Tag Archives: sonia gandhi

India, nella scuola di Tagore bere sale e urina cura l'enuresi: parola di guru

Vi ricordate della scuola e l’università di Shantiniketan vicino Calcutta del Nobel Tagore, di cui ha parlato anche Amartya Sen – e di Tucci che nel 1925-26 ha insegnato nella sua università, Vishvabharati? La famosa istituzione si è resa protagonista di una vicenda che ha sollevato le proteste dei gruppi di diritti umani e da mesi sta schierando i politici, a cominciare dal Primo ministro dell’India Manmohan Singh, attori e religiosi. Con tanto di causa legale.

continua


India, Sonia Gandhi esce sconfitta dalle mini elezioni - e l'Italia conta sempre meno

Enrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano sulle mini elezioni indiane, quelle che hanno visto impegnati i cinque stati dell’Uttar Pradesh, il Panjab, l’Uttarakhand, Manipur e Goa. Il maggiore partito di governo dell’India, il partito del Congresso, è stato pesantemente sconfitto nelle elezioni dell’Assemblea legislativa. Il risultato elettorale mette a dura prova la futura candidatura di Rahul Gandhi, figlio di Sonia, alla guida del Paese. Pesante sconfitta soprattutto nell’Uttar Pradesh, popolosissimo Stato e tradizionale roccaforte della dinastia Gandhi.

continua


India, Sonia Gandhi si rifiuta di pubblicare le denunce dei redditi in nome della privacy

Enrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano su Sonia Gandhi, leader del Partito del Congresso e presidente dell’Alleanza Progressista Unita, la coalizione di centrosinistra attualmente al potere, e il suo rifiuto a pubblicare le denunce dei redditi in nome della privacy. E’ accusata da anni di aver accumulato ingente ricchezze in banche svizzere. E proprio nel mezzo della campagna elettorale.

continua


Con la Ferrari a Tuscan City, sorseggiando un buon vino: l'India ha fame di lusso

Tuscan CitySecondo le previsioni dell’International Monetary Fund, confermate dalla Reserve Bank of India, il PIL dell’India si attesta al +8.4% nell’anno fiscale 2010-11 e aumenterà al 8.5% nel prossimo. L’India, quindi, cresce.

Con la crescita economica cresce una classe medio-alta che vuole circondarsi di cose belle come quelle che fino ad ora erano alla portata solo dei divi di Bollywood e dei politici (che, non si sa perché, in tutto il mondo sono ricchi). Un gruppo di persone che può spendere e vuole stare bene.

Qual’è la capitale del bello e del design internazionale? L’Italia. L’India poi ha relazioni ottime col nostro paese sin dai tempi di Mussolini, e gli indiani ci amano da molto prima che comparisse all’orizzonte Sonia Gandhi. Non poteva mancare quindi l’esportazione o la joint venture di tre prodotti tipici italiani, per cui siamo famosi in tutto il mondo: la Ferrari, i vini e la casa in Toscana.

continua


L'importanza di essere parziali

E’ molto preoccupato perché è sia un prete sia uno straniero. E’ molto depresso. [...] “E’ davvero difficile per lui. – Gebbia ha detto ad AKI – Ne è stato fatto un capro espiatorio.” [...] E’ il primo prete a essere arrestato in Italia da quando il Vaticano ha pubblicato le nuove direttive che dicono che i preti sospettati di molestare in bambini devono essere denunciati alla polizia. (The Times of India)

Un prete di 40 anni, missionario indiano, e’ stato arrestato ieri sera dai carabinieri [...] Monsignor Seccia [...] si e’ detto pronto ad incontrare i famigliari della bambina molestata. “Desiderio dell’incontro non e’ per insabbiare, dimenticare. Anzi, siamo stati i primi a continuare ad insistere perche’ questa cosa venisse a galla e venisse risolta secondo la legge della Chiesa e della legge civile perche’ siamo in uno stato di diritto dove le leggi vanno osservate”. (AGI news on)

La notizia del prete arrestato per aver molestato una bambina in due versioni.

continua


India, gli dei di Bollywood diventano blogger

AmitabhQuesta è stata una rivelazione che mi ha sopraffatto!!
Innanzi tutto vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato a mettere su questa struttura a bigdadda.com, e complimentarmi per il loro lavoro efficiente e impegnato.

Nell’insieme sembra una nuova vita!

