Tag Archives: innovazione

Borse, euro, riforme e rilancio dell'economia mondiale: Italia virtuosa, ma...

Arnab DasCrescita lenta o più inflazione e tassi più alti. Queste le previsioni di Arnab Das per l’immediato futuro internazionale. La ricetta per rilanciare l’economia?

Si potrebbe uscire solo con nuova rivoluzione tecnologica, ecologica, bio tech, eccetera. Ma queste sono cose che un governo difficilmente può creare, lo Stato può agevolare certi sviluppi con legislazioni particolari e rendendo l’economia più dinamica e flessibile. Ma negli Usa e ancor di più in Europa si va nella direzione opposta: più protezione lavoratori, più stato sociale, più tasse, meno spese pubbliche eccetera. Dunque rendendo la rivoluzione tecnologica molto più difficile. L’unica buona notizia è che nel mondo ci sarà più stabilità, e una minor volatilità del Prodotto interno lordo.

E sulla possibilità di una crisi del debito pubblico dell’Italia:

Avete da tempo un debito enorme, ma siete diventati virtuosi. In questa crisi siete riusciti a mantenere i conti sotto controllo e il deficit è aumentato molto meno di altri Paesi. In più avete un basso indebitamento delle famiglie e non c’è stata la bolla dei mutui. I problemi sono altrove.

(Tutta l’intervista a cura di Marcello Foa)

Parla dell'India con Rampini

Federico RampiniIeri notte, come spesso faccio, ho visto la trasmissione Parla con me, condotta da Serena Dandini. Una trasmissione piacevole e divertente, intelligente ma leggera, colorata – non mi piacciono gli studi televisivi da designer miminalista, tutti freddi e spogli, anche se fanno tanto “intellettuale” – e, soprattutto, abbastanza breve: un’intervista a un personaggio e via.

Per questo non ho né condiviso né capito l’attacco alla Dandini di Aldo Grasso sul Corriere della Sera. Oltre tutto, penso che una recensione anche negativa fatta con questi toni si possa tranquillamente evitare, sia per i libri sia per le trasmissioni. E l’accenno alla sua età mi è sembrato un po’ di basso livello, lo devo dire.

Ieri era la volta dell’intervista a Federico Rampini, che stimo e leggo con piacere. Asciutto come sempre, parlava del suo ultimo libro Slow Economy. Rinascere con saggezza. Tutto quello che noi occidentali possiamo imparare dall’Oriente. Si è presentato asceticamente vestito con una camicia blu di Cina allacciata con alamari, ovviamente cinese. Molto in tema, molto appropriato devo dire.

Rampini ci ha dato una bella lezione sulla frugalità quotidiana della gente in Cina, ha raccontato della sua assistente cinese che non buttava via neanche l’acqua del riso (ma non lo cuociono in pochissima acqua, coperto, ché poi s’asciuga come in India?).

Ma ho fatto un salto sul sofà quando, se non sbaglio (era tardi), ha detto che in Cina, come in India, il divario fra i tanto ricchi e i poveri è minore che in Occidente.

continua


Con Yoox.com Style Gift Guide condividi la wish list di Natale sull'iPhone

Natale sull'iPhoneLuca dice che sull’iPhone si possono scaricare applicazioni come iPrex e Santo Rosario – che non hanno bisogno di spiegazioni -, e addirittura che si può fare parte di community oranti.

Io apprezzo molto i pensieri alti, coltivare lo spirito e così via, ma per una volta sarò un po’ più pragmatica.

Per Natale propongo l’applicazione per iPhone Yoox.com Style Gift Guide.

E’ gratis, permette di comprare a Shop yoox.com in tutto il mondo e soprattutto si può creare una wish list per sé e condividerla con amici e parenti. Pericolosa!

Google strizza l'occhio alla Cina e inganna l'India

GoogleUn gruppo di studiosi indiani ha scoperto che Google Maps ha fatto un errore grossolano, ha messo il piccolo stato indiano dell’Arunachal Pradesh come parte della Cina.

Ovviamente nella destra indiana è scoppiato uno scandalo, parlano tutti di inganno e la pagina per scrivere al Primo ministro Manmohan Singh è stata presa d’assalto.

continua


La privacy di Google Voice

Google VoiceSi vede che quelli di Google sono pagati anche per avere tempo libero per pensare all’innovazione e sperimentare tutto quello che gli passa per la testa coi mezzi aziendali.

