Tag Archives: eventi

Fotografi italiani per il Tibet (e Fosco Maraini)

continua


Il Re di Giorgio Prosperi - Roma, 4 - 12 ottobre 2011

Ricevo e faccio circolare con piacere l’invito a un’opera teatrale del regista Giorgio Prosperi, autore e sceneggiatore teatrale e televisivo (Rai Storia e Rai 2). Se siete appassionati di teatro o di storia è un appuntamento da non perdere.

L’opera si intitola “Il Re” e sarà rappresentata a Roma. E’ un dramma storico carico di valenze morali. Protagonista assoluto è il re Carlo Alberto di Carignano, colui che ebbe dai sui stessi sudditi l’appellativo non proprio lusinghiero di “re tentenna”.

La storia del “re tentenna” è esemplare e attuale e forse dovrebbe essere presa a esempio da molti nostri politici.

continua


Bananeira matched four: jazz e bossa a Milano

Questo jazz a Milano sa di bossa, questa bossa a Milano sa di jazz, perché venerdì 19 agosto al Museo Diocesiano si terrà uno spettacolo del Bananeira matched four. Questo il programma completo in pdf. Il quartetto italo brasiliano è formato da  Priscila Ribas - voce, Paulo Zannol - chitarra, Luca Garlaschelli - contrabbasso ed Edoardo Luparello - batteria.

continua


Libri e Mondadori su Rai1: ti piace vincere facile, eh?

Ieri mattina al Tg1 della trasmissione Uno mattina in famiglia hanno trasmesso uno speciale su un manifestazione, in una cittadina al mare di cui non ricordo il nome, sui libri ancora da scrivere.

Hanno intervistato solo un autore famoso che pubblica con la Mondadori. Poi hanno inquadrato il palco.

continua


India Gate, cinema indiano a Udine

Si terrà a febbraio la rassegna di cinema indiano India Gate a Udine. Sarà incentrata sul fotografo bengalese Subrata Mitra, uno dei più importanti direttori della fotografia del cinema indiano, che collaborò col grande regista Satyajit Ray dal 1955 al 1966.
Tutto il programma qui.

I nativi digitali e la conoscenza disseminata: mente, linguaggi e apprendimenti delle nuove generazioni

donna al computerVi ho già parlato del bellissimo incontro su Alda Merini organizzato dal Liceo Classico Stelluti di Fabriano, vero? E anche di quello su La politica della Cina e i Diritti umani dei tibetani.

Agli inizi di dicembre, per il terzo Seminario di psicologia, psicoanalisi ed educazione il liceo ha organizzato un incontro su Internet e i nuovi mezzi di comunicazione intitolato I nativi digitali e la conoscenza disseminata: mente, linguaggi e apprendimenti delle nuove generazioni.

continua


L'innovazione passa per il sanscrito: World Sanskrit Book Fair, Bangalore, 7-11 gennaio 2011

Gandhi che leggeGuru e pandit al settimo cielo. L’India si sta svegliando, con l’aumentato benessere sta definitivamente riscoprendo le sue radici culturali – perché a pancia vuota non si ragiona – e la sua identità più profonda. E vuole farle conoscere al mondo.

Se avete in mente un viaggio in India, dal 7 all’11 gennaio 2011 si terrà a Bangalore, splendida e moderna città del Karnataka, nella regione centro meridionale del paese, la prima fiera internazionale dei libri di sanscrito, una specie di Salone del libro dedicato al sanscrito come lingua e come medium: letteratura, matematica, astronomia, storia, ecc. e, ovviamente, lo studio della lingua e della linguistica.

continua


Lunedì il nuovo WikiLeaks sull'Iraq

civili in IraqWikileaks non funziona ancora (anche se potete entrare in chat) ma siamo tutti in fibrillazione da quando si è sparsa la notizia che lunedì 18 ottobre saranno pubblicati sul sito oltre 400.000 documenti segreti della guerra d’invasione statunitense dell’Iraq del 2003.

Conterrà anche relazioni sugli “incidenti” come gli attacchi contro le truppe di coalizione, contro le forze di sicurezza irachene e contro i civili o le infrastrutture del paese.

Spero che ci sia anche più documentazione sul fatto che Bush aveva pianificato di invadere l’Iraq nel gennaio del 2001, ben prima dell’attacco alle Torri Gemelle. Altro che conseguenza. Leggete infatti i vari documenti (in pdf), in cui si legge che gli attacchi dell’11 settembre 2001 non sono stati la ragione dell’invasione USA dell’Iraq, ma una distrazione dal vero scopo che era proprio quello della guerra in Iraq (e non per nobili motivi).

continua


Passi in pace a Roma, 14 novembre 2010 (meditazione camminata)

monaco buddhistaPassi in pace e passi di pace, perché quando si medita tutti insieme è impossibile poi farsi la guerra.

Per iniziativa dei discepoli del maestro Thich Nhat Hanh e con il sostegno della Rete Buddhista dell’Italia centro-meridionale si è ormai instaurata la tradizione di organizzare a Roma la manifestazione “Passi in Pace, camminata in consapevolezza”. Si tratta di una meditazione camminata, di cui ho già parlato, una pratica insegnata dal Buddha come rimedio alla confusione mentale che genera i conflitti interiori ed esteriori.

La meditazione camminata di quest’anno inizierà alle 11,00 di Domenica 14 novembre a Piazza San Marco (adiacente a Piazza Venezia), a Roma, e terminerà a Piazza Navona con un breve momento di meditazione. Per questo motivo siete tutti invitati a portare una piccola stuoia o comunque qualcosa su cui mettervi seduti per terra.

Cos’è la meditazione camminata? E’ una pratica zen e buddhista che sembra facile ma che in realtà non lo è: provate a guardare per soli

continua


Afghanistan, politica e giornalismo

Afghanistan warIeri intenzionalmente non ho parlato di Afghanistan e la questione dei documenti segreti di Wikileaks, benché del paese e delle questioni regionali ne parli spesso, per diversi motivi.

Il primo è che ho già riportato diverse volte alcune delle cose che si possono leggere nei 92.000 documenti utilizzati da ufficiali del Pentagono e dalle truppe e l’ho detto perché lo sapevo da fonti affidabili, persone che vanno in Afghanistan regolarmente, che in qualche caso conoscono le lingue e parlano da protagonisti della sicurezza, della politica e della gestione.

Inoltre, questi supposti segreti rivelati dai documenti di Wikileaks li conoscevano tutti, tutti quelli che si occupano di Afghanistan almeno. Mi chiedo infatti perché siano stati fatti trapelare ora, in questo momento politico dell’amministrazione Obama.

Che il Pakistan sostenesse delle organizzazioni come il gruppo islamico Lashkar-e-Taiba (LeT), cioè l’Esercito dei Giusti, che ha stretti legami con l’Afghanistan e Al Qaeda e cellule sparse in tutto il mondo, è fatto noto e dimostrato. Che questa guerra fosse inutile e dannosa e rischi di diventare una nuova invasione sovietica o, peggio, un nuovo Vietnam, lo dicevamo in molti.

continua


Avanti