Tag Archives: Viaggi e città

Niente aiuti, uomo bianco!

young monkSi potrebbe intitolare così la missione umanitaria di un gruppo di amanti dell’Oriente che si chiama Himalayan Aid. Ne ho letto su un giovane blog, che ho conosciuto da poco ma che amo molto, Thais blog. Un blog di un amante dell’Oriente: certo, non disinteressato perché il blogger è un mercante d’arte, ma prima di tutto lo dice chiaro e forte, e poi so per esperienza che spesso sono proprio i mercanti che l’Asia la conoscono e la capiscono di più.

Spesso l’avvicinano per curiosità e per guadagno ma poi finiscono per innamorarsene profondamente, proprio come lui

continua


Di cani, di umani e altri animali

Charlie Manas the BeautifulFinalmente un atto di civiltà e di buon senso. Trenitalia, che aveva deciso che nei vagoni non si potessero portare i cani di peso superiore ai 6 chili, si è ricreduta. L’ordinanza è stata sospesa stamattina.

La grande questione era nata per il problema delle pulci e delle zecche nei vagoni, tornato alla ribalta dopo l’ultimo caso, segnalato il 17 settembre da una viaggiatrice.

Ora, io ho fatto per 10 anni su e giù per mezza Italia, per andare e tornare dall’università partendo da Milano, e veramente ho trovato molte persone più sporche della mia cana bianca. In compenso i vagoni sono puliti dal personale addetto in modo così superficiale che chiamarle pulizie è davvero uno scandalo. Svuotano i cestini, danno una spazzata in mezzo (ma solo alla prima corsa della stazione di partenza), nel corridoio, e via, tutto al volo.

Trenitalia dice di ricevere reclami dai clienti sulla presenza dei cani nei treni. Le mie cane neanche si sentono, nessuno si è mai accorto della loro presenza nel vagone e sono più pulite dei jeans di molti viaggiatori.

In compenso nei vagoni (sia di prima classe sia di seconda) non si può studiare, scrivere o anche solo riposare perché tutti hanno il cellulare che squilla di continuo con la suoneria al massimo, quando l’ho detto al controllore di solito mi ha risposto che l’altoparlante già avverte tutti, o che dipende dalla buona educazione. E no, mio caro, ci sono delle regole? Falle rispettare!

I bagni, poi, sono un attentato alla salute pubblica, e lì le mie cane non sono mai entrate, lo giuro.

Davvero Trenitalia si preoccupa della “sicurezza, salubrità e igiene dei vagoni” a causa dei cani, come asserisce, o semplicemente se la prende con la presenza dei nostri amati fratelli per non assumersi la responsabilità del disservizio causato principalmente dai suoi dipendenti? Che non puliscono, non controllano, non segnalano i disservizi.

Effetto Berlusconi: un viaggio a Cuba senza muovermi da Milano

Militari a MilanoWow! Prima sono andata ai Giardini della Guastalla e mi sembrava di essere a Cuba.

Una stupenda jeep con due militari armati di mitra stazionava davanti al Tempio ebraico e gli ho fatto una foto.

Altro che Milano! Se il proposito era quello di farci provare l’ebbrezza di un viaggio in un paese sudamericano nel bel mezzo di una rivolta o un rastrellamento, che so, il Cavaliere ci è riuscito benissimo. Così sto a casa, non spendo soldi e fatica per un viaggio massacrante e non rischio ma godo lo stesso.

Grazie Berlusconi che militarizzi le nostre città!

Un Guru un po' speciale

guru's collection

…arredi per la casa, e poi aerei, elicotteri, barche, auto di lusso e viaggi in luoghi esotici. [...] Cambi e famiglia, secondo la Guardia di finanza di Bologna, erano arrivati a spendere due milioni per orologi di marca, 15 per serate di gala in discoteca o in locali alla moda, altri due per noleggiare Ferrari, Bentley o Porsche. In tutto 32 milioni, a cui ne vanno aggiunti altri 22 come compensi per consulenze che Cambi si faceva pagare dalla sua stessa azienda.

Così il Corriere della Sera sull’arresto di Matteo Cambi, il guru di Guru, che piace alla gente che piace. E continua oggi:

Matteo si compra un appartamento di 600 metri quadrati a Palazzo Carmi, un edificio del ’700 nel cuore di Parma, e ci mette dentro una beauty farm adornata di opere in bronzo raffiguranti il Buddha, decine di luci Swarovski che riproducono la costellazione dei Pesci, il suo segno zodiacale, un toro d’acciaio da un paio di quintali scolpito da Arturo Di Modica, l’autore del toro di bronzo da quattro tonnellate che sta davanti all’ingresso di Wall Street.

Questo simpatico re del kitsch, che avrà preso sì e no il diploma, ha fatto le cose un po’ troppo in grande. Dicono che il suo stile di vita abbia rotto le scatole a qualcuno, che si è detto “io ho studiato e ho lavorato tutta le vita onestamente e non ho una lira in tasca, lui nella sua ignoranza in pochi anni vive da nababbo: c’è qualcosa che non va” e ha chiamato la Guardia di Finanza.

