Tag Archives: brescia

Animali e diritti, altrimenti ci arrabbiamo

Enrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano perché sapete tutti quanto mi stiano a cuore le cause dei nostri fratelli, gli animali.

Si tratta di una campagna per fare pressing sulla XIV Commissione del Senato che sta discutendo se eliminare o meno l’emendamento, passato il 1° febbraio alla Camera, sulle norme che limitano la vivisezione. Obiettivo: chiudere l’allevamento di Montichiari che alleva cani beagle per la sperimentazione e vietare l’allevamento di cani, gatti e primati per lo stesso scopo. Ora qualcosa si può fare. Se no ci arrabbiamo davvero! (In foto, la piccola Lili)

continua


Cacciare i cacciatori

uccellino

Non è che scriva sempre di politica e Asia come qui. Spesso parlo di qualcosa che mi fa imbufalire, come questa.

Oggi passavo davanti alla Rinascente e sotto i portici c’era un omino che vendeva richiami per uccellini. Un altro omino si è fermato e ne ha presi 10, di diversi tipi di uccello, e mi è parso di capire alcuni per maschi e altri per femmine.

continua


Buona caccia a tutti i cacciatori!

gufoDomattina alle 10 ci sarà la manifestazione contro la legge sulla caccia in deroga e sui richiami vivi.

Dove? Milano, Consiglio Regionale Grattacielo Pirelli (Piazza Duca d’Aosta). In pratica, sotto al Pirellone.

Attenzione perché lì accanto, in Via Fabio Filzi,

continua


L'intervista che mancava: Mohammed Hafiz Saed, il jihad in Italia e la guerra nucleare India-Pakistan

Hafiz Muhammad SaeedCi sono servizi giornalistici di cui si potrebbe tranquillamente fare a meno, con grande risparmio di soldi e carta, e servizi indispensabili.

Leggete sull’ultimo numero di L’Espresso quello che dice a Francesca Marino il pakistano Hafiz Muhammad Saeed, professore al dipartimento di Studi islamici all’università di Lahore, fondatore dell’organizzazione umanitaria Jama’at-ud-Da’wah, considerata una copertura per il gruppo militante islamico Lashkar-e-Taiba (LeT), cioè l’Esercito dei Giusti. Il LeT ha stretti legami con Al Qaeda e cellule sparse in tutto il mondo, sembra anche a Brescia.

continua


Ma noi con l'Islam siamo in guerra?

Si riapre la polemica con le comunità islamiche e con le forze progressiste. A dicembre infatti nel comune di Trenzano, circa 5000 abitanti nella bassa bresciana, il sindaco di centrodestra, Andrea Bianchi, ha bandito «l’uso delle lingue straniere durante i raduni di circoli e associazioni locali».

La giunta comunale ha approvato il provvedimento proprio poche settimane dopo l’inaugurazione di un’associazione islamica di integrazione culturale, definizione ridondante per indicare un piccolo circolo di immigrati marocchini.

Il comune di Castel Mella poi, sempre in provincia di Brescia, con una delibera ha escluso i ragazzi stranieri meritevoli dalle borse di studio comunali.

La lingua, si sa, è il medium della cultura di un popolo – e, viceversa, la cultura, almeno quella ufficiale, si esprime anche e soprattutto attraverso la lingua. E’ evidente quindi che il provvedimento dei ridenti comuni bresciani miri non solo a proibire l’uso della lingua araba nelle riunioni pubbliche, ma anche a esprimere pubblicamente la cultura araba – e non solo.

continua


Il tesoro celeste: l'arte tibetana della medicina, Brescia, 13-29 marzo 2009

locandina bresciaOggi alle 6 l’inaugurazione, a Brescia, di una mostra sulla medicina tibetana, a cura dell’associazione Asia Onlus e dell’Associazione culturale Comunità Dzog chen Brescia.

Andate a visitarla, la medicina tradizionale tibetana è una scienza che, specie nelle diagnosi, ha quasi del prodigioso. lo posso testimoniare.

Il tesoro celeste – L’arte tibetana della medicina
Dove: Brescia, Sala SS. Filippo e Giacomo, Via delle battaglie, 61
Quando: 13-29 marzo 2009

La legge del contrappasso

L’ex sindaco di Rovato Roberto Manenti, espulso dalla Lega nord nel 1999 e fautore di una campagna contro la prostituzione e contro la clandestinità, è stato condannato in primo grado per stupro di gruppo, avvenuto proprio nel 1999, accusato da una prostituta rumena:

Il gup di Verona ha condannato ieri l’ormai ex primo cittadino di Rovato, grosso centro del Bresciano, per una serie di brutali violenze di gruppo ai danni di una giovane lucciola romena, strappata ai suoi aguzzini durante una operazione contro il racket del sesso sul lago di Garda quasi dieci anni fa. [...]

L’ex sindaco aveva anticipato a modo suo la stagione delle ordinanze «creative», proibendo ad esempio ai musulmani di avvicinarsi alle chiese, stabilendo multe per chi esercitava la prostituzione sul territorio comunale di Rovato o intitolando una piazza ai caduti della Rsi.