Mentre rilascia la versione beta di un software che accelera internet (Luca), ha però i primi problemi col nuovo servizio sperimentale che speravo di provare al più presto (ora è solo per cittadini USA): Google Voice, un solo numero per tutti i telefoni e moltissime funzioni.

TechCrunch dice che il servizio viola la stessa policy Google sulla privacy. Sinceramente non lo so perché non conosco nessuno che usi Google Voice, ma buono a sapersi.

Una storia di riviste che va avanti, nonostante la pubblicità

JSAWSBella la storia del primo journal online e del banner, e una punta di rimpianto per i tempi in cui la pubblicità pagava. Il maggio del 1995 un gruppo di studiosi di Harvard, con l’aiuto tecnico (e tante idee brillanti) di Ludovico, ha fondato tre riviste accademiche online, l’International Journal of Tantric Studies, l’Electronic Journal of Vedic Studies e il Journal of South Asia Women Studies.

Meno di due anni dopo il primo banner, la pubblicità di un grande distributore di libri asiatici, Bagchee, che ora vende online. Con il messaggio che si alternava. Assai ben pagato (in dollari). Bagchee ancora adesso ci ringrazia per la pubblicità, cominciava l’attività allora ed è molto difficile sfondare nel mondo conservatore degli studiosi. Noi dobbiamo ringraziare lui perché le riviste erano molto più viste grazie al banner “rotante”, una cosa nuovissima al tempo, solo 14 anni e mezzo fa.

La storia l’ho già fatta qui, ma ricordo tutto con estremo piacere. Poi, nel 1997,

continua


Quanto è sicura la firma digitale?

firma digitaleSi parla da tempo della firma digitale (ne ha parlato anche Ludovico in un articolo per Nòva, diversi anni fa). Queste sono “Le regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme digitali e validazione temporale dei documenti informatici” pubblicate dal nostro governo sulla GU del 6 giugno 2009.

Da un po’ di tempo stavamo col fiato sospeso ad aspettare l’articolo di Armando Leotta, un vero esperto di sicurezza informatica, intitolato “Sicurezza della firma digitale: stato e prospettive”, che è stato appena pubblicato su Mondo Digitale.

L’articolo completo è molto bello e corredato di schemi, tabelle e bibliografia. Ma per chi non ha voglia di leggerlo tutto – o, diciamo la verità, ci capisce poco o niente – questo di seguito è il problema individuato e analizzato da Armando. In sunto: mettetevi l’animo in pace perché ancora la firma digitale non è affatto sicura!

Il processo di firma digitale assicura l’integrità di quello che si firma. Questo significa che se si modifica il testo firmato, al controllo della veridicità della firma risulta qualcosa come “la firma è valida ed è di tizio ma quanto ha firmato è stato modificato dopo aver generato generazione della firma”.

continua


"La sinistra? Vada a morire ammazzata". Firmato: Brunetta

uomo che dormeBrunettaIl Ministro della Pubblica amministrazione e innovazione, Renato Brunetta, dal microfono del convegno del PdL a Cortina d’Ampezzo chiama la sinistra “elitaria e parassitaria” e la incoraggia: “Vada a morire ammazzata!”

Nelle foto, a sinistra un lavoratore di sinistra e a fianco l’astioso Brunetta: sarà tutta invidia la sua?

Twitter Facebook e MySpace per trovare lavoro

Brian Ward lost his job on a Friday afternoon. Eleven days later he had a new one. With nearly 1 in 10 people out of work and the typical job search lasting 12 weeks, how did the Cleveland-based software architect pull it off? In a phrase: online social networking.

Dice il Time che se siete state licenziati il miglior modo di trovare un nuovo

continua


Chris Anderson copia Free: The Future of a Radical Price da Wikipedia?

FreeNon è ancora uscito e già è famoso. Waldo Jaquith accusa Chris Anderson di aver copiato interi, lunghi passaggi verbatim, incluso citazioni ed errori, nel suo ultimo libro Free: The Future of a Radical Price (Hyperion, $26.99).

La fonte preferita sarebbe Wikipedia.

Anderson è il famoso autore di The Long Tail [La coda lunga] (2006) ed è il direttore editoriale di Wired magazine. La data ufficiale di uscita del libro è il 7 luglio.

Avanti

Indietro