Tag Archives: lampedusa

Multiculturalismo problema o risorsa?

Multiculturalismo. Ne ho parlato a febbraio su Il Fatto e ho suscitato molte polemiche e un centinaio di commenti opportunamente cancellati dalla redazione.

Il punto era: chi arriva qui si deve integrare anche culturalmente, o no? E che limiti ci sono, che privilegi, che obblighi reciprochi?

Oggi, in relazione ai fatti accaduti a Olso, leggo un bell’articolo della Reuters sul "problema" multiculturalismo e immigrazione.

continua


Immigrazione, prima le sigarette ora gli uomini

clandestiniParlando di immigrazione. Dopo tanto tempo ieri ho rivisto dei conoscenti torinesi che possedevano un magnifico campeggio su una costa ancora incontaminata della Calabria. Lo hanno ceduto quando hanno dovuto fare una scelta: o il campeggio rimaneva per giorni e giorni senza acqua, e questo ovviamente non era possibile, o accettavano il continuo aumento del pizzo chiesto dai maggiorenti locali. E non ci rientravano neanche più con le spese, lasciamo perdere il guadagno.

continua


Immigrazione, fare un bel respiro

immigrati a LampedusaI 27 Paesi dell’Unione Europea sono ‘pronti a dimostrare la loro concreta solidarietà’ agli stati piu’ investiti dai movimenti migratori e a fornire il necessario sostegno in base all’evoluzione della situazione’. Lo afferma la bozza delle conclusioni del Consiglio Europeo. La Commissione Ue, si legge, preparera’ un piano per la gestione dei flussi degli immigrati e dei rifugiati prima del Consiglio Europeo di giugno. Inoltre si lavorera’ per rafforzare la capacita’ operativa di Frontex. (ANSA).

Entro il 30 giugno si decide come migliorare la situazione degli immigrati dai paesi africani. Al piano dell’Europa seguiranno leggi, decreti attuativi e il cielo sa cosa. Ma

continua


Fra Marrazzo e Natalì amore vero e intesa intellettuale

Piero MarrazzoÈ stato scritto che Natalì e Piero Marrazzo si frequentassero da sette anni. A lei risulta?
Per niente, so che si sono conosciuti per strada, circa due anni fa. Natalì quel momento lo ricorda con affetto. Era mattina, e lei come consuetudine sta tornando dalla spesa al supermercato, passeggiando, sul marciapiede di via Cassia, giù verso casa in via Gradoli. Lui la vede. Accosta, tira giù il finestrino e le chiede: “Stai lavorando?”; al suo: “No, lavoro solo di sera”, intasca il bigliettino da visita che lei gli porge. La chiamerà, poi. E cominceranno a vedersi. I primi tempi una volta ogni due mesi circa. Poi più di frequente. Anche due o tre volte al mese.

Da questo lei deduce che stava nascendo un amore
?
Lo deduco da come Natalì parlava di lui. E non solo.
[...]
Teneva così tanto a Marrazzo?
Molto. Anche dal punto di vista estetico. Nonostante i 15 anni in più. Per Marrazzo, poi, Natalì era soprattutto una confidente: l’intimità tra loro era soprattutto intellettuale.

Dagospia pubblica l’intervista a Fabio, l’amico dei trans, che racconta la storia fra Marrazzo e Natalì, a cui si aggiunge Brenda.

Come Julius Evola (l’amico di Giuseppe Tucci autore di Cavalcare la tigre) e la scrittrice Sibilla Aleramo, come Tomasi di Lampedusa (l’autore de Il gattopardo, per intenderci) e la moglie, solo per dare qualche esempio, l’intesa fra i due è basata sull’intelletto.

PS del 2 novembre alle 11:19: In alto a sinistra c’era la foto di Natalì, pubblicata su Dagospia per gentile concessione di Novella 2000, ma l’ho cambiata con quella di Marrazzo. La foto mi disturbava perché mi sembrava irrispettosa verso la signora, quindi l’ho tolta.

Immigrazione selvaggia e musulmani: una soluzione per Lampedusa

Sto ascoltando il Radiogiornale, canale 2, e fra immigrazione illegale — nuovi sbarchi sulle coste a Lampedusa — e i tam tam del Ministro Bianchi, che vorrebbe 10 milioni di euro per l’emergenza a Lampedusa ma non regola, di fatto, l’immigrazione e non fa niente contro gli scafisti, e poi la cronaca di illegalità varie di marocchini, tunisini, senegalesi, ecc., i primi dieci minuti sono tutti dedicati agli extracomunitari e a quanto sono cattivi. Tutti musulmani.

Roberto Calderoli, esponente del Carroccio e vice Presidente del Senato, propone di usare la forza contro gli sbarchi.

Il vice presidente della Commissione Ue, responsabile della giustizia, Franco Frattini, in un’intervista pubblicata oggi su Il Messaggero dice “La cittadinanza un invito ai clandestini”.

continua