Tag Archives: induismo

India, 2° premio Bufala internazionale 2010

bambino indianoPare che gennaio si sia già giocato i primi due posti del podio della Migliore Bufala dell’anno 2010.

Questa sta facendo un gran chiasso nei forum degli induisti fondamentalisti. L’agenzia Press Trust of India infatti riporta la notizia dello “shocking case of caste discrimination” successo a Dindigul, in Tamil Nadu.

Un ragazzo Dalit ha denunciato di essere stato costretto a mangiare feci umane da un gruppo di “cristiani di alta casta” per aver camminato con i suoi sandali nella loro strada.

(A questo punto mi aspetto che i cristiani d’alta casta mangino i bambini)

Natale d'amore, per i nostri fratelli animali

Charlie ManasCome sappiamo, qualche giorno fa in Nepal si è celebrata la cruenta festa in onore della dea Gadhimai, che si celebra ogni cinque anni e vede milioni di fedeli provenire anche dall’India.

In onore della dea vengono sgozzati fra i 250.000 e i 500.000 animali – alla faccia di chi dice che l’Induismo è una religione pacifica e non violenta -: bufali, capre, pecore, polli, uccelli e topi.

La scelta dell’animale dipende, ovviamente, dalle possibilità economiche del richiediente. Già, perché la tradizione dice che la dea vuole il sacrificio ma, in cambio, esaudirà il desiderio di chi lo compie. Purtroppo è una festa di stato perché viene finanziata anche dall’odierno governo, benché il Nepal ora sia laico e non più induista.

Io volutamente non ne ho voluto parlare, ho preferito rivolgere la mia energia e il mio amore a quelle povere bestie innocenti che vanno alla mattanza solo per esaudire i nostri desideri. A loro, in vista del Natale – che brutto regalare giacche di pelle e pensate se gli animali potessero rivoltarsi e portare addosso la pelle di un umano! – rivolgo il mio pensiero con il ringraziamento di Madre Teresa di Calcutta (che, come sapete, amo molto). E’ una delle cose più belle che ho letto questi ultimi tempi e mi ha ricordato il Cantico di Frate Sole di Francesco d’Assisi.

continua


Milano Interista riapre

Milano InteristaCome forse qualcuno ricorda, anni fa scrivevo di calcio e filosofia indiana, cioè spiegavo o commentavo le azioni dell’Inter o i calciatori attraverso il buddhismo e l’induismo. Poi ho smesso per un po’ sia di scriverne, sia di andare allo stadio.

Non solo ho ripreso a seguire le partite, ma la cosa fantastica è che è riaperto il blog del mio club, Milano Interista. E’ un gran bel blog, la gente è davvero simpatica e andare con loro a vedere le partite a San Siro o al bar è molto sfizioso.

Il sito è stato riallestito dal grande Zaffa con la collaborazione di Ludo. E poi,

continua


Quando Obama insegna induismo: Buon Diwali a tutti!

Breve e carina la lezioncina di Barack Obama a tutti gli indiani buddhisti, induisti, jainisti e sikh che vivono in USA e nel resto del mondo per la ricorrenza di oggi di Diwali, la tradizionale festa della luci.

Oltre tutto, gli indiani in USA sono una minoranza molto significativa perché sono ricchi, molto ben organizzati e abbastanza presenti nei posti dove si fa cultura.

continua


Gratitudini

Gali Janardhan Reddy, il ricco ministro del turismo del Karnataka, uno stato dell’India del sud-ovest che ospita fra i più bei parchi naturali del mondo, ha offerto al dio del tempio di Tirupati Venkateswara (una forma del dio Vishnu) una corona del valore di 420.000.000 rupie, equivalenti a circa 6.305.433 euro.

La corona è stata realizzata in nove mesi ed è fatta di 32 Kg di oro puro, 70.000 diamanti e uno semraldo di 890 carati proveniente dall’Africa e andrà a far parte del tesoro del dio, che già possiede 11 tonnellate di ornamenti e utensili d’oro.

La ragione? Il ministro ha detto che deve la sua posizione sociale solo alle benedizioni del dio Venkateswara. Questa sarebbe solo una piccola offerta al dio, per essere al suo servizio.

Ho pensato all’enorme fortuna di qualche nostro ricchissimo ministro e alla sua forma molto carnale e concreta di gratitudine verso le potenze celesti. Alla sua forma di servizio. Ricevuto, però.

La gaffe del Parlamento europeo

religioni del mondo

Una notizia che sta scuotendo gli induisti di tutto il mondo e che non fa che aumentare il rifuto per l’Occidente della frangia fondamentalista.

L’11 maggio a Brussels i presidenti della Commissione europea e del Parlamento hanno invitato i rappresentanti del mondo cristiano, musulmano ed ebraico a discutere il contributo etico al governo economico. I rappresentanti dell’induismo, una religione seguita dal 16% della popolazione mondiale, non sono stati invitati.

In realtà non sono stati invitati neanche i rappresentanti del buddhismo, seguito dal 6% della popolazione mondiale, o del confucianesimo, seguito dal 4%, ma non si sono sentiti così discriminati o, per lo meno, non hanno fatto tanto chiasso. Però non capisco il perché del rifiuto dell’Europa, non avevano più posti a sedere?

Contro la crisi dei giornali nasce Sudharma online, il primo quotidiano in sanscrito

corso di sanscritoAltro che crisi e crisi dei quotidiani! La crisi c’è, sia dei finaziamenti sia dei lettori, ma basta fondare un quotidiano online e i problemi sono aggirati.

Lo ha capito K. V. Sampath Kumar, un editore di Mysore, in India, che ha messo online un quotidiano fondato nel 1970 dal padre, lo studioso Kalale Nadadur Varadaraja Iyengar.

continua


Ovvio che ho vinto l'Oscar, mi ha aiutato Shiva

Sukhwinder SinghDel film Slumdog Millionaire, diretto da Danny Boyle, ho già parlato il 26 dicembre scorso. Che abbia vinto l’Oscar mi fa molto piacere, se lo merita. Uno esce dal cinema e si sente meglio. La morale è: ci sono problemi nella vita, anche grossi, ma pur nelle difficoltà c’è sempre la speranza. E i sogni positivi non si abbandonano mai, si inseguono e si lavora per realizzarli.

E’ un film per l’era di Obama, della serie rimbocchiamoci le maniche per costruire le cose buone. Come dicono in USA, money well spent. E in India la vittoria ha fatto gonfiare il petto di orgoglio ai nazionalisti induisti, con commenti nelle mailing list e nelle newsgroup, anche se i protagonisti sono musulmani. Giustamente, dicono che la vittoria è un vittoria per tutta l’India.

continua


Gandhi è l'India

Gandhi - India

Il Mahatma (1869-1948), il Padre della nazione, quando, invecchiato anzitempo dai digiuni e le battaglie, si appoggiava al bastone, prima di essere ucciso da un fondamentalista induista.
Commovente.

Sul sito della GandhiServe Foundation una galleria di foto.

(grazie a Quasi)

Induismo: se Atene piange, Sparta non ride

La comunità degli indiani in USA ha chiesto ufficialmente il ritiro di questo video, che insulta le maggiori religioni e particolarmente l’Induismo, parolacce e tutto. La didascalia su Youtube recita:

    L’Islamismo vince la gara della violenza, il Cristianesimo vince la gara della cattiveria, il Buddhismo vince la gara della pomposità alla testa di cavolo, l’Ebraismo vince la gara dell’egocentrismo ma l’Induismo li batte tutti nella gara della pura stupidità.

Avanti

Indietro