Tag Archives: calderoli

Chimicamente inoffensivi

Islamic feminismNon credevo assolutamente di poter essere d’accordo su Calderoli su qualcosa, e invece lo sono. In linea generale, non ho pensato molto a tutti i risvolti in tema di libertà civili e di diritti umani, ma così di primo acchito sono d’accordo. Anche se mi dispiace molto. Infatti sono d’accordo con la castrazione chimica (e anche fisica, perché no), purché volontaria, non obbligatoria. Obbligatoria invece per chi commette crimini sessuali particolarmente efferati ed è recidivo.

E questo per due motivi: perché chi commette certi atti, una volta scontata la pena, li commetterà di nuovo, ed è provato (non è che si cambiano gusti sessuali solo perché sei stato in carcere, anzi), e perché pagare perché tanti delinquenti stiano in prigione (una prigione vivibile e degna, con i corsi per il recupero, una bella palestra e così via) per un lunghissimo periodo di anni non mi sembra giusto.

Io devo pagare per uno che ha violentato la figlia o il figlio minore? E perché? O per chi ha abusato di una donna o di una persona disabile? E perché? Ovviamente la castrazione chimica dovrebbe essere una misura estrema che si aggiunge a degli anni adeguati di carcere, almeno per rispetto della vittima. E la situazione andrebbe monitorata costantemente, a vita, non è che un criminale fa la “cura” per un annetto e poi via, smette e tutto ricomincia come prima.

continua


E' Veltroni che dice bugie o le dice Berlusconi?

Italian flagMentre secondo Reporters Sans Frontieres in un anno l’Italia è scesa dal trentacinquesimo al quarantaduesimo posto per la libertà di stampa, sulla manifestazione di sabato ci sono ancora pareri contrastanti sia nei nostri media, sia sulla stampa internazionale.

Veltroni dice che è stata un grande successo e le immagini dall’alto del TG1 mostravano una piazza gremitissima. Sembravano le folle oceaniche del Ventennio. Al TG2 dicevano che però il Circo Massimo, senza contare il palco e gremito all’inverosimile, può contenere non più di 300.000 persone.

Veltroni ha dichiarato che è stata la piu’ grande manifestazione di un partito che si sia svolta da molti anni a questa parte in Italia. Berlusconi, Calderoli e Gasparri hanno dichiarato che è stata un flop: questo paese ha un’opposizione assolutamente antidemocratica, che non ha un séguito popolare.

Veltroni insiste sul carattere pacifico e ordinato della manifestazione, Berlusconi dichiara che non si può dialogare con questa opposizione bugiarda e guerrafondaia. E intanto si permette a Cossiga di dire nefandezze come quelle di venerdì scorso: ché Di Pietro ha ragione e io l’ho già detto, o è tocco o è delinquente. E’ un vero e proprio inno alla violenza di Stato, e pensare che è stato un nostro presidente della Repubblica.

continua


Quel bonzo di Calderoli

CalderoliSono assolutamente d’accordo con la reintroduzione dell’ICI. Ieri il vice-presidente del Senato Calderoli ha dichiarato:

Piuttosto che reintrodurre l’Ici mi brucio davanti al Quirinale!

Che dire? Per il suo bene pagherei volentieri quei 200 o 300 euro all’anno.

Tanto a morire, come insegna il Buddhismo, è solo il corpo, e non è che il ministro di corpo sia un bijoux eh!

Ma così gli liberiamo l’anima e ci liberiamo di lui. Come si dice, due piccioni con una fava.

Ombre cinesi, il kit sicurezza in regalo da Maroni

SupermanIl ministro dell’Interno Maroni ha già firmato il decreto che concede superpoteri ai sindaci, che diventano come degli sceriffi in città.

