Tag Archives: fashion

Enrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano: India, l’attivista Anna Hazare digiuna contro la corruzione

Il Fatto QuotidianoEnrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano. Perché in India c’è chi è disposto a morire per ripulire la classe politica dalla corruzione.

E la gente comune, gli studenti, i fashion designer e persino le star di Bollywood e di Tollywood sostengono la campagna.

continua


Vittoria per gli animali: la Stefanel dice no alle pellicce

cucciolo di focaDalla Campagna AIP Per la Liberazione Animale:

La dirigenza del Gruppo Stefanel ha deciso di adottare una politica “fur-free” per tutti marchi del gruppo in seguito ad un incontro avuto martedì 29 aprile con rappresentanti di Campagna AIP.
Tale politica implica la fine dell’uso di inserti di vero pelo, anche quelli considerati sottoprodotto della carne, per tutti i marchi del Gruppo: Stefanel, Hallhuber e Interfashion.

continua


Berlusconi e la stagista

La sera del 19 novembre 2008 il presidente del Consiglio, nella splendida cornice romana di Villa Madama, ha ricevuto i più bei nomi dell’imprenditoria del Paese, per una cena ufficiale tra il governo e le grandi firme del Made in Italy. Almeno una sessantina gli invitati, che il premier ha intrattenuto insieme a diversi ministri, da Letta a Tremonti, da Bondi a Fitto. Al suo tavolo da otto, al centro del salone, insieme a stilisti di spicco come Santo Versace e la moglie, Leonardo Ferragamo e la sorella Giovanna, Paolo Zegna e Laudomia Pucci, il Cavaliere ospitava “una splendida ragazza”, secondo il racconto di chi c’era. Capelli castano chiari, vestito in lamè. Molto giovane, molto avvenente, sconosciuta a tutti. Berlusconi, secondo la testimonianza di un industriale che ha partecipato all’evento, l’ha presentata ai commensali come “Noemi Letizia, figlia di carissimi amici di Napoli. Sta facendo uno stage – ha aggiunto il premier – ed è qui per conoscere i grandi protagonisti del mondo della moda” (da Repubblica).

Lui presidente del Consiglio, lei giovane stagista. Mutatis mutandis — lei era più vecchia, 22 anni — e lo dico senza alllusioni di sorta, vi ricorda qualcuno?

Noemi Letizia

Un Guru un po' speciale

guru's collection

…arredi per la casa, e poi aerei, elicotteri, barche, auto di lusso e viaggi in luoghi esotici. [...] Cambi e famiglia, secondo la Guardia di finanza di Bologna, erano arrivati a spendere due milioni per orologi di marca, 15 per serate di gala in discoteca o in locali alla moda, altri due per noleggiare Ferrari, Bentley o Porsche. In tutto 32 milioni, a cui ne vanno aggiunti altri 22 come compensi per consulenze che Cambi si faceva pagare dalla sua stessa azienda.

Così il Corriere della Sera sull’arresto di Matteo Cambi, il guru di Guru, che piace alla gente che piace. E continua oggi:

Matteo si compra un appartamento di 600 metri quadrati a Palazzo Carmi, un edificio del ’700 nel cuore di Parma, e ci mette dentro una beauty farm adornata di opere in bronzo raffiguranti il Buddha, decine di luci Swarovski che riproducono la costellazione dei Pesci, il suo segno zodiacale, un toro d’acciaio da un paio di quintali scolpito da Arturo Di Modica, l’autore del toro di bronzo da quattro tonnellate che sta davanti all’ingresso di Wall Street.

Questo simpatico re del kitsch, che avrà preso sì e no il diploma, ha fatto le cose un po’ troppo in grande. Dicono che il suo stile di vita abbia rotto le scatole a qualcuno, che si è detto “io ho studiato e ho lavorato tutta le vita onestamente e non ho una lira in tasca, lui nella sua ignoranza in pochi anni vive da nababbo: c’è qualcosa che non va” e ha chiamato la Guardia di Finanza.

Secondo me, questo è uno dei pochi casi in cui l’invidia non è una brutta cosa.

Quello mi stupisce sono io. Forse sono assolutamente out of fashion perché questa è la collezione Guru con la famosa margherita stampata su tutto. Ho visto una maglietta come quella in foto al mercato di viale Papiniano qui a Milano e non l’ho neanche comprata. Detto fra noi, mi sembrava la pubblicità dell’omonima carta igienica con la margherita.

Lapo Lapo... e se con Mara le Pari opportunità?

A Lapo Elkannn ho sempre tenuto. Sempre, davvero, e ci ho scritto su un bel po’, a cominciare dal fortunato primo questionario, il terzo e così via.

Sinceramente, credo che lui e il ministro Mara Carfagna dovrebbero mettersi giù insieme a disegnare un’adeguata politica per le Pari opportunità secondo sesso e censo.

Insieme sarebbero un duo perfetto. Uno se ne occupa da sempre per famiglia e per inclinazione, l’altra per professione. Lui ha grande esperienza e lei grande potere. Sono tutti e due carini. E almeno nessuno metterebbe in ombra l’altro.

Quindi non posso che segnalare l’intervista video che il nostro Lapo nazionale ha rilasciato a Blosfere style & fashion durante Pitti Uomo 74. E’ davvero interessante. E per lei questo post. Vedete se è il caso di invitare Lapo, che è un gentleman e alle pari opportunità ci crede, a fare lui un primo passo politico verso la signora. Sarebbe un duo favoloso.

WordCamp, 9 maggio 2008

WordCampInutile dire che domani si terrà il WordCamp all’Old Fashion Cafè (mappa), qui a Milano.

Saremo 1 + di 1000 perché usiamo quasi tutti WordPress e sarà un’occasione per incontrarsi e, perché no, ascoltare qualcosa di interessante.

E poi nello stesso locale ci sarà la cena (perfetta per chi ama la carne) seguita dalle danze in disco. Qui il Wiki con il menu e qui Paolo, che ha organizzato tutto. A sabato allora!

Italia-Germania (e domenica la finale, Italia-Francia!)

Dortmund: There may have been as much desperation as inspiration in Italy’s deserved win in the World Cup semifinal on Tuesday.

Così commenta The Hindu la semifinale Italia-Germania giocata lunedì nell’articolo “Italy’s late brace leaves Germany in a daze“.

Dicono che la nostra squadra è di stelle — vedremo domenica con la Francia:

Determination alone could not make the German players the equal of stars that Italy and others brought to the World Cup.

Una cosa è certa: in India i mondiali di calcio sono seguitissimi! Commentano anche sugli schemi.. (It’s 4-2-3-1 was particularly effective at releasing attackers on the flanks)