Tag Archives: news

8 marzo 2009, il mondo le deve qualcosa

donna afghanaIo ho sempre parlato di doveri per prima, e mai di diritti, di responsabilità e non di pretese, di dare prima di chiedere. Ma questa data, l’8 marzo, quest’anno segna qualcosa di estremamente importante, reale, concreto.

L’8 marzo in Occidente si festeggia la donna come fosse (ma non è) una celebrazione per l’avvenuta parità, per ricordare che, pur nella diversità, le donne godono quasi di pari opportunità con gli uomini.

Ma in qualche paese non è così, in qualche paese islamico le libertà si vanno sempre più restringendo. Uno di questi è l’Afghanistan. Con la recrudescenza della presenza dei talebani, che a metà febbraio hanno segnato una importante vittoria nella valle dello Swat, dove è stata legalizzata la Sharia (la legge islamica), la condizione delle donne è peggiorata anche a Kabul.

Paween Mushtakhel, una bella donna di 41 che fino a qualche mese fa era un’attrice televisiva, ha trascorso gli ultimi tre mesi nascosta, per paura delle ritorsioni dei fondamentalisti islamici, che a dicembre le hanno ucciso il marito colpevole, secondo loro, di lasciarla recitare. Paween 20 anni fa portava la minigonna: ora indossa il burqa e si nasconde per paura di venire uccisa. E ha un peso grande nel cuore, quello di sentirsi colpevole della morte del marito.

continua


Il ritorno della razza pura, ma con un problemino

travestito biondoE così il cerchio si è quasi chiuso. In nome della liberalità della scienza, che non deve avere limiti (o molto pochi, perché se dici che i limiti ci vogliono passi per cattolica bigotta), una clinica di Los Angeles ha iniziato a offrire la possibilità di creare bambini su misura: i genitori potranno scegliere il sesso, il colore degli occhi e quello dei capelli.

La tecnica usata è la diagnosi genetica preimpianto degli embrioni fino ad individuare quello giusto su una ampia serie di ovuli fecondati.

Ora, a parte che produrre tanti embrioni tutti insieme in Italia è illegale, il punto è: si possono scegliere cose marginali come gli occhi e il colore dei capelli ma non si può decidere, per esempio, che da adulto non sia calvo. La calvizie è una “tara” genetica che ancora non sono riusciti a debellare.

Ma allora che gusto c’è a fare questo giochino del ritorno alla razza pura? Maschio, alto, occhi azzurri e biondo, ma con la pelata?

Il bello della riforma

Il 95% delle famiglie italiane ha optato per il tempo lungo per i propri bimbi delle elementari, le 30-40 ore. Peccato che, grazie ai tagli della riforma Gelmini, i soldi ci siano solo per un 30% delle famiglie che lo hanno scelto e ne rimangano fuori circa 300.000.

Ma non c’è problema, anzi. Se andiamo avanti così almeno un genitore sarà disoccupato e potrà stare a casa con gioia a occuparsi del figlio.

Faccio o non faccio testamento?

Enrica GarzilliGiustissimo il dibattito sul testamento biologico, così si eviteranno, spero, tutte le cose già successe.

Intendiamoci, io da parte mia non l’ho fatto e al momento non lo faccio, mi affido semplicemente al buon cuore di chi mi ama, casomai un giorno mi riducessi a una vita vegetativa. Mi piacerebbe pensare che mi si terrà in vita, ma se chi al momento, quando succederà fra 100 anni, non avrà voglia di occuparsi di me, neanche col pensiero, facesse un po’ di me quello che vuole.

Non credo, in tutta onestà, che il corpo conti così tanto da essere preservato a tutti i costi, ma credo che ogni atto si ritorce, in bene o in male, su chi lo compie. La legge inesorabile del Karman, il frutto delle azioni, funziona benissimo. E quindi non è solo per me che temo — nessuno può essere certo che non ci sia mai neanche un secondo di coscienza, e in quel secondo sapere che i miei cari stanno preparando la mia morte non è che mi esalterebbe — ma per chi deciderà per me.

Ma per chi è interessato a tutti costi a decidere tutto di sé, sempre e in ogni momento, sul sito di Veronesi il testamento biologico c’è da un po’. Curioso però che sia in pratica un documento assertivo:

continua


Ovvio che ho vinto l'Oscar, mi ha aiutato Shiva

Sukhwinder SinghDel film Slumdog Millionaire, diretto da Danny Boyle, ho già parlato il 26 dicembre scorso. Che abbia vinto l’Oscar mi fa molto piacere, se lo merita. Uno esce dal cinema e si sente meglio. La morale è: ci sono problemi nella vita, anche grossi, ma pur nelle difficoltà c’è sempre la speranza. E i sogni positivi non si abbandonano mai, si inseguono e si lavora per realizzarli.