Secondo me, questo è uno dei pochi casi in cui l’invidia non è una brutta cosa.

Quello mi stupisce sono io. Forse sono assolutamente out of fashion perché questa è la collezione Guru con la famosa margherita stampata su tutto. Ho visto una maglietta come quella in foto al mercato di viale Papiniano qui a Milano e non l’ho neanche comprata. Detto fra noi, mi sembrava la pubblicità dell’omonima carta igienica con la margherita.

Tante cose belle: di BlogBabel e di me che sono tornata da Lhasa

Buddha E va bene, questo già lo sapevo. Il 18 riapre BlogBabel con tutte le funzionalità nuove che ci saranno e sorpasserà di tre spanne tutti quanti.

Ne dico solo una: per ogni blog ci sarà il nome e il numero dei link in entrata e in uscita. Così si noteranno tante cose, movimenti, simpatie, leccate di piedi, gente che linka solo gli amichetti, ecc. Certo che il link è libero: Dio l’ha dato e guai chi ce lo tocca. Ma, che dire? Io mi diverto.

Sarà che sono appena tornata da Lhasa (anzi, dall’ultimo viaggio in Tibet) e ho solo due spedizioni in Nepal, la corrispondenza privata di Andreotti e poi ho finito! Sono proprio felice.

Bush purtroppo ci lascia

Bush ha detto che questo è il suo ultimo viaggio in Europa. Non è che poi torna ancora sotto qualche veste a combinare danni in Medio Oriente, magari come Kissinger o come Clinton che girano come delle trottole, vero?
Ci possiamo contare?

Non prenderò più l'aereo

airplaneLeggevo poco prima che a Beirut, prima di salire sull’aereo, una passeggera di cittadinanza sia francese sia libanese ha avvertito una hostess che il suo ex fidanzato le aveva mandato un sms augurandole buon viaggio. E subito è scattato l’allarme bomba.

Ma allora, con tutti gli auguri di Buona Pasqua che ho ricevuto, anche da vari blogger, io non dovrei mai più prendere aereo, taxi, treno, nave e auto a noleggio! E io che li credevo sinceri..:)

Un'idea per Natale: India e Bhutan spa

Ananda spaUn mio amico sanscritista mi ha detto che la sua amica di Dharamsala, in India (dove vive il Dalai Lama), che lavora in un’agenzia di viaggi, ha già molte richieste per dei preventivi per Natale in tutte le migliori strutture spa, i famosi centri benessere. Si trovano nei parchi nazionali dell’India e nel Bhutan. In questo paese ce ne sono ben 5: per un piccolo regno di meno di 650.000 abitanti non è male.

Vi dò qualche idea se volete fare una capatina per le sante festività. Per esempio, potete andare all’Ananda spa dell’Himalaya, vicino alla valle di Rishikesh. Potete avere un trattamento spa personalizzato, giocare a golf (6 buche) nella foresta all’interno delle terre del Maharaja o, se siete davvero spirituali, assistere alle lezioni di Veda e Vedanta senza le quali “ si è vittimizzati dallo stress e dalle impurità“.

I trattamenti sono yoga o ayurveda (secondo la medicina vedica tradizionale) e la cucina è rigorosamente spa. Se volete copiare una delle loro ricette fate pure. Sopra c’è la foto di un loro piatto, il Pickled brown rice & vegetable sushi. A me pare una porzione piccolina, però è spa.

E ora un’occhiatina ai prezzi
. Si va dai più economici — una stanza singola a 1330 USD per tre notti (quasi 440 dollari a notte) e 1775 USD per una stanza doppia — a quelli più sostenuti,

continua


Chi torna sabato in auto dal RomagnaCamp?

romagnacampIo sabato 8 andrei al RomagnaCamp. Se qualcuno parte in auto da Milano o, meglio, se ritorna in auto sabato notte da Ravenna possiamo fare il viaggio insieme e condividere le spese. Ne sarei molto contenta (non di condividere le spese, che capite, di fare il viaggio insieme:)).

Mi telefonate/scrivete? enrica[at]asiatica.org

P.s. Sono bravina a calcetto, difensore. Se mi volete arruolare..

Lezioni di volo (in India)

Indian space woman (c) CNN.comPunteggio da 1@ –>5@ = @@@@

Stanotte siamo andati a vedere il famoso film Lezioni di volo, di Francesca Archibugi. All’Anteo, un cinema strano con l’entrata da una parte sbarrata, quella vera dall’altra, con all’interno una piccola libreria aperta fino alle 10 o più. E’ gestito da quattro signore di età diversa e gentilezza molto variabile ma un unico comune denominatore: sono molto alternative. La sala anche era molto alternativa e le poltrone favorivano una grande intimità, comode, con un sacco di spazio avanti, messe a paio e senza bracciuolo in mezzo.

Non mi sono addormentata, a tratti mi sono quasi divertita. Era un film tenero, con bei colori, i colori veri dell’India ma un po’ ritoccati, più brillanti (quando mai il deserto è così brillante?), con protagonisti veri. Un film che fa sorridere.

continua


Avanti

Indietro