Tag Archives: blogger

"E' tempo di lasciare l'Islam": guerra contro The New York Times per la libertà di stampa e di religione

Un caso di libertà di stampa e di religione scoppiato inizialmente fra una blogger (dicono in cerca di notorietà e forse di una poltrona al Congresso – Grillo docet) e The New York Times, che poi ha coinvolto l’Autorità dei Trasporti pubblici di Manhattan e i giudici e si è allargato alle minoranze religiose americane. Una polemica virale diventata caso nazionale.

Gli antefatti. Lo scorso marzo The New York Times ha pubblicato uno spazio pubblicitario comprato dal gruppo ateista Freedom From Religion Foundation (Fondazione per la Libertà dalla Religione). Il titolo: E’ tempo di considerare di lasciare la Chiesa cattolica“. Che poi è stato ripubblicato dallo Washington Post, senza adolcire il titolo, come: “E’ tempo di lasciare la Chiesa cattolica“.

continua


Stati Uniti, Gesù approverebbe la riforma sanitaria di Obama?

Non è uno scherzo, è una domanda seria che si fa un certo John Blake sul famoso blog multi-autore della CNN “Fede”. Blake non è un giornalista, è un piccolo editore di libri online di Londra che sta diventando famoso per i suoi testi seri su questi temi “alti” come il cristianesimo e la riforma sanitaria di Obama.

continua


Chiuso per ferie

donna sulla spiaggiaMiei cari, oggi partirò per pochi giorni. Sono tutte le mie vacanze, in pratica è un normale weekend feriale, quindi non me ne abbiate se lascerò il computer, spegnerò il cellulare, non comprerò neanche un giornale e non guarderò la televisione né ascolterò la radio.

continua


E mo' basta (administrivia)

Enrica GarzilliLeggevo il blog di Lia, sempre bello, sempre personale, sempre sincero, e mi stupivo di quante persone circolino anche lì sempre pronte a imbracciare il fucile per qualsiasi cosa tu dica, qualsiasi opinione tu esprima, anche moderata, anche ben articolata, solo perché è la tua opinione. Che peraltro sono libera di esprimere, a casa mia.

continua


Orientalia

Giorni fa mi chiedevo perché non avessi più la valanga di commenti che caratterizzavano questo blog. Discussioni anche vivaci, note a margine, suggerimenti e così via. Era bello, anche se portava via tempo.

Poi alcuni utenti, attenti lettori e lettrici, a varie riprese mi hanno domandato perché questo blog fosse diventato “così serio”. Serio il layout, seri gli argomenti, serie le risposte, serio tutto insomma.

continua


Sohaib Athar blogga il blitz in Pakistan con Twitter

Sohaib AtharLasciate in pace Abbottabad, Osama e Obama.

Le rivolte tibetane o in Cina riprese con i cellulari. Il blitz segretissimo contro Osama bin Laden messo su Twitter in tempo reale. Non c’è più un angolo del mondo segreto e al riparo da occhi e orecchie indiscreti.

continua


Il Fatto Quotidiano: Il multiculturalismo funziona ancora?

Giorni fa vedo un ragazzo magrebino fare pipì sul muro di un palazzo vicino casa. Mi sono un po’ scaldata, lo ammetto, gli ho urlato che faceva schifo e che queste cose non si fanno. Lui mi minaccia ma era ubriaco, neanche si reggeva in piedi. Cerca di venirmi addosso, mi scanso e lui cade – e chi s’è visto s’è visto. La cosa finisce lì.

Una sciura per strada – che si era guardata bene dall’intervenire, ovviamente – mi dice con tono sapiente: “non bisogna dire niente a questi qui perché è pericoloso. E comunque a casa loro lo fanno, quindi…“. (continua)

La secessione del Sudan e la Cina su Il Fatto Quotidiano

Mentre faccio una piccola lista dei suggerimenti per questo blog, scrivo. Anzi, in questo caso ho già scritto. Il 28 gennaio sera ho pubblicato il mio primo articolo Sudan, dopo il referendum sulla secessione probabile la nascita di uno Stato del sud sugli Esteri de Il Fatto Quotidiano. Che si aggiunge al blog, che va molto a rilento – ma non si può fare tutto: ora sto rivedendo la traduzione sanscrita di un lavoro che aspetta di essere pubblicato dal 2003 e, prima che l’impegnatissimo curatore del libro rimandi tutto un’altra volta, glielo voglio ridare.

continua


Suggerimenti per Orientalia: nuovo vestito e nuovo nome

Miei cari, come alcuni di voi hanno già notato ho cambiato il layout di Orientalia4All. E ho accorciato il nome, almeno per adesso. Il nome è un po’ l’identità del blog e dell’autore, quindi ci ho pensato molto.  Era da un paio di anni invece che avrei voluto cambiare il layout ma, ovviamente, mi devo affidare ad altri.

Ci sono ancora molte cose da sistemare, per esempio le categorie,  la barra in alto e così via, ma a me la nuova veste grafica piace davvero molto. La trovo elegante ed essenziale. Tutto merito del mago Fabio Cabula di Liquida, che ringrazio tantissimo e, per la parte di programmazione, di Ludovico.

continua


Obama, Hu Jintao e i piatti cinesi su Il Fatto Quotidiano

Enrica GarzilliIeri sera, con otto ore di ritardo dopo aver mandato il testo (che dicevo dell’efficienza?), Enrica Garzilli ha pubblicato un nuovo articolo su Il Fatto Quotidiano.

Parla della visita del presidente cinese a Obama e delle questioni sul piatto fra USA e Cina.

E anche dei 16.000 piatti e pezzi di porcellana che verranno usati

continua


Avanti