Tag Archives: Politica

Quel bonzo di Calderoli

CalderoliSono assolutamente d’accordo con la reintroduzione dell’ICI. Ieri il vice-presidente del Senato Calderoli ha dichiarato:

Piuttosto che reintrodurre l’Ici mi brucio davanti al Quirinale!

Che dire? Per il suo bene pagherei volentieri quei 200 o 300 euro all’anno.

Tanto a morire, come insegna il Buddhismo, è solo il corpo, e non è che il ministro di corpo sia un bijoux eh!

Ma così gli liberiamo l’anima e ci liberiamo di lui. Come si dice, due piccioni con una fava.

Ottimo giornalismo: The New York Times e la violenza in India

GandhiUn esempio di ottimo giornalismo, l’articolo del NYT Violence in India Is Fueled by Religious and Economic Divide sulla violenza scoppiata in Orissa i giorni scorsi, scritto da due corrispondenti dall’India, Hari Kumar da Tiangia e Heather Timmons da New Delhi.

I giornalisti commentano i fatti verificando e chiedendo alle fonti senza lanciarsi in presentazioni ideologiche, come troppo spesso succede in Italia, dove i fatti sono distorti ad hoc. Chi studia professionalmente l’India queste cose le conosce già ma dubito che la massa degli utenti le conosca.

L’articolo mette in luce che, paradossalmente, la causa della violenza sono i servizi offerti dai missionari cristiani alle classi più disagiate, incluso i Dalit, quelli che un tempo erano chiamati intoccabili o pariah e che Gandhi chiamò Harijan, figli di Dio, e di cui già nell’ottobre 2006 facevo notare la conversione di massa.

Le tensioni fra induisti, musulmani e cristiani sono sempre state presenti, ma con i cristiani sono aumentate proprio per il decollo dell’economia.

Il governo infatti è troppo spesso assente e i missionari offrono un buon servizio scolastico che include l’insegnamento dell’inglese, essenziale per chiunque ambisca a un lavoro nel business o nell’IT.

Le vecchie leggi anticonversione rendono illegale l’uso della forza, le lusinghe o i benefici per indurre la gente a convertirsi al cristianesimo. Gli attivisti induisti affermano che i cristiani spesso hanno infranto la legge ma i cristiani dicono che le conversioni sono volontarie.

Il punto che si deduce è che non è assolutamente la paura dell’illegalità che monta gli animi degli induisti più radicali ma la loro paura che i cristiani, grazie a un’educazione scolastica più adeguata, siano avvantaggiati nel trovare un buon lavoro.

Ancora una volta, bravo NYT! L’argomento è molto sensibile e poteva essere politicamente difficile, specie sotto elezioni, ma l’ha trattato in grande stile.

La fede di Berlusconi: Santa Rosa, tu mi capisci, aiutami tu!

BerlusconiNon ci credevo ma Berlusconi ha partecipato davvero alla processione in onore di Santa Rosa, a Viterbo.

Ha dichiarato che ci è andato perché mantiene sempre le promesse.

In realtà io so perché: Santa Rosa è la patrona della città, dei fiorai e delle ragazze!

Sta a vedere che è stata Lei l’ha aiutato per alcune ministre al governo (voglio dire, è classe 1936, non è più un pischello di primo pelo).

Non è che Berlusconi si prepara anzitempo a un nuovo mandato e alla Santa ha chiesto una sfilata di potenziali belle ministre fresche fresche?

Gli affari di Berlusconi

BerlusconiIl recente patto fra Italia e Libia ha incluso anche la clausola che l’Italia non sarà più la base per un attacco da parte dei paesi della NATO, come successe nel 1986 con gli USA, e che i due paesi non si attaccheranno mai più a vicenda.

Faccetta nera, bell’abissina
Aspetta e spera che già l’ora si avvicina!
quando saremo insieme a te,
noi ti daremo un’altra legge e un altro Re.

Vi ricordate? Io sì, da bambina avevo un vecchio 78 giri del fascismo.
In cambio alla rinuncia da qui all’eternità di ripartire con un’altra campagna d’Africa (quella di Mussolini non fu la prima) e al pagamento di 5 miliardi di euro per il colonialismo italiano, i privilegi negli investimenti nel petrolio e nel gas.

Beh, devo dire che Berlusconi gli affari li sa fare.

Immigrazione: due proposte per snellire l'Amministrazione e incentivare l'economia

gerarchiPronto, vorrei denunciare uno alto circa 1.80, nero, belloccio: mi sembra clandestino. No, il nome non lo so, se è clandestino!

Ho appena sentito alla radio che non so quale comune, mi pare quello di Cantù, ha istituito un numero verde per denunciare in modo anonimo gli immigrati clandestini.

Sapevo che a livello sperimentale in un paio di comuni c’era già, ma non funzionava bene.

Vorrei consigliare ai nostri politici e amministratori: bisognerebbe diffondere a livello nazionale, in modo capillare, degli opuscoletti sull’OVRA, la polizia politica segreta di Mussolini. Funzionava benissimo anche senza telefono e computer.

Si potrebbe anche rimettere su una squadretta di intellettuali ben preparati a istruire il popolo. Si combatterebbe anche la fuga dei cervelli.

Berlusconi perde il pelo

wolfSolidarietà col Vaticano, solidarietà con la parte opposta. Ma perché la solidarietà di Berlusconi a Prodi sulle intercettazioni mi sembra tanto pelosa?

