana a Wikipedia

Il sindaco di Firenze, Leonardo Domenici, querela Wikipedia. Con buoni motivi. Al sito infatti è stato messo il lucchetto. E queste sono le discussioni di Wikipedia sulla voce.

Wikipedia non è nuova ai pettegolezzi o le bufale. Come ho scritto più volte, senza controllo sulla qualità tutti si possono mettere al computer e diffamare un personaggio, oppure scrivere nella voce notizie da basso gossip, per niente rilevanti o pertinenti con l’opera e i fatti (che è lo scopo di Wikipedia, scrivere le opere e i fatti, non la vita privata).

Il peggio è che nella cache di Google, anche quando le voci sono modificate, per un certo tempo rimangono.

E’ vero, ci dovrebbe essere un controllo ma spesso non c’è e spesso, fra tanto marasma di informazioni, qualcosa, in buona fede, sfugge. Conosco alcuni di quelli che se ne occupano sia qui sia in USA e, a parte che delle voci si rifanno a testate giornalistiche di parte con notizie “prefabbricate” o manipolate (oddio, esiste anche questo?), spesso è solo disorganizzazione o incapacità di seguire tutte le voci.

Questo conferma quello che ho detto più volte dell’inaffidabilità culturale di Wikipedia, pur restando ferma la validità del progetto collaborativo e lo scardinamento dello strapotere delle grandi, costosissime enciclopedie.

Della vicenda ne ha parlato anche lui.

Sui rifiuti

San GennaroPenso che sulla questione rifiuti in Campania più che De Gennaro ci voglia San Gennaro. E’ stato l’unico pensiero che ho avuto stamattina, ascoltando la radio.

Sui rifiuti voglio offrire, di buon auspicio, una poesia del mio poeta preferito, Kostantinos Kavafis, sperando che la questione si risolga al meglio per tutti, specie a Napoli, Caserta e via dicendo. Quello che sta succedendo è uno scandalo internazionale e una bruttura, un’ingiustizia verso la gente che si somma alle tante del nostro paese. Kavafis era un vecchio porco mezzo greco che non si faceva scrupolo di essere pedofilo e razzista, ma scriveva magnificamente e aveva il cervello fino:

Il gran rifiuto

Arriva per taluni un giorno, un’ora
in cui devono dire il grande Sì
o il grande No. Subito appare chi
ha pronto il Sì: lo dice e sale ancora

nella propria certezza e nella stima.
Chi negò non si pente. Ancora No,
se richiesto, direbbe. Eppure il No,
il giusto No, per sempre lo rovina.

Parlando di rifiuti, penso a un rifiuto di ieri sera:

continua


Blog e cultura: Wikipedia è cultura?

Questa è una riposta alla chiosa di Luca De Biase al post “Blog e cultura”, che già ho scritto in parte nel suo blog. Infatti, partendo da un commento che gli è stato fatto, De Biase ha affermato che una rivoluzione culturale necessaria e attuabile dovrebbe partire da uno sforzo collettivo verso un interesse comune e che Wikipedia rappresenterebbe questo “sforzo collettivo verso un interesse comune”.

Io sempre avuto delle riserve verso Wikipedia (anche se ci hanno citato): non nel metodo, che è buono e giusto, ma nel risultato, cioè nei contenuti.

Ho già scritto il 22 dicembre 2005 quando negli ambienti scientifici di lingua inglese c’era stato un vivace dibattito sulla attendibilità di Wikipedia da quando il Dr. T. L. Simmons (New Zealand) aveva scritto di aver corretto un articolo di storia inglese su Wikipedia usando fonti come i grandi studiosi Mark Bloch, Norman Cantor e Joseph Strayer per controbattere alcune argomentazioni su di una voce sull’invasione di Guglielmo il Bastardo, ma gli amendamenti gli erano stati cancellati da un anonimo assai ignorante che “rappresentava il punto di vista di qualche oscuro apologeta pro-Sassone”. Ma quell’anonimo di storia inglese non ne sapeva niente. E concludevo, dopo aver raccontato le mie esperienze, che non solo Wikipedia dice cose spesso superficiali, perché spesso le voci sono scritte dai non addetti ai lavori, ma sbagliate.

continua


Un tongba per le elezioni in Nepal

tongbaDato che la ricetta del tè tibetano in onore del Dalai Lama non a tutti è piaciuta (però a molti, ne sono certa), provo con quest’altra ricetta.

Questo è un liquore tradizionale del Nepal che si chiama tongba. Si beve principalmente sulle zone montagnose, ma anche in altre regioni. E’ la bevanda dell’etnia chiamata limbu, ed è per loro come per noi il vino o la vodka per i russi. Lo ammetto, è tipica delle popolazioni tibetane del Nepal, buddhiste, è fortissima ed è adatta ai palati più sofisticati. Quindi, se siete degli zoticoni, evitatela con cura (come ho fatto io).

Ricetta tradizionale: il tongba si ottiene versando l’acqua bollente in un’anforetta di ottone, riempita a metà di miglio e con l’aggiunta di lievito. Poi si avvolge l’anfora con panni o coperte, si mette in un posto caldo e ci si scorda di lei per circa due settimane: il liquido fermentato è il tongba.

continua


Avanti