Nel 2007 sarebbe dovuto diventare assessore alla Sicurezza di Rovato.

La condanna consiste in sei anni e otto mesi di reclusione e l’interdizione dai pubblici uffici. Almeno non riciccerà più.

No problem, il presepio è già pronto

Berlusconi nel PresepePare che Renato Brunetta, che ha dato dei fannulloni agli italiani, nel lavoro abbia preso diverse scorciatoie.

Pare che Mara Carfagna, ministro per le Pari Opportunità, di opportunità per diventare ministro ne abbia sfruttata una in particolare.

Pare che Mariastella Gelmini, il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca che tuona per una scuola e un’università meritocratica, pur essendosi laureata a Brescia abbia superato l’esame di stato per diventare avvocato a Reggio Calabria perché lì è molto più facile che a Milano.

Mi sembra che questi personaggi siano come il bue del presepio che dice cornuto all’asino. Dove l’asino è il popolo italiano che li ha indirettamente eletti.

(nella foto Berlusconi figurina del presepio)

Amici e sogni

dream yogaMi spiace un po’ ma questi giorni non ho molto tempo per scrivere, non ho tempo per addobbare la casa, albero e il resto, farò solo il Presepe (stasera!): adoro le feste ma sto sempre a fare un certo lavoretto prima che la proprietaria della casa editrice mi faccia fuori per sempre (eheh non ci sperate..:)). Però quest’anno ho avuto una bella sopresa, è venuto a trovarmi un amico che non vedevo dal 2004, vecchio amico ed ex studente — ma cresciutello, perché negli USA quando uno vuole fare una cosa la fa anche quando da noi sarebbe assolutamente fuori tempo massimo. Sta con me 18 giorni, tutte le vacanze. Lo sognavo da tanto e così ora mi sembra che sia stato sempre qui, che non siamo mai stati lontani.

Ci conosciamo da 15 anni e siamo diventati amici quasi da subito. Non speravo più che venisse in Italia e per me la sua visita è un bellissimo regalo di Natale. Non so per lui perché lo lascio sempre solo — e lui è come me, un animale molto sociale — però erano ben 11 anni che lo aspettavo.

Con lui l’altra sera sono andata alla cena di Brescia organizzata da Tiziano. Molto carina. Lì ho conosciuto Luigina e un po’ di altre persone; ma soprattutto ho rivisto Felter. Con lui e una sua amica bionda abbiamo parlato di Second Life. Lei mi stava convincendo che Second Life è una cosa seria, non è solo un gioco. Come se uno ribadisse che i sogni sono veri! Certo che sono veri, lo sanno tutti che sono veri e sono quelli che guidano la nostra vita reale.

Senza sogni non ci sarebbero scienza e scienziati che vanno alla ricerca, artisti che hanno un’immagine o una musica in mente, mamme in attesa che fanno tutto a scatola chiusa, padroni che si vedono nell’aldilà con i propri fratelli animali, restauratori che vedono già prima la bellezza del pezzo pulito, giornalisti che si immaginano con il Pulitzer in mano, docenti che pensano che gli studenti li rispettino, cuochi che aspettano di togliere dal forno il soufflé, programmatori che hanno in mente il codice, insomma, tutta una categoria di persone che senza sogni non funzionerebbe. Senza contare poeti, letterati e scrittori di varia fatta. Sono tutti sognatori di un futuro che stanno creando con le proprie mani, voci, orecchie, mente, corpi e, soprattutto, anime — tutti insieme, in un rapporto di interdipendenza molto libero. Siamo tutti sognatori e visionari perché chi costruisce sogna.

Che poi sia su Second Life o, come era un tempo, IRC, oppure sia davanti a una botte immaginando il vino che ne verrà fuori dopo un po’ di mesi, che differenza fa? C’è solo una cosa, credo, molto diversa: su Second Life c’è la leggerezza di non avere un corpo reale ma di averlo virtuale, esattamente come uno vuole. Anche un’anima. Finalmente io sarei la party girl che sento di essere, sotto mentite spoglie!

Ma la cosa che mi ha divertito è che Granieri, Torriero e Sofi, insieme agli occasionali, si incontrano sulla terra di Granieri, se ho capito bene, e tengono delle piccole conferenze. Una cosa molto carina perché aggiunge a quello che sono e fanno anche nell’altra vita l’elemento ludico. Mi è piaciuto molto.

Tutto diverso invece l’ambiente serioso dei geek di Stacktrace. Ieri uno di loro

continua


Concerto di Patty Smith nelle chiese di Portoferraio, Prato, Brescia e Milano

Patty SmithCarlo, un mio amico restauratore che ha un blog stupendo, mi ha appena segnalato che Patty Smith si esibirà in concerto gratuito a Milano il 19 dicembre nella Basilica di San Vittore.

Il 16 dicembre sara’ nel Duomo di Portoferraio all’Isola d’Elba, il 17 nella Chiesa di San Francesco a Prato, il 18 nella Chiesa di San Nazzaro e Celso a Brescia. Assolutamente da andare!