Tag Archives: berlusconi

Storie di basso impero a casa Berlusconi

Barbara MonterealeEsilarante intervista alla 23enne Barbara Montereale (foto a lato) che, a fronte della sua casta amicizia con Berlusconi, dal quale andava insieme a giovani ragazze escort, viene iniziata alla carriera politica. Purtroppo, i posti da ministro erano già tutti occupati.

Lei è mai stata invitata a presentarsi alle elezioni con il centro-destra?
Sì, alle ultime elezioni ero candidata alle comunali nella circoscrizione Madonnella a Bari con la lista “La Puglia prima di tutto”. Ho preso 91 voti.

Da notare il ruolo che aveva una delle signore presenti, Patrizia D’Addario:

Chi le ha offerto la candidatura?
Patrizia.

Per intenderci, la signora Patrizia è quella che avrebbe fatto molta compagnia al premier e che ha deciso di svelare le presunte marachelle del suo benefattore.

Così su Internet mi diventi cieco

Proprio mentre pensavo, alla Bossi, a festini nella villa del Cavaliere fra i prigionieri di Guantanamo e le sue giovani e procaci amiche (pagate?), che poi sarebbe un bel modo di impegarle in servizi socialmente utili — nonché sono certa che i maschietti parlerebbero di più che a Guantanamo, ché la carota funziona più del bastone e della scossa elettrica — sentivo per radio di uno studio italiano fresco fresco, assolutamente rivoluzionario, che dice che i siti porno su Internet causano dipendenza.

Fra poco, mi pare a Rimini, apriranno una clinica per disintossicarsi dall’uso di Internet per fare sesso. Pare addirittura che i ragazzini (e i maschi adulti) passino le ore a guardare le immagini e a chattare con le signorine del mestiere, e questo porti a un’irrefrenabile coazione a ripetere.

continua


Beppe Grillo al Parlamento: "993 amici, avvocati e qualche zoccola"

Un’altra lettera strappalacrime di Veronica Lario al Corriere della Sera. Comincio a pensare che il suo attacco al marito, prima delle elezioni, fosse davvero una trovata elettorale. In compenso mi sono goduta il discorso di Beppe Grillo, anche se non sono d’accordo con tutto. Anche lui ha rotto le scatole, ma in modo costruttivo.

In Italia abbiamo comici seri, ministri clown, mogli di ministri piagnone. E un Parlamento che, come ha detto Grillo ieri, è fatto di “993 amici, avvocati e scusate il termine, qualche zoccola”: finalmente qualcuno che glielo dice in faccia, nella sede giusta (la Commissione Affari Costituzionali del Senato). Da notare che qualcuno, mentre Grillo parla, legge il giornale.

Un discorso durissimo, da ascoltare tutto perché la trascrizione nel blog è parziale.

L'asse post-elezioni

Mussolini e HitlerMa perché quando ho letto questo (il grassetto è mio) ho avuto l’impulso irrefrenabile di fuggire a gambe levate? Basta leggere un po’ di storia.

L’asse, che altri chiamano la dipendenza, di Berlusconi e Bossi, ha già sollevato in passato qualche mugugno all’interno del centrodestra, e anche stavolta ne solleverà. (Marcello Sorgi su La Stampa).

Gheddafi e le pari opportunità

Gheddafi dal 10 al 12 giugno verrà a Roma per una visita istituzionale. A riceverlo ci saranno Mara Carfagna, ministro per le Pari Opportunità, e il presidente della Confindustria, Emma Marcegaglia.

Non è che la signora Carfagna vuole assicurare a Gheddafi le stesse opportunità che ha avuto Berlusconi, vero?

Carfagna e Gheddafi

Impieghi utili: perché votare

Le prossime elezioni del parlamento europeo saranno le più grandi elezioni pluri-nazionali del mondo: circa 375 milioni di votanti di 27 paesi liberi e indipendenti, per eleggere 736 rappresentanti. A causa della recessione economica, che in Europa non accenna a migliorare, si prevede che la destra prenderà ancora più piede, nonostante i cambi di guardia possibili in due paesi, la Gran Bretagna e l’Ungheria.