A me sembra che con questa storia della sicurezza e dell’insicurezza stiano passando cose molto gravi per il futuro di un paese, e in specie per l’innovazione, come i tagli al budget per la ricerca previsti dalla nuova finanziaria (di cui hanno parlato pochissimo tutti i giornali ma che le università conoscono bene). Come se tutto questo parlare e fare decreti per la sicurezza fosse un’ombra cinese che ti fa sembrare una cosa per nascondertene un’altra.

Proiettano le nostre paure sul muro per nascondere i giochi di mano, come verranno usati i soldi pubblici. Sarà un omaggio alla location delle Olimpiadi, non so.

Oltre tutto mi chiedo cosa farà di questo superpotere un giullare come Sgarbi, per esempio, che da giugno è sindaco di Salemi (in Sicilia), che non ha mai perso l’occasione per usare la politica come un suo palcoscenico privato, come fosse un professionista del cabaret.

Anzi, quasi quasi glielo chiedo nel suo spazio ufficiale su Myspace.

E a proposito di ombre cinesi, quel burlone di Calderoli, per sostenere la sua tesi sul federalismo, in una lettera ha attribuito un Nobel per l’Economia a un certo Wuhan. Però non esiste nessun premio Nobel con questo nome! Ombra cinese o crassa ignoranza?

FriendFeed a fine luglio a Milano vs l'opera buffa di Bossi

CalderoliSarà che sono un po’ stanca, alle ultime battute della revisione del mio libro sulla politica culturale in Asia da Mussolini ad Andreotti, con i sogni deliranti del Duce in India e il carteggio originale che mi ha dato il senatore (e poi c’è ancora il regesto, le foto, la bibliografia ecc.).

Sarà che ho una pila alta di libri da studiare sul comodino, purtroppo tutti intelligentissimi e pesantissimi.

Sarà che di programmi e social network da imparare ne esce ogni giorno uno, e quasi tutti interessanti e complicati.

Sarà che di tempo ne ho pochissimo e quello che mi avanza lo uso per fare cose strambe (secondo qualcuno) tipo andare al cinema all’aperto, fare una passeggiata al parco, chiacchierare con amici (dal vivo) o addirittura andare dal parrucchiere (forza mia cara!).

Insomma, ho aperto FriendFeed perché ero curiosa, ho visto che era difficilotto e che bisognava applicarcisi un po’ e, dopo aver messo da parte Plurk, ho messo allegramente da parte anche FriendFeed. Delle volte mi sento un dinosauro del computer, uso sempre e solo le cose che mi servono e faccio una fatica immensa a impararne di nuove. Lo faccio solo quando so che mi sono di effettiva utilità e invidio un po’ quelli che provano, sperimentano e gironzolano fra programmi, siti e blog.

Mi spiace ma non ho tempo di imparare e al momento non ho neanche troppa voglia. Mi diverte di più, se non fosse che a tratti mi fa infuriare, seguire le farneticazioni di un ministro (forse) illegale come Bossi, pingue, vivo e onorato

continua


Berlusconi si è liberato

CiarrapicoBerlusconi giorni fa dice di volere come vice Calderoli, che ora invece diventerebbe “solo” ministro delle Riforme con Bossi come vice. Ieri non partecipa alle celebrazioni della Festa della Liberazione ma in compenso incontra Giuseppe Ciarrapico, che si dichiara ancora fascista e che ha un curriculum di tutto rispetto (vedi sotto).

E Berlusconi dichiara di volere la pacificazione per l’Italia!

A me sembra che ieri si sia liberato da qualsiasi buon senso, buon gusto e, soprattutto, dal valore immenso, storico e sociale, che la Liberazione ha per tutte le forze democratiche: forze di centro, comunisti, conservatori non fascisti, democristiani, socialisti, badogliani e così via, tutti combatterono la liberazione dal fascismo e dal nazismo, tutti combatterono per la democrazia, tutti combatterono anche per lui.

Dell’incontro Berlusconi-Ciarrapico parlano diversi giornali, riporto il fatto da uno di quelli che credo non schierato e un po’ distante da noi, il Corriere canadese.