Così racconta il primo giorno come blogger uno dei primi post di BigBlog, della stella di Bollywood Amitabh Bachchan, detto anche BB. E’ il primo blog aperto da uno degli attori indiani più famosi, idolatrato dalla gente dal 1969, che è anche un ottimo cantante. Sapete che i film indiani sono lunghissimi e sono tutti dei musical con canti e danze. Amitabh era amico niente di meno che di Rajiv Gandhi, il settimo primo ministro dell’India assassinato nel 1991 e marito di Sonia Gandhi, l’attuale segretario generale del Partito del Congresso, e per un periodo è stato anche in politica.

Il blog è un diario di sentimenti e ricordi con solo un po’ di pubblicità, racconti di interviste per esempio, e al contrario di qualche italica stellina lui si impegna a rispondere ai commenti. Forse ha uno staff di gente che scrive per lui, ma mostra una sensibilità per le opinioni della gente che mi sembra fuori dal comune, a parte quella pelosa dei politici-blogger.

Amitabh poi è una star da decenni e che racconti qualcosa di personale, senza strafare e rovesciare addosso alla gente intimità di cui non importa a nessuno, specie se sono finte, mi sembra davvero carino.

Fondamentalismo induista in India e decadenza morale in Italia

HanumanLunedì scorso circa cento attivisti dell’ Akhil Bharatiya Vidyarthi Parishad , cioè il Concilio di tutti gli studenti indiani, un’organizzazione fondamentalista che si rifà al RSS (l’ala più estremista dei nazionalisti induisti), ha vandalizzato il Dipartimento di storia della mia amata università di Delhi e ha maltrattato il capo di dipartimento, Saiyid Zaheer Hussain Jafri.

L’hanno fatto dopo aver chiamato i giornalisti, in modo da trasformare un atto vandalico e scientificamente stupido in un atto ideologico. Se i media e i politici si interessano a un fatto, anche se illegale, questo assurge subito non solo agli onori della cronoca, ma alla legittimazione popolare, un po’ come è successo per il delitto di Cogne. Se i media si interessano a un fenomeno o a un personaggio, questo diventa da mascalzone a importante — e si sa che se un mascalzone è importante, come qualche politico nostrano, comunque lo si ascolta.

Il motivo dell’attacco è che il professore Jafri, che è chiaramente di origine musulmana, stava per iniziare un corso in cui si insegna che vi sono diverse versioni del poema epico in sanscrito Ramayana, considerato sacro dagli induisti perché narra la storia del dio Rama e di Sita, sua moglie, che viene rapita dal demone Ravana, portata a Lanka e salvata dal popolo delle scimmie volanti con alla testa il dio Hanuman (nell’immagine sopra).

Una delle letture consigliate del corso era Three Hundred Ramayanas: Five Examples and Three Thoughts on Translation di A. K. Ramanjuan, che mette in dubbio l’unicità delle versioni del Ramayana e ne sminuirebbe la sacralità.

La notizia mi ha profondamente colpito perché ho fatto ricerca in quella università, ero la prima donna occidentale che lavorava a pieno titolo al dipartimento di sanscrito grazie a un accordo internazionale di scambio fra studiosi, stipendio (in rupie!) e tutto, e sono stata trattata molto bene, assolutamente alla pari con le tante altre ricercatrici e professoresse che c’erano o addirittura meglio perché io ero straniera e tante cose — usanze abitudini e problemi — pensavano che non le conoscessi (il che era vero).

continua


Il mio intervento al giornale di Rai1: plagio, inganno o qui pro quo?

Stamattina il mio intervento sul giornale di Rai1 delle 8 e delle 8:40, sia per radio che in televisione, non è andato in onda. E non c’è online, forse lo metteranno dopo. Ho appena telefonato a Vincenzo Mungo, caposervizio alla redazione esteri del Giornale Radio Rai, perché ieri il giornalista che mi ha intervistato verso le 10 di sera si è presentato come tale, parlando alla velocità della luce. Non c’era. Il suo numero ovviamente è pubblico e si trova sulle Paginebianche.
Il suo nome e la sua qualifica ieri al telefono me li sono far dovuti far ripetere 3 volte e li ho messi per iscritto, tanto parlava veloce.

continua


Se domani siete svegli.. (Pratibha Patil, Sonia Gandhi ecc.)

IndiaAlle 8 e alle 8:40 ascoltate il Giornale radio su RAi1. Oppure ascoltatelo qui. Enrica Garzilli parlerà del Presidente dell’India Pratibha Patil, gli scandali che la coinvolgono e la sua amicizia con Sonia Gandhi, Presidente del Partito del Congresso.
(foto)