Tag Archives: emergency

Immagini, poesia e musica per la libertà in Pakistan

Alzate il volume nel vostro computer e godetevi questa canzone e questo video con le immagini delle recenti manifestazioni in Pakistan. Immagini forti, immagini di un popolo che si è stancato del sistema militare imposto da Musharraf e che lo dimostra in piazza.

La gente insorge. Lo slogan è: Against Emergency, Insurgency! Guardate i poveri avvocati come sono stati malmenati in Pakistan — e non ditemi che qualcuno di voi ne ridacchia, fra sé e sé.

Il video è stato prodotto da una band del New Jersey di “Pakistani Americans”, che ha realizzato una versione rock di una delle poesie più famose di Faiz Ahmad Faiz (1911-1984), eminente poeta urdu, montata con immagini delle recenti manifestazioni.

Vi mando la traduzione italiana dell’amica Alessandra Consolaro, che ringrazio per la segnalazione del video:

Parla, che le tue labbra sono libere

Parla, che la lingua è ancora tua


Il tuo solido corpo è tuo

Parla, che la vita è ancora tua

Guarda: nella bottega del fabbro

Le fiamme sono alte, il ferro è incandescente

Si spalancano le bocche dei lucchetti

E ogni anello della catena si spezza

Parla, questo poco tempo è sufficiente

Prima che il corpo, la lingua muoia

Parla, che la verità è ancora viva

Parla: di’ ciò che si deve dire

continua


Gino Strada via dall'Afghanistan e nuovo esperimento nucleare in India

Indian pacifistChe dire di Emergency che se ne va dall’Afghanistan? A parte le varie spaccature, le discussioni fra partiti e così via, utilissime per chiarirsi le idee, per la crescita della democrazia, per capirci un po’ di più della nostra politica estera, ma assai inutili, o anche dannose, per un’organizzazione umanitaria. Secondo lo statuto Emergency è una ONG/ONLUS che ha per scopo il Life support for civilian war victims, quindi ha bisogno dei patti fra la diplomazia internazionale per agire, per operare, per interagire coi locali, e ha bisogno dei fondi. Ha bisogno di appoggi ufficiali sia all’interno del paese dove è nata che nei paesi dove opera.

E’ cominciato tutto ufficialmente intorno al 30 marzo 2007, quando Strada ha dichiarato a Repubblica che “Il governo italiano è responsabile di tutto ciò

continua