Tag Archives: layout

Orientalia

Giorni fa mi chiedevo perché non avessi più la valanga di commenti che caratterizzavano questo blog. Discussioni anche vivaci, note a margine, suggerimenti e così via. Era bello, anche se portava via tempo.

Poi alcuni utenti, attenti lettori e lettrici, a varie riprese mi hanno domandato perché questo blog fosse diventato “così serio”. Serio il layout, seri gli argomenti, serie le risposte, serio tutto insomma.

continua


Sei e oltre

E così sembra che fra pochi giorni festeggerò il sesto compleanno di Orientalia, e lo farò con una sorpresa: un layout nuovo, un vestitino nuovo di zecca e molto, molto elegante. L’ho ordinato su misura!

Poi ditemi se vi piace.

Vi piace la nuova BlogBabel?

LogoTranquilli, cambia principalmente vestito, cioè grafica e layout, e funzionalità: è diventata molto più professional, la pagina è molto più ricca con le notizie a sinistra, e la classifica, casomai a qualcuno venisse in mente di copiare, mostra solo i primi 500 blog. Ma gli altri ci sono, non preoccupatevi, basta fare una ricerca per nome.

A me non piace solo il colore verde, avrei tenuto il bordeaux di prima, e soprattutto la B del favicon sulla barra è davvero brutta. Ma non si può avere tutto e, nell’insieme, la pagina è decisamente migliore, non c’è che dire.

Ci sono anche dei cambiamenti maggiori: da quando BB è stata venduta

continua


Cambiare vestito (e forse nome)

Mi piacerebbe moltissimo cambiare il layout di questo blog, lo sento vecchio e obsoleto, sarà che è stato ideato nel 2004 e per qualcosa di elettronico è passato molto tempo. E anche io sono molto cambiata.

Questo blog ora mi sembra statico, non so come dire. Lascerei qualcosa come la mia foto, il riferimento al sanscrito nell’header (ma lasciamo l’header? Certo non una fascia rigida), e poi non so. Mi piacerebbe anche lasciare solo il titolo Orientalia e aggiungere il mio nome: in fondo, molti hanno cambiato nome al blog.

continua


Si cambia vestito: il nuovo layout

Vi piace questo nuovo layout?
Di base è quello disegnato dall’architetto Ludovico, che ha un sacco di blog e programma un sacco di cose — per es. Lightpress che usiamo al posto di WordPress è suo, con la collaborazione di Jerome — insomma è molto creativo (ma i soldi con le sue idee li fa fare sempre agli altri perché a lui i soldi gli schifano…!:)).

Poi ci ho aggiunto a destra i link ai miei libri e i miei articoli. Ora ci attaccherò qualche pagina, così se soffrite d’insonnia potete risparmiare sui sonniferi, aprire il comp e pescare un po’ a casaccio (specie fra gli articoli): sonno è assicurato.

Metterò anche il link all’Asiatica Association Onlus, che si occupa di promuovere e diffondere le culture asiatiche, informare sui diritti umani in Asia, e molto altro, e che pubblica i primi e-journals accademici della rete (1994-1995), l’International Journal of Tantric Studies e il Journal of South Asia Women Studies, libri e quant’altro.

Ho spostato invece alcune cosucce di poca utilità, molto usate negli altri blog. Perché Ludovico è pignolo e preciso e ha un suo gusto ben definito, inossidabile, molto stylish, ma io ho un gran senso spaziale (i vuoti e i pieni, per intenderci) e in due ci integriamo a meraviglia. E poi a me piace il colore e la varietà e la vita bicolor, che amavo prima, ora mi annoia.

Flickr sta più in basso; e ho lasciato tutto lungo il post Wake Up! Useful Sources Regarding the Earthquake in South Asia, dove dò l’elenco della lista di risorse e mezzi di aiuto per il Kashmir e il Pakistan disastrati dal terremoto.
Perché? Perché è utile e se questa voce può sensibilizzare qualcuno su qualcosa, perché no?

Insomma, ho messo in risalto quello che mi sembrava rilevante, pur nell’ottica di un design più moderno e, credo, più elegante.
Che è quello che mi aspetto dall’architetto: combinare funzionalità e funzioni col design e con l’insieme (cioè, in questo caso, il contesto: chi scrive e, soprattutto, chi legge, l’ambiente, la cultura, la storia).

Mi dite quello che ne pensate di questo vestito nuovo?

p.s. fra poco compilerò un piccolo dizionario di parole inusitate, desuete o dialettali che ho messo nei miei post e che non tutti conoscono.