Gran signore Prodi, che ora che non ha più bisogno del consenso gliela nega. Un atto coraggioso e, soprattutto, fatto al tempo giusto.

Cattivo giornalismo (le foto farlocche di Repubblica) e cattiva politica estera

orissa riotsCome dicevo ieri, l’India sta reagendo all’azione diplomatica del nostro ministro degli Esteri Frattini, che ha convocato per domani l’Ambasciatore dell’India per conferire alle violenze sui cristiani in Orissa.

Questo è un articolo intitolato The Christian conspiracy to destabilize India. Assurdo, ma riflette benissimo il sentimento anti-cristiano, che in India non è nuovo ma si è intensificato negli ultimi anni, particolarmente in Orissa. Aspetto con ansia le reazioni di domani del governo indiano e quelle dei media e segnalo il post di un giornalista che da anni svolge un eccellente lavoro dall’India, Indonapoletano.

E viene riproposto da Repubblica in prima pagina l’articoletto di ieri, con foto farlocche, sullo schiavismo di un italiano verso sei indiani.

E così abbiamo unito una cattiva politica estera verso l’India a un cattivo giornalismo. Good job guys!

MediaCamp al BlogFest del 12, 13, 14 settembre 2008 - Riva del Garda

Rodi enricaTornata tornata! Vi sono mancata almeno un pochino?:)
A dire la verità sono tornata domenica notte ma sono così busy, con il libro in consegna, che non ho scritto né letto. E quello che ho fatto a Rodi si vede: il niente. Anche le foto le ho scattate quasi tutte da stesa (sono un po’ pigra..).

So vagamente che la Terza guerra mondiale non è scoppiata, Berlusconi scoppia di salute (lo sento ogni giorno alla radio) e la questione dell’Alitalia mi è parsa subito assurda, con la cifra degli esuberi che varia di migliaia a seconda di chi la presenta, se Berlusconi o Di Pietro. Ma i numeri non sono sempre gli stessi e non opinabili?

Per farmi perdonare del silenzio vi informo della BlogFest 2008, appuntamento immancabile del 12-14 settembre, organizzata dal vulcanico Neri.

News fresca fresca: domenica 14, nell’ambito della Blogfest, probabilmente si terrà il MediaCamp, proposto dall’instancabile Pasteris. Sarà un BarCamp dedicato alle discussioni sullo stato dei media e sono certa che interesserà molti giornalisti. Ovviamente ho aderito immediatamente e mi sono diciamo candidata a dare una mano (Vittorio fai il bravino eh…).

Peccato che non sia riuscita ancora a segnarmi al Wiki. Vediamo se ci riuscite voi!

Allora ci vediamo tutti alla Blogfest e al MediaCamp il prossimo 12-14 settembre.

Ferragosto in bici ma senza baci

kiss in waterPasserò il mio ferragosto a casa, cane piante e tutto, finirò l’articolo di approfondimento sulla Cina e i Giochi olimpici e cucinerò, ma leggero perché altrimenti mi addormento. Fortuna che qui a Milano il cielo è coperto e l’aria meno afosa del solito, se si mantiene così il pomeriggio tardi farò il primo (e forse unico) giro in bici dell’anno.

Ecco il mio menu leggero di Ferragosto:

crostini al tartufo
una grande teglia di pomodori al gratin
zucchine e melanzane ripiene
patate al forno
formaggi a pasta molle
gelati (ho un meraviglioso sorbetto bio al limone e i classici gelati al biscotto)
bibita al limone fatta in casa

E voi cari, di là, che farete? Se siete in quel di Eboli badate a non baciarvi ché prendete una multa. Se invece siete affascinati dalla professione di reporter in aree di crisi, e vi piace rischiare il rapimento o la morte violenta (perché lo dovete mettere in conto), questo concorso fa per voi: approfittate dei giorni di festa per partecipare.

Un Buon Ferragosto a tutti!

Gli errori del Corriere: il miracolo di Berlusconi, ripulire dai rifiuti e "tartassare gli immigranti"

BerlusconiNewsweek sembra elogiare i primi 100 giorni di Berlusconi, dicendo che ha compiuto l’impossibile, cioè “fino a un punto che non ha precedenti nella storia dell’Italia moderna, ha ristabilito il controllo su quella che sembra una nazione ingovernabile“.

Articolo articolo articolo e, alla fine, il giornalista Jacopo Barigazzi dà il tocco finale, che stranamente non è stato riportato dal Corriere, benché abbia citato abbondantemente l’articolo:

Agli italiani ora piace, ma quello che realmente vogliono è la stabilità economica. Ripulire dai rifiuti e tartassare gli immigranti non sarà abbastanza.

Perché le parole “tartassare gli immigranti” (il corsivo è mio) non sono state riportate dal Corrriere? A leggere l’articolo del Newsweek sembra che sia completamente elogiativo, mentre harassing immigrants, come è scritto nell’originale, è molto pesante e può avere tutta una serie di implicazioni legali.

Oltre tutto, l’articolo del Corriere non fa che aumentare il trionfalismo del Cavaliere o del suo partito, grazie a una cattiva traduzione (a meno che non sia stato fatto apposta).

Il bravo Barigazzi comunque può stare tranquillo, qualcosa di stabile lo abbiamo: già si sa che dopo le vacanze i prezzi delle bollette saranno di nuovo stabilmente aumentati.

Avanti

Indietro