Tag Archives: sogno

Cabin Porn per sognare in solitario (o in coppia)

Girando per il Web, in tutte altre faccende affaccendata, sono capitata per caso in un Tumblr che in realtà è un nuovo social network molto carino, adattissimo alle anime solitarie, Cabin Porn. E mi ci sono fermata per un po’, visto che lavoro moltissime ore al giorno e ho bisogno di un momento di vero relax.

continua


Tutto per una giacca Napapijri

Stamattina verso le 10 sono passata davanti al negozio di Coin, in piazza Tricolore qui a Milano. Macchine ferme ovunque, traffico bloccato, vigili urbani concitati al lavoro.

Poi ho visto.

continua


Yaowawit per essere felici

bambini thailandesiSapete cos’è Yaowawit, in Thailandia? No? Bene, neanche io. Sono andata a vedere, è un collegio per bambini poveri.

Tedd Miller, vicepresidente esecutivo dell’area Asia-Pacifico della Sony Pictures Television, il 5 giugno partirà per un viaggio in bici.

continua


William e Kate, l'invito a nozze ritirato

William e KateLa politica si fa da sempre anche con le nozze. Per esempio quelle di domani del principe William e Kate Middleton. Dopo l’escalation della repressione in Siria, e le molte proteste in Gran Bretagna da parte di manifestanti per la democrazia, l’invito dell’ambasciatore siriano Dr Sami Khiyami è stato ritirato.

continua


Più che il santo conta il gossip

Sembra infatti che gli alberghi e i BB prenotati dal Vaticano per affittarli ai fedeli che arriveranno per la beatificazione di Giovanni Paolo II, che si terrrà il 1° maggio, siano mezzi vuoti.

continua


Immigrazione, prima le sigarette ora gli uomini

clandestiniParlando di immigrazione. Dopo tanto tempo ieri ho rivisto dei conoscenti torinesi che possedevano un magnifico campeggio su una costa ancora incontaminata della Calabria. Lo hanno ceduto quando hanno dovuto fare una scelta: o il campeggio rimaneva per giorni e giorni senza acqua, e questo ovviamente non era possibile, o accettavano il continuo aumento del pizzo chiesto dai maggiorenti locali. E non ci rientravano neanche più con le spese, lasciamo perdere il guadagno.

continua


Torino, una metro per cinque metri

La prima fermata della Metro dalla stazione Porta Nuova di Torino è al famoso bar Platti. Encomiabile, visto che è uno dei migliori bar d’Italia, paragonabile al Rosati di Roma (almeno fino a 15 anni fa), ma un po’ inutile, visto che a occhio e croce saranno 500 metri a piedi.

Vittorio Pasteris
ci dice che il servizio Metro in città è ancora più inutile di quello che si pensi, visto che non al momento non funziona:

La Metro di Torino si sta portando avanti nei lavori per raggiungere il Lingotto a partire dall’inizio del 2010. Per fare questo dal giorno 11 giugno al giorno 11 luglio 2010 sono state programmate delle limitazioni del servizio per gli oramai molti utilizzatori della Metro. Sul sito GTT esiste un riassunto delle diverse modalità dei servizi ridotti.

La situazione della prima settimana, anche per il continuo maltempo, è stata a dir poco apocalittica.

continua


Noi biodiversi e le elezioni

albero solitarioIl guardiaparchi era troppo zelante. Anziché limitarsi a punire chi gettava le cartacce, indagava davvero sugli abusi ambientali nel parco del Ticino. Dando fastidio anche a imprenditori amici di qualche dirigente del consorzio che gestisce la riserva naturale. Risultato: il guardiaparchi lì non ci lavora più (La Repubblica).

Tonnellate di petrolio sul Lambro. Scempio del Parco delle Cave da appena insediata la signora Moratti (di cui ho parlato più volte). E ora lo scandalo del parco del Ticino, per cui ci sono nove indagati fra cui Milena Bertani, presidente del Consiglio d´amministrazione, presidente di Federparchi Lombardia, ex assessore al Bilancio della regione, coinvolta in una vicenda di appalti sospetti, assolta e indicata da Formigoni come una vittima del sistema giudiziario. Da notare che Formigoni qualche giorno fa ha negato che ci sia un legame fra inquinamento e insorgenza di malattie.

Mi sembra che in Lombardia a livello di difesa dell’ambiente e corruzione le cose vadano decisamente male. Mi basta guardare fuori delle finestre per vedere gru e cantieri, tetti alzati di piani e palazzi storici sfondati, altro che 2010 anno della biodiversità, con un incremento esponenziale da quando è stata eletta la signora Moratti.

continua


Internet, la carta e la memoria

Perchè una vecchia pagina su internet ci pare vecchissima, anche se è solo di due o tre anni fa? perchè è difficie avere dei ricordi legati all’internet, o quantomeno è molto più difficile al confronto di letture cartacee?

Io credo proprio che la problematica sia fisica, materiale

l’inconsistenza materiale ci fa apparire le parole scritte su un monitor meno preziose; un foglio di carta, un appunto scritto sul retro d’un biglietto appuntamento del callista, quando li ritrovi, hanno un che di cimelio, quindi “rivivono”, un pò come la minestra liofilizzata cui rimetti l’acqua; è strano, abbiamo ancora bisogno di “cose”, il nostro cervello non è abituato a queste realtà immateriali; la vecchia pergamena del diploma di maturità, ti ricorda la scuola, potresti avere 100 giga di pdf, non te ne frega niente.
(da Diego)

Quando si impara a essere davvero uomini

Uomini nel senso più alto del termine, ché di diventare un uomo non ci penso nemmeno. Uomini come nella magica Blowin’ in the Wind di Dylan.

Ecco, non bisogna mai rimandare di dire quanto si ama, quanto si ha bisogno di qualcuno, quanto ci prende e ci commuove e ci fa arrabbiare stargli vicino, perché si potrebbe non avere più il tempo di dirlo.
Da un post bellissimo di Marco Mazzei.

Avanti