Tag Archives: gatti

Telethon: mancanza di etica e di corretta informazione

Sono sempre più infastidita dal bombardamento mediatico, specie in TV, della campagna Telethon. Quest’anno per finanziare le malattie rare. E credetemi se vi dico che fanno ricerca solo su certe malattie rare – a detta dei ricercatori quelle per cui c’è più probabilità di trovare la cura, ma sarebbe tutto da verificare.

Sono sempre più infastidita per diversi motivi. Primo perché è lo Stato che dovrebbe occuparsi di finanziare la ricerca, con mezzi e destinazione trasparenti. Le tasse non servono anche a questo?

continua


Green Hill sotto sequestro: evvai!

Un momento storico sulla scabrosa faccenda Green Hill, un piccolo spiraglio di luce per chi ama i fratelli animali e non vuole che siano torturati e sacrificati inutilmente, in nome della scienza. E una nuova coscienza popolare.

Trenta uomini della Guardia forestale stanno sequestrando la struttura di Green Hill. L’accusa è: maltrattamenti.

continua


Green Hill e vivisezione: perché è pericolosa e perché costa troppo

Vivisezione? «La scelta peggiore che possiamo fare per testare la tossicità di un medicinale». A dirlo è Claude Reiss, per 35 anni direttore di ricerca in biologia molecolare al Cnrs, autore di centinaia di paper scientifici sul tema e consulente, fra gli altri, del programma europeo Reach per la verifica dei prodotti chimici in circolazione. Da quando è in pensione Reiss ha fondato Antidote Europe, un’associazione che promuove la tossicogenomica come alternativa ai test sugli animali dei medicinali. Reiss non ha dubbi: «I test sugli animali sono un metodo inutile e dannoso. Il 90 per cento dei medicinali testati sugli animali vengono rigettati prima degli esperimenti clinici sull’uomo, perché le prove sono ritenute inattendibili. Ma è ovvio: ogni specie animale ha un proprio genoma unico e irripetibile. Questo comporta che ogni specie, un ratto, un topo, un cane o un uomo, reagisce in modo completamente diverso alla stessa prova».[...]

continua


Green Hill: e non è finita qui

Su Green Hill. Come sapete la discussione in Senato degli emendamenti alla famigerata legge europea che di fatto allarga le regole sulla vivisezione è stata rimandata dal 9 al 16 maggio, vista la tensione sul territorio nazionale, le folte manifestazioni in centinia di città e paesi, da Udine a Catania, e i vari gruppi europei che si sono aggiunti.

Un’iniziativa ancora più importante, anche se più a lungo termine.

continua


Inversione per amore, solo per amore

Charlie ManasProprio così, inversione per amore.

Perché anche se siete stati dei bastardi dentro per tutto l’anno, a Natale potete fare con poca spesa, circa 15 euro compreso le spese di spedizione, un atto veramente bello e comprare il calendario Inversione 2011.

E’ pieno di foto di vari personaggi del mondo dello spettacolo con i nostri fratelli animali. Altro che foto porno ritoccate, qui c’è roba vera e si ama sul serio!

continua


San Francesco, gli animali e le leggi vigenti

San Francesco e il lupoVisto che oggi si celebra con grandi fanfare di stato Francesco, il santo cattolico più umile e più semplice del mondo, e uno di quelli che amava di più gli animali, voglio celebrarlo anche io dando qualche dato (leggi e adeguamenti normativi regionali, pareri scientifici) sulla vivisezione, il maltrattamento degli animali, il randagismo.

Lascio parlare chi è più qualificato di me, che difendo gli animali solo per amore ed etica – e perché poi, diciamocelo, questa terra è di tutti: che diritto abbiamo noi di appropriarcene eliminandoli o recintandoli e usandoli come oggetti per i nostri scopi?

I link mi sono stati forniti dall’amico praticante avvocato Edoardo Colzani e l’amica Sabina Maria Scazzosi, una donna “qualsiasi” – che lavora ogni giorno, che ha una famiglia che ama e così via – ma si prodiga con tutto il cuore per la difesa degli animali e presta un attivissimo servizio volontario in un canile, nonché si occupa di adozioni e salvataggio dei randagi.

In realtà sono un gruppo di persone, i volontari del canile di Lecco e dell’Associazione Freccia45, che ringrazio pubblicamente per quello che fanno per loro, i nostri fratelli animali. Perché i santi e gli angeli non sono solo in cielo, sono anche fra noi.

  • Intervista al dottor Stefano Cagno, medico e psichiatra (su giornale generico, non animalista), sul tema della vivisezione.
  • Decreti e leggi sull’uso degli animali vivi per sperimentazione (leggi vivisezione: 12,1 milioni di animali usati ogni anno nei 25 stati membri dell’Europa, l’Italia è al quinto posto dopo Francia, UK, Germania, Grecia e non sono stati considerati gli animali geneticamente modificati e quelli usati per la didattica).
  • continua


    Minzolini go home!

    lupoAnche io, come tutte le persone che amano gli animali in Italia, chiedo a gran voce le dimissioni di Minzolini, direttore del TG1.

