Tag Archives: user generated content

Al Gore e Current vanno a caccia di blogger e di reporter

Al GoreCome sospettavo per il mio invito personale ma un po’ tardivo, anche Panorama ha scoperto che Al Gore è a caccia di giornalisti per il lancio di Current TV.

L’Ambra Jovinelli, ex teatro piccante (e anche porno) che neanche Pasolini disdegnava (anche se su Wikipedia lo hanno assai nobilitato), è grandino…

Ancora la pubblicità di Sky

EnricaNon solo ogni giorno e più volte al giorno, in un orario che preferibilmente va dalle 7 alle 7:45 di sera, quando di solito la gente torna a casa e ha le difese più allentate perché è stanca e stufa, ricevo delle telefonate che pubblicizzano questo o quel servizio di Sky, ma ieri pomeriggio ho ricevuto un invito dal “team di Sky” che mi annuncia che in occasione del lancio ecc.

Al Gore incontrerà a Roma blogger e internauti.
Il tema dell’incontro, organizzato da Sky, sarà l’esempio di Current e “La nuova comunicazione ha bisogno di te!”.

Io ne deduco che cercano di catturarmi perché ancora il teatro non è pieno, voi che pensate?

Al Gore superstar, blogstar e blogosfera

Enrica GarzilliMi ha abbastanza stupito tutta la polemica sugli inviti (che in realtà non lo sono, a meno che non mi sfugga qualcosa) di Marco Montemagno per l’evento che si terrà a Roma per lanciare CurrentItalia. Ma che cos’è? Trascrivo dal sito:

Siamo un canale satellitare e via cavo internazionale studiato per dare a Voi, il pubblico, la possibilità di creare e controllare i programmi mandati in onda in televisione. Siamo partiti nel 2005 negli Stati Uniti… e approderemo in Italia ad aprile su SKY.

Ovvio quindi che Marco faccia pubblicità all’evento, visto che è un giornalista di Sky. Come ospite d’onore Al Gore, premio Nobel per la pace 2007 per il suo impegno in difesa dell’ambiente. Ma attenzione: non si può chiedergli di questo o dei problemi legati, per esempio, allo sviluppo (in)sostenibile delle telecomunicazioni, ma le domande verteranno solo su Current:

L’argomento è il lancio di Current e tutti i temi che Current si porta dietro (nuova tv, produzione dal basso, videomaking, nuove frontiere della comunicazione…).

Il clamore in realtà è venuto, secondo il mio parere, perché delle persone si sentono ingiustamente escluse dai famosi 30 blogger che Marco ha invitato, incaricandoli di invitare altri blogger (“ognuno dei prescelti ha 20 codici invito a testa per i propri lettori”) e di dare visibilità all’evento. E i famosi 30 sono stati qualificati nel blog di Marco come VIP: quindi, tutti gli altri sono plebaglia.

continua


Capire bene Web 2.0 e User generated content

moneyPer certe cose va ancora bene: e-governance ed e-government, per esempio. Lo dicevo nel 2006 in “Web 2.0 in South Asia Liberalized Economy: Benefits and Perils in the Interplay between State and Citizens” e lo ribadisco ora. Infatti molti esempi di partecipazione dei cittadini online lo dimostrano, anche se non in modo così eclatante come si era pensato.

Ma rispetto alle aziende, ai media e a un bel po’ di scrittori tecnologici, Web 2.0 e User generated content funziona così: noi utenti diamo le idee, i contenuti, i pareri e le discussioni, spesso anche i dati, condividiamo progetti e partecipiamo in modo costruttivo, e loro ci fanno i soldi.