Oltre alla presa in giro di tutti noi italiani da parte del futuro premier Berlusconi, ma dico io, possibile che ogni cosa buona in questa corrotta Italia, ogni cosa che dovrebbe unire come la Liberazione, che è una festa di tutti, deve diventare motivo di insulti politici, di liti e di polemica? Capisco un po’ meglio come, in piccolo, Blogbabel abbia scatenato tante cattiverie, tante offese e tante polemiche.

Ed ora un piccolo stralcio del curriculum di Ciarrapico, uno che secondo la Corte di Cassazione ha fatto lavorare i bambini illegalmente e così via: 34 anni di chicche (dalla prima condanna confermata in Cassazione). L’ho preso da Wikipedia e quindi è da prendersi col beneficio di verifica, ma credo che sostanzialmente sia veritiero. Troppo pericoloso, oltre tutto, lanciare accuse campate in aria a un personaggio così, senza avere sentenze definitive. Ah, dimenticavo: ovviamente è Berlusconi che gli ha offerto la candidatura come senatore.

continua


Se chi si spoglia su Youtube

paola binettiNon facciamo scherzi ché già la settimana non è cominciata al meglio. Penso all’ultima moda della Naked Vlog Campaign, quelli che si spogliano su Youtube.

Va bene, qui c’è la sosia di Hillary Clinton (in meglio). Qui Obama (stile SL) e Marilyn Monroe (che canta Happy Birthday Mr. President, la canzone più sexy della storia).

Ma che succederà quando sarà il turno di Calderoli? O dell’on. Binetti?

Quando la settimana comincia un po' così

maialeIn primis, mentre facevo colazione, ho sentito su Radio 2 (come ogni mattina) che Calderoli sarà vice premier. Ovviamente pensavo che fosse uno scherzo di quei magnifici burloni del Ruggito del coniglio, ho guardato il computer di casa e invece no.

E questo è il patto sociale? Mettere come vicepremier uno che provoca ad hoc delle componenti sociali di questo paese e tutte le persone democratiche (tutti quelli che credono nella libertà di culto), mettendo la maglietta con la caricatura di Maometto e poi proponendo di far pascolare un povero maiale su di un luogo destinato alla moschea? Che fa questo genere di dichiarazioni? E’ questo il meglio che la Lega può dare al paese?

Poi, mentre facevo la mia ginnastica quotidiana, pensavo che domattina come al solito verrà la fisioterapista. Mi sentivo tutta girata e infastidita, e sì che mi piaceva. Poi mi sono ricordata che l’altra volta mi ha detto con un largo sorriso:

Perché vede, lei è come i calciatori, fuori tutti belli ma dentro il corpo è fradicio.

E così, ridendo e scherzando, inizio questa settimana.

Anche per i politici test attitudinali e perizie mediche?

CalderoliLeggo or ora che l’on. Giuseppe Gargani del PdL, presidente della Commissione Giuridica al Parlamento Europeo, avrebbe detto che i giudici saranno sottoposti, durante il concorso da magistrato e poi ogni 5 anni, a test psicologici attitudinali. Berlusconi parlerebbe addirittura di perizie mediche.

Premesso che alcuni giudici ne avrebbero bisogno per molte e buone ragioni, basta leggere alcune sentenze di Cassazione, e che mi pare un contentino a Gargani per averlo silurato come candidato alla guida della Regione Campania, pochi giorni fa, mi chiedo quando sottoporranno a perizia medica e test psicologici attitudinali i nostri politici.

In pratica, senza fare nomi: che direbbe il test di Calderoli, per esempio, visto gli scherzetti che ha fatto, che è affetto dalla Sindrome di Peter Pan?

Calderoli contro Walter

Calderoli è sdegnato contro Walter, scandalizzato. Come osa?

E che noi che dovremmo dire allora, lui come ha fatto a mettere la maglietta e a fare questo e dire questo e questo?

Avanti