E’ un film per l’era di Obama, della serie rimbocchiamoci le maniche per costruire le cose buone. Come dicono in USA, money well spent. E in India la vittoria ha fatto gonfiare il petto di orgoglio ai nazionalisti induisti, con commenti nelle mailing list e nelle newsgroup, anche se i protagonisti sono musulmani. Giustamente, dicono che la vittoria è un vittoria per tutta l’India.

continua


Scoop del Time: il candidato ideale alla guida del PD

Tutti i dubbi degli italiani su chi sarà il nuovo lider maximo del PD sono risolti. Ma il prestigioso Time aveva trovato chi finalmente avrebbe potuto saltare tutta la fila dei vecchi politici italiani e mettersi alla guida dell’opposizione.

Si chiama Matteo Renzi (qui su FaceBook), ha 34 anni, di Firenze, è presidente della provincia, è cattolico praticante, a dire del Time è un fenomeno nell’amministrazione della città. Soprattutto, è l’Obama italiano. Di lui il Time ha detto:

Renzi è l’occasione per il cambiamento del Partito Democratico.

Nel video per le elezioni a sindaco di Firenze sembra un tontolone: video

continua


Tranquille, ci pensano loro

donna militareVoglio dire che rispetto al 2006-2007 i casi di stupro sono diminuiti del 10%”. Roma compresa. Un calo dovuto, secondo al presidente del Consiglio, “ai pattugliamenti fatti dai militari nelle nostre città”.

Non ho una banca dati disponibile come ce l’ha sempre Berlusconi, pronta alla bisogna come i decreti, anche se non nego che mi piacerebbe leggere delle statistiche aggiornate e attendibili, ma proprio stamattina, davanti al parco della Guastalla, guardavo i militari beatamente seduti nella loro jeep, annoiati a morte.

Poco dopo è scesa dalla jeep una ragazza di circa 20 anni, con un mitra tenuto stretto di traverso, gli occhi truccatissimi, alta sì e no m. 1,60 e molto magra. Andava su e giù per la via con il naso all’insù e la testa per aria. Mi sa che se passano degli intenzionali stupratori violentano anche lei, altro che.

Caso Veltroni, mobilitato anche Internet

VeltroniNotoriamente i giornalisti radio arrivano alla notizia dopo che è fresca di giorni, spesso stravolgendola un po’. In modo quasi impercettibile, ma sostanziale. Sarà la notoria fretta del giornalista.

E così è successo stamattina, quando su Rai2 hanno detto che una parte della base e una parte di Internet vuole le elezioni, cambiando un tantino quello che ha scritto La Repubblica:

Una posizione che sposa quella di un gruppo di ‘autoconvocati’ aderenti al Pd che stanno raccogliendo (su internet) consensi perchè l’assemblea disponga la convocazione delle primarie per una elezione piena del nuovo segretario.

Mi ha fatto sorridere che una parte di Internet, cioè un miliardo o due di persone al mondo, si interessi tanto alle sorti dell’italico PD, e mi ha reso

continua


Intervista su Liquida magazine

Enrica GarzilliMa nessuno mi avverte? Ho visto solo ora che su Liquida magazine è appena uscita l’intervista alla qui presente.

Su cosa? Questo blog e Giuseppe Tucci, la Rete, la blogosfera italiana, la cultura, i giornali e altro.

La foto è di Samuele, che così lo faccio contento, e segnalo anche l’intervista di Mitì Vigliero. Che mi sembra che dica della blogosfera le stesse cose che dico io.

Berlusconi sull'Argentina? E' colpa della sinistra

BerlusconiQual’è stato il commento di Berlusconi sull’incidente di ieri? Che le sue parole sono state stravolte dalla sinistra.

Oltre ai famigerati della sinistra italiana non hanno capito niente: il presidente delle Nonne di Plaza de Mayo, Estela de Carlotto; il ministro degli Esteri argentino Jorge Taiana; i maggiori quotidiani dell’Argentina. Potete fare una rassegna dei 418 ultimi articoli sull’argomento, di cui quasi 200 in spagnolo.

continua


Avanti

Indietro