Simon Hix, professore di Politica europea alla London School of Economics and Political Science e analista politico, prevede che Popolo delle Libertà, Lega Nord e Italia dei Valori aumenteranno le preferenze a scapito di Partito Democratico, Rifondazione – Comunisti italiani, Sinistra e Libertà e Lista Bonino (qui le previsioni comparative complete, paese per paese).

continua


Vacanze con Berlusconi

One of the pictures published by El País under the headline “The photos vetoed by Berlusconi” features two topless women in the garden. Another shows a naked man poolside, a third shows a woman in a red coat while two others show Berlusconi walking in the garden. Apart from Berlusconi, all have their faces pixellated out (Guardian.co.uk).

E ci risiamo. Scandalo per le donne topless nella villa di Berlusconi.
E allora? Se questo è un motivo per attaccarlo a livello politico, penso che sinistra, Italia dei valori, giudici contrari, tutti quelli che provano ad affossare Berlusconi, dovranno sorbirselo ancora per molto. Le nostre spiagge, le nostre piscine e le nostre ville, anche quelle dei politici, nonché le nostre (loro, purtroppo) barche, sono piene di ospiti del gentil sesso senza il top.

L’unica cosa seria che consiglio a chi è contro Berlusconi e va in vacanza in crociera o a chi fa l’animatore sulle navi: non fate cantare gli ospiti, ché non si sa mai come va a finire..

Sta a vedere che Berlusconi

Al CaponeBerlusconi nel registro degli indagati della Procura di Roma nell’ambito dell’inchiesta sull’impiego di velivoli dell’Aeronautica militare per trasferire in Sardegna, il 24 maggio 2008, alcuni ospiti del premier a Villa Certosa (Asca).

Non è che, mutatis mutandis, si vuole fare con Berlusconi come è stato fatto nel 1931 con Al Capone?

Che mangino brioche

BerlusconiSiamo arrivati davvero a toccare il fondo con queste intromissioni nel privato. Nessuno può accettare che da fuori si arrivi a fotografarti dentro casa. Quelle foto le ho viste, sono inutili e secondo la valutazione di un giornale della Mondadori non valevano nemmeno 10 mila euro (Corriere della Sera).

Aldilà del fatto che la linea di demarcazione fra il pubblico e il privato di un politico che regge le sorti del paese è davvero sottile; che il privato di questo politico è stato sbandierato già nel gennaio 2007 da sua moglie, con la famosa lettera pubblica sulla dignità offesa, e la risposta di Berlusconi altrettanto pubblica, e più recentemente con le esternazioni del Cavaliere a Porta a Porta; tralasciando il fatto che giornalisti e fotografi fanno solo il loro lavoro andando a caccia della notizia; aldilà di tutto, dicevo, quello che mi ha stupito della dichiarazione del nostro premier è che evidentemente proprio non sa che la maggior parte dei fotografi vende foto anche importanti per molto, molto meno, e fatica parecchio a sbarcare il lunario. Sembra che Berlusconi non abbia assolutamente il senso del denaro e di come vive la gente. Chi era che diceva dei poveri che non avevano da mangiare “s’ils n’ont plus de pain, qu’ils mangent de la brioche“, Maria Antonietta?

Ma, soprattutto, sulla valutazione delle foto data dalla società per azioni Mondadori, chi ne è l’azionista di maggioranza? E chi è il presidente?

La Repubblica vince il Nobel dell'anno di giornalismo

Noemi LetiziaÈ confermato quel che Veronica Lario ha rivelato a Repubblica (3 maggio): il premier “frequenta minorenni”. Noemi, nell’ottobre del 2008, quando riceve la prima, improvvisa telefonata di Berlusconi ha diciassette anni, come Roberta, l’amica che l’ha accompagnata a Villa Certosa. La circostanza rinnova l’ultima domanda: quali sono le condizioni di salute del presidente del Consiglio? (da La Repubblica)

Siamo seri: se a un uomo (di potere, ma anche qualunque) di 72 anni piace la ragazza di 17 anni che vedete nella foto a lato, significa che è malato?

Avanti

Indietro