Tag Archives: colpo di stato

"La sinistra? Vada a morire ammazzata". Firmato: Brunetta

uomo che dormeBrunettaIl Ministro della Pubblica amministrazione e innovazione, Renato Brunetta, dal microfono del convegno del PdL a Cortina d’Ampezzo chiama la sinistra “elitaria e parassitaria” e la incoraggia: “Vada a morire ammazzata!”

Nelle foto, a sinistra un lavoratore di sinistra e a fianco l’astioso Brunetta: sarà tutta invidia la sua?

Immagini, poesia e musica per la libertà in Pakistan

Alzate il volume nel vostro computer e godetevi questa canzone e questo video con le immagini delle recenti manifestazioni in Pakistan. Immagini forti, immagini di un popolo che si è stancato del sistema militare imposto da Musharraf e che lo dimostra in piazza.

La gente insorge. Lo slogan è: Against Emergency, Insurgency! Guardate i poveri avvocati come sono stati malmenati in Pakistan — e non ditemi che qualcuno di voi ne ridacchia, fra sé e sé.

Il video è stato prodotto da una band del New Jersey di “Pakistani Americans”, che ha realizzato una versione rock di una delle poesie più famose di Faiz Ahmad Faiz (1911-1984), eminente poeta urdu, montata con immagini delle recenti manifestazioni.

Vi mando la traduzione italiana dell’amica Alessandra Consolaro, che ringrazio per la segnalazione del video:

Parla, che le tue labbra sono libere

Parla, che la lingua è ancora tua


Il tuo solido corpo è tuo

Parla, che la vita è ancora tua

Guarda: nella bottega del fabbro

Le fiamme sono alte, il ferro è incandescente

Si spalancano le bocche dei lucchetti

E ogni anello della catena si spezza

Parla, questo poco tempo è sufficiente

Prima che il corpo, la lingua muoia

Parla, che la verità è ancora viva

Parla: di’ ciò che si deve dire

continua


TIM offerta Tutto Relax Internet e Telecom: Italia batte Nepal 5-0 - parte IV

Siamo nettamente superiori al Nepal: Aghost nel commento al post sulla TIM I (perchè ho scritto quel post e altri due, dove ho raccontato del guadagno secondario e dell’accredito del mal tolto) ci dice che, facendo delle prove con dei telefoni senza rispondere, si è attivata la segreteria TIM del telefono ricevente, che però era libero, e gli hanno addebitato 20 cent.

400 delle vecchie lirette, moltiplichiamo questi trucchetti per milioni di utenti e fanno miliardi rubati. Chi controlla l’esattezza degli addebiti?

1) Premesso che anni fa la cosa era successa diverse volte anche a me sul fisso della Telecom (così quando ascoltavo la mia segreteria, che si attivava automaticamente da sola dopo il primo squillo, pagavo lo scatto e il tempo).

2) Premesso che dallo stesso telefono mi hanno addebitato anche telefonate a Bari, a Ivrea e persino in Thailandia, tre posti dove non solo non ho mai telefonato in vita mia, ma sono mai andata e non conosco nessuno.

continua


Gyanendra e Internet: libertà in Nepal? Però con Bush..

George BushInternational Nepal Solidarity Network, un blog democratico, è stato sbloccato. Come ci dice la Federation of Nepalese Journalists. In Nepal era mirrorato dal luglio 1995 e proabilmente, come altri siti bloccati dal colpo di stato del re e l’esercito del 1° febbraio 2005, era ospitato su un server indiano o thailandese.

Re Gyanendra Bir Bikram Dev Shah aveva anche fatto chiudere le due maggiori agenzie di notizie del paese e aveva sostituito la Commissione Asiatica per i Diritti Umani in Asia con sede a Kathmandu con una nominata da lui! Ora la sede centrale asiatica di base a Hong Kong è un po’ arrabbiata e reclama a gran voce, guarda un po’, che il re venga detronizzato: che la Monarchia costituzionale si trasformi, insomma, in Repubblica parlamentare.

continua


Gyanendra ristabilisce la Camera Bassa del Parlamento in Nepal!

Re GyanendraQuesto è il testo del discorso che Re Gyanendra Bir Bikram Shah Dev ha pronunciato il 25 aprile, cioè oggi, qualche ora fa. In sunto: ristabilisce la Camera Bassa del Parlamento per venerdì 28 alle ore 13 a Sansad Bhawan, Singha Durbar, in Kathmandu. Sopra è come appariva il re in televisione.
Lo aveva sciolto il 22 maggio 2002 e si era arrogato poteri quasi assoluti col colpo di stato del 1 febbraio 2005.

April 25, 2006 02:40 IST

Beloved Countrymen,

Convinced that the source of State Authority and Sovereignty of the Kingdom of Nepal is inherent in the people of Nepal and cognizant of the spirit of the ongoing people’s movement as well as to resolve the on-going violent conflict and other problems facing the country according to the roadmap of the agitating Seven Party Alliance, we, through this Proclamation, reinstate the House of Representatives, which was dissolved on 22 May 2002, on the advice of the then prime minister in accordance with the Constitution of the Kingdom of Nepal-1990.

continua


Gyanendra cede il potere al popolo del Nepal!

Sarà vero? Il Re Gyanendra Bir Bikram Shah Dev ha dichiarato di voler ridare il poter al popolo. Purtroppo United We Blog!, il blog dei partiti democratici nepalesi, non è aggiornato, ma sembra che il re voglia rimettere il potere nelle mani del popolo, dopo giorni e giorni di coprifuoco giorno e notte a Kathmandu e una vera insurrezione popolare in tutto il paese, nonostante le morti, le sparizioni e gli abusi dei diritti civili, che si sono intensificati negli ultimi mesi. Specialmente da quando ha dichiarato che vuole indire di nuovo le elezioni, agli inizi di aprile, nonostante il suo colpo di stato del 1 febbraio 2005.
Ma sarà vero? Neanche il popolo nepalese ci crede tanto: e i disordini e i rally di protesta continuano…