Tag Archives: governo

Donne per Berlusconi

Tre ore fa, passando davanti al Palazzo di giustizia qui a Milano, in via Larga, ho visto uno sparuto gruppetto di dimostranti pro-Berlusconi. Era diviso in tre spezzoni di circa 50 persone l’uno, non di più. Alcuni portavano bandiere tricolori e cartelli con scritto “Basta persecuzioni” e “No alla repubblica giudiziaria”, cose così.

Quello che mi ha colpito è che ogni tanto si alzava l’inno “Pilu! Pilu! Più pilu per tutti!” e che a gridarlo a gola spiegata, fra risa e lazzi di bassa lega, erano perlopiù donne.

continua


Dove mette i soldi un indiano? In Liechtenstein, ovvio

La chiamano The Swindler’s List. E’ una lista di 18 poveri indiani che ha risparmiato qualche soldino e l’ha messo nella banca LGT, in Liechtenstein. I 18 nomi sono parte di un nutrito gruppo di 1400 clienti che è stata rubata dal database del gruppo LGT, la banca di cui è proprietaria la famiglia reale del paese. Nel 2008 è andata nelle mani del fisco tedesco, che ha passato la lista al governo dell’India.

continua


Credere a un paese di clown

ItaliaIl nostro è un paese ben strano. Abbiamo un governo che ha vinto sul filo di lana della fiducia. Ma con soli tre voti di scarto non può governare, e quindi quelli che hanno votato hanno dato la fiducia a un qualcosa che neanche sapevano. Come sarà formato il nuovo governo Berlusconi?

Abbiamo un presidente dellla Camera dei deputati, Fini, che non è super partes, come dovrebbe essere per il ruolo, ma è contro lo stesso governo che serve. E che è di destra e sta all’opposizione insieme ai partiti di sinistra.

Abbiamo un ministro dello stato, Bossi, che però vuole dividere lo Stato. Che si scaglia contro Roma ma lavora per Roma e prende dei bei soldi da Roma. Che odia la politica di Roma che rappresenta il suo governo, quello stesso che lui rapprenta e da cui riceve onori e onorario. Che si scaglia contro il nepotismo ma ha fatto entrare in politica il figlio, immeritatamente, e sta preparando il secondo.

C’è un razzismo strisciante che si fa sempre più largo. Eppure ieri dei Rom

continua


India, consoliamoci con il più grande caso di corruzione

corruzione in IndiaL’India, come tutta l’Asia meridionale e centrale, è famosa per i suoi casi di corruzione governativa, amministrativa e privata. Così alcuni cittadini indiani di buona volontà del BJP, il partito conservatore, stanno propagandando a tambur battente una petizione online contro la corruzione.

L’occasione è data dalle dimissioni, il 14 novembre scorso, del ministro per IT e Telecomunicazioni Andimuthu Raja per lo scandalo finanziario del 2G, che riguarda la telefonia mobile, grazie al quale il governo dell’India avrebbe

continua


Usque tandem abutere, Cina, patientia nostra?

Sonam TseringQuesta la terribile notizia sulla Cina, mentre il Dalai Lama ha annunciato che probabilmente fra pochi mesi, dopo essersi consultato con i membri del suo governo, si ritirerà dalla vita politica: è stata confermata la condanna a morte di Sonam Tsering (in foto), uno degli studenti della rivolta di Lhasa, emessa nel maggio 2010 ma non riportata dalla stampa tibetana in esilio. Sarà giustiziato fra due anni.

Spero che la stampa internazionale e l’opinione pubblica si mobilitino anche contro questa barbarie, questo insulto all’umanità e alle più elementari regole dei diritti umani. O forse la Cina è troppo potente rispetto all’isolato Iran di Sakineh?

continua


Berlusconi e USA, bunga bunga o economia?

BerlusconiWhat’s gone wrong? To quote the battle cry of the previous Democratic president, “It’s the economy, stupid.” The central explanation for Obama’s woes is that he inherited a dire economic situation and it hasn’t gone away: unemployment still stands at 9.6%. Administration officials insist that almost all of that damage was done under Bush, with 3m jobs lost in just the six months before Obama took over.

Bell’articolo del Guardian sulle elezioni di medio termine di Obama, che ha perso gran parte della fiducia degli elettori ma ancora non è fuori. Ancora c’è speranza. Il problema è sempre quello: la situazione economica in USA è disastrosa, con una disoccupazione è al 9,6%, anche se il danno fu fatto per la maggior parte sotto l’amministrazione Bush con 3 milioni di posti di lavoro persi nei sei mesi prima che Obama fosse eletto.

Tuttavia le aspettative su Obama erano enormi, è stato chiamato “salvatore”, e ora l’elettorato è deluso. Superman non ha salvato tutti.

Qui un giorno sì e uno no stiamo a discutere sulle amichette o le protegée di Berlusconi. Sì certo, se avesse – non sia mai! - abusato del suo potere per non far andare Ruby in comunità sarebbe gravissimo. Perché qui nessuno ha

continua


L'Afghanistan al tempo di Adamo e Eva

bambian afghanaIeri ho incontrato dopo anni una mia amica di Roma. Fa la maestra in una scuola elementare dell’hinterland milanese, è dirigente (una volta si chiamava direttore) e molto impegnata in tutte le attività legate al mondo della scuola: mostre, inviti, gite educative e così via.

Mi ha detto che giorni fa hanno ricevuto una circolare ministeriale in cui si diceva che in questo anno scolastico, a differenza degli altri anni, non avrebbero potuto accantonare i soldi che risparmiavano sulle attività del doposcuola per destinarli alle attività dell’anno prossimo, ma li avrebbero dovuti “restituire al Ministero della Difesa“.

continua


Censimento 2011 in India e rom, il mondo diviso in caste

donne romNon si parla che dell’espulsione dei Rom dalla Francia (bellissime le slide su The New York Times).

La CNN lo definisce un popolo “non capito e perseguitato” in Europa. Vorrei però vedere cosa succederebbe se ci fosse un largo gruppo di persone che vivono prevalentemente di illegalità alle porte di una qualsiasi città degli USA.

Intanto in India sembra deciso che il nuovo censimento del 2011 – l’ultimo

continua


Afghanistan, il talebano felice

talebanoE’ deciso. Dopo quattro anni di preoccupazioni sul vuoto che avrebbe lasciato, il governo olandese ha deciso che domenica prossima ritirerà i 1950 soldati di stanza in Afghanistan dal 2006.

La NATO è preoccupata e ha chiesto all’Olanda di estendere la missione almeno fino al prossimo anno.

I talebani invece sono felicissimi e si sono congratulati ufficialmente col governo olandese, neanche fossero un’istituzione ufficiale.

continua


Gli ambasciatori poveri

bandiera italianaOggi, come si sa, c’è stato lo sciopero dei diplomatici. Protestano, e giustamente, per i tagli al Ministero degli Affari Esteri.

La cosa che non mi quadra però sono i discorsi che ho sentito oggi alla radio. Parlavano un ministro plenipotenziario e un ambasciatore (ambedue con la voce giustamente camuffata) e si lamentavano degli stipendi da fame a fronte della grande mole di lavoro.

continua


Avanti

Indietro