Tag Archives: partecipazione

Amore e democrazia

Ho letto ieri in una mailing list professionale una bellissima analogia fra amore e democrazia. La traduco perché mi piace e mi sembra importante, visto tutto il chiasso che si è fatto intorno al voto di ieri.

Confondere il voto con la democrazia è come confondere il sesso con l’amore. Il voto e il sesso sono importanti, ma sono atti individuali che non possono mai essere più di una piccola parte sia della democrazia sia dell’amore.

Quest’ultimo descrive un modo di pensare e un processo continuo di molte attività, spesso non spettacolari ma su base giornaliera.

continua


The Pirate Bay, caricati 18.592 articoli accademici da Gregory Maxwell

Vi ricordate di The Pirate Bay, vero? Quella cosa proibita che vi ho consigliato più volte e fortemente di non usare?

continua


Enrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano: Amnesty International compie 50 anni

Amnesty InternationalEnrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano. Perché da cinquanta anni esatti Amnesty, la più grande organizzazione internazionale per i diritti umani, con oltre 3 milioni fra sostenitori e membri distribuiti in oltre 150 paesi e territori, combatte abusi e sopraffazioni. Solo l’anno scorso ha documentato la tortura e il maltrattamento nelle prigioni di 98 paesi.

Amnesty festeggia il 50esimo compleanno lanciando in 60 nazioni, dall’Argentina al Ghana, alla Turchia e alla Nuova Zelanda, una nuova campagna contro la repressione e l’ingiustizia chiamata “Global Call to Action” per celebrare simbolicamente la libertà rendendo omaggio ai due studenti portoghesi gettati in prigione per aver brindato inneggiando all’indipendenza. Un’ingiustizia così grande da spingere l’avvocato inglese Peter Benenson, il 28 maggio 1961, a fondare Amnesty International, un’organizzazione indipendente, imparziale e sovranazionale, per promuovere il rispetto dei diritti umani sanciti nella Dichiarazione universale del 1948
.

continua


Il pericolo del jihad in Libia

Come dicevo prima, il pericolo che dietro a questi moti sommosse e mezze rivoluzioni di alcuni paesi arabi si celino i movimenti fondamentalisti islamici è molto reale.

E’ vero, nessuno ha mai visto rivendicazioni, simboli, bandiere o scritte dei vari gruppi, ma è assai probabile che stiano a guardare dietro le quinte per occupare spazi reali, personali, amministrativi e politici al momento della riorganizzazione dei paesi – perché è ovvio che questa riorganizzazione ci sarà, dopo il caos inevitabile e forse, in Libia, la rivoluzione. E’ lì che fanno adepti, nel caos, nell’insicurezza, nel vuoto di potere. Sono gruppi coesi e organizzati e agiscono anche a livello locale, non solo regionale, e personale, fra la gente, non solo in Pakistan e Afghanistan. Offrono lavoro, scuole, fratellanza, aiuti, appoggio sociale.

continua


Ruby con il Berlusconi di Vienna al Ballo delle debuttanti

Richard LugnerRuby, la famosa Ruby, sarà “affittata” per una sera per accompagnare il re del mattone austriaco Richard Lugner al Ballo delle debuttanti dell’Opera di Vienna.

E’ l’ultima di una serie di belli e famosi che vede Gina Lollobrigida (1991), Harry Belafonte (1992), Sophia Loren (1995) e altri nomi eccellenti.

continua


Suggerimenti per Orientalia: nuovo vestito e nuovo nome

Miei cari, come alcuni di voi hanno già notato ho cambiato il layout di Orientalia4All. E ho accorciato il nome, almeno per adesso. Il nome è un po’ l’identità del blog e dell’autore, quindi ci ho pensato molto.  Era da un paio di anni invece che avrei voluto cambiare il layout ma, ovviamente, mi devo affidare ad altri.

Ci sono ancora molte cose da sistemare, per esempio le categorie,  la barra in alto e così via, ma a me la nuova veste grafica piace davvero molto. La trovo elegante ed essenziale. Tutto merito del mago Fabio Cabula di Liquida, che ringrazio tantissimo e, per la parte di programmazione, di Ludovico.

continua


Consiglio ai lettori: pronti a comprare Facebook

Mark ZuckerbergGoldman Sachs, la famosa banca di investimenti americana, non offrirà sul mercato americano privato le quote di Facebook, che secondo il Wall Street Journal sarà quotato in Borsa nel 2012.

Il popolare social network infatti ha già ricevuto 450 milioni di dollari dalla Sachs e altri 50 da un’azienda russa, la Digital Sky Technologies.

continua


Julian Assange candidato al Nobel dalla Russia diventa l'eroe di un video cinese

Proprio così, ora Julian Assange viene proposto come candidato al Nobel. E sapete da chi? Dalla Russia, a a parlare è proprio qualcuno dall’ufficio del presidente Medvedev, a Brussels per prendere parte a un summit Russia-Unione europea.

Intanto, questa è la lista dei 1559 siti che mirrorano Wikileaks, molti dei quali vittime di attacchi informatici: la guerra alla guerra.

continua


Julian Assange e la vendetta. Per tutto il resto c'è Mastercard

Operazione VendettaE cominciata la guerra informatica per difendere Assange.

I crackers americani per rivalsa hanno reso impossibile l’accesso a Mastercard.com. Provateci, non va.

L’azienda infatti non permette più che si facciano donazioni a Wikileaks. Lo dice un tweet della Reuters. I pirati sono tornati e l’operazione di chiama Operation Payback, cioè Operazione Vendetta.

continua


Un giochino: Julian Assange sarà l'uomo dell'anno del Time?

E’ iniziata la votazione per il Time e in cima alla lista c’è Julian Assange. Se volete votarlo andate sulla pagina del giornale. Ah, l’ho anche messo come il personaggio più influente del 2010 (al 100%).

Assange è in cima alla lista, ma la scommessa è se vivrà fino alla “nomina”.

In fondo alla lista il creatore di FaceBook, Mark Zuckerberg, al quart’ultimo il disoccupato americano. Gli altri sono:

continua


Avanti