    Il motivo è semplice: il 26 il TG1 non ha menzionato assolutamente, voglio dire neanche una mezza parola, la prima manifestazione nazionale contro la vivisezione del giorno prima a Roma, che è andata benissimo.

    Ha preferito propinare un pippozzo stupido su come cambia la vita dei settantenni con la nascita di un figlio, che ci vuole il TG per immaginarlo, eh!

    Forse gli interessi delle farmaceutiche sono più importanti degli interessi degli animali e degli italiani (e siamo in tanti) che li amano e li rispettano – e in ultima analisi del pianeta, di tutti noi?

    continua


    Reminder: Prima manifestazione nazionale contro la vivisezione - Roma, 25 settembre 2010

    lupo arrabbiatoVolevo solo ricordarvi che domattina a Roma ci sarà la Prima manifestazione nazionale contro la vivisezione.

    Sono decine le persone che mi hanno scritto e che mi telefonano (vai a sapere come hanno il mio numero), allora lo ripeto e vi esorto, se siete a Roma o dintorni, a partecipare: anche se non amate gli animali è una questione di civilità, pura e semplice. E di fermare un’idiozia inutile e crudele come la sperimentazione animale.

    Quando? Domani, 25 settembre 2010
    Dove? Roma, Piazza della Repubblica, ore 15. (mappa)

    La civiltà di un popolo si misura nel modo in cui tratta i suoi animali (Gandhi).

    NB: Segnalo un libro che al tempo fece molto scalpore, tradotto in italiano: La figlia dell’Imperatrice: la grande fabbrica della malattia, di Hans Ruesch (1976). Sono usciti tanti altri libri più aggiornati dopo questo, ma il libro spiega bene (dicono) come funziona la macchina infernale della sperimentazione animale. Sic dicunt, dato che io non ho avuto mai il coraggio di leggerlo e non so se lo avrò mai.

    Prima manifestazione nazionale contro la vivisezione - Roma, 25 settembre 2010

    lupoCi sono poche parole per dirlo, per esprimere il dolore, il disgusto e anche la rabbia, sono sentimenti troppo forti per trovare le frasi adatte, ma per fortuna tutte le associazioni animaliste e moltissimi enti, canili e gattili e addirittura veterinari stanno aderendo alla Prima manifestazione nazionale contro la vivisezione.

    Quando? 25 settembre 2010

    Dove? Roma, Piazza della Repubblica, ore 15.

    Porto un esempio: il lager dei beagle a Montichiari, dove questi animali non vedono la luce del sole, non toccano erba, non respirano aria naturale. Capannoni in cui sono stipati 2500 individui in attesa di un destino atroce. Green Hill di Montichiari è l’unico allevamento di cani “da laboratorio” rimasto in Italia, uno dei più grandi d’Europa. Da Montichiari mensilmente 250 cuccioli di beagle vengono spediti verso l’inferno dei laboratori farmaceutici di tutta Europa, per il profitto di una multinazionale della sofferenza che gestisce questo lager, l’americana Marshall Farm Inc.

    Un articolo su Green Hill di Diretta News.it, un quotidiano “normale”, non animalista. Se siete delicati non leggetelo e non guardate la foto del povero beagle.

    continua


    Quegli animali al Parlamento Europeo

    contro la vivisezioneIl Parlamento Europeo ha approvato il testo finale per la Direttiva 86/609/CEE che regolamenta l’utilizzo degli animali per fini scientifici. Come se ci fosse da regolamentare, e quindi da approvare, la vivisezione! Che già il nome fa ribrezzo: sezionare da vivo.

    Le prove sugli animali, oltre a essere crudelissime, sono oltre tutto controproducenti, perchè inattendibili. Noi non reagiamo come un cane, un gatto, un topo (ma spesso peggio).

    Queste alcune delle nuove chicche, in pratica (questo il testo della Direttiva 86/609/CEE:

    Permessa la sperimentazione sui randagi cani e gatti.
    Permesso l’utilizzo di specie in via di estinzione, anche catturate in natura;
    Permessa la sperimentazione senza anestesia;
    Permesse le prove fisiche di sforzo fino alla morte (es. nuoto);
    Peremssa la soppressione per inalazione con l’utilizzo di anidride carbonica che provoca grave sofferenza;
    Permesso il “riutilizzo” degli stessi animali già torturati per un esperimento.

    Non ho parole, davvero. Alla faccia, anche, delle specie protette e tutte le buffonate che dicono i politici (occidentali) per la difesa del pianeta.

    Questa è la petizione che potete firmare e verrà inoltrata al Parlamento Europeo. Io l’ho già fatto, questione di un minuto. E voi che aspettate?

    Di seguito un video della LEAL, la lega contro la vivisezione.
    Non preoccupatevi, niente visioni orrende, non ne metto qui. Mi basta la lista degli Europarlamentari pro vivisezione che leggete di seguito: si vede che sulle porcherie in Italia ci si mette tutti d’accordo, destra, centro e “sinistra”!

    continua


    Avanti