Viaggi e città

L'esploratore del Duce all'Università Cattolica di Milano e all'Università di Catania - e l'amore

Immagine locandina Uni Ragusa Ibla_7maggio2013Giuseppe Tucci il 19 aprile 2013 è andato all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, nel centro della città, e il l 6 e 7 maggio all’Università di Catania, sede di Ragusa Ibla.

Due presentazioni, anzi tre, in terre e ambienti che più diversi non si può, con colleghi che più diversi non si può, due modi di lavorare che più diversi non si può, due ritmi di vita che più diversi non si può, due tipi di ospitalità che più diverse non si può.

continua


Strage di Boston: Dzhokhar Tsarnaev e la nostra Cambridge Rindge and Latin School

Dzhokhar TsarnaevHo vissuto, studiato e lavorato diversi anni a Cambridge, prima fissa e poi per molti anni durante i mesi estivi. Per arrotondare il mio stipendio di docente a Harvard (comunque neanche lontanamente paragonabile, in meglio ovviamente, agli stipendi delle università italiane!), per permettermi piccoli sfizi come le vacanze nella mia amata Martha’s Vineyard – e soprattutto per imparare qualcosa della vita americana vera, visto che Harvard e il suo entourage sono una turris eburnea in tutti i sensi, ho fatto delle supplenze nel liceo pubblico Cambridge Rindge and Latin School. Quello frequentato da Dzhokhar Tsarnaev per intenderci, uno dei sospetti delle stragi di Boston.

continua


L'esploratore del Duce: Le avventure di Giuseppe Tucci e la politica italiana in Oriente da Mussolini a Andreotti: Con il carteggio di Giulio Andreotti



Il primo libro dedicato a uno dei più importanti e misteriosi uomini di cultura italiani. Esploratore, archeologo, erudito, spia: Giuseppe Tucci viene “radiografato” da un’opera rigorosamente scientifica che si legge come un romanzo d’avventura.

(Guglielmo Duccoli, direttore de “L’Illustrazione Italiana”)

continua


Reportage Mozambico

Mozambico, dalla dominazione portoghese alla dipendenza dalla Cina su Il Fatto Quotidiano è il primo articolo del reportage di Enrica Garzilli. Il Mozambico è il paese dove è attivissima la Comunità S. Egidio, per intenderci, fondata dal ministro Riccardi.

Altri altri due articoli (altri ne seguiranno), che potete leggere cliccando sotto al primo, si intitolano Mozambico, un paese con poche regole in cerca di un’identità nazionale e L’Italia in Mozambico: organizzazioni umanitarie e affari sui giacimenti di gas.

A proposito di quest’ultimo, mi ha fa specie leggere qualche commento che parla dell’Eni come di sfruttatori, colonialisti ecc. L’Eni non è un ente di beneficienza e lo Stato italiano non è uno stato assistenziale – o solo asistenziale – dei paesi africani, è ovvio. Ma possibile che ai rivoluzionari nostrani non viene in mente che con lo sviluppo dei giacimenti di gas ci guadagna l’Italia, e soprattutto l’Eni, ma ci guadagna anche il Mozambico? E che se il paese avesse le capacità tecnologiche e organizzative di farlo da solo, senza l’aiuto di paesi stranieri, lo farebbe? Di seguito l’articolo.

continua


Sul disastro Costa, stile Marchionne e il resto

Verso le 7 ascolto Uno Mattina di Rai1 sul disastro della nave Costa. Danno la parola al ministro dell’Ambiente Corrado Clini. Inizia con un sorriso bonario e paternalistico.

continua


Ciao Cina

continua


Forever young in Mozambico

Parlavo con una conoscente che ha compiuto 38 anni e già si sente vecchia e ripensavo a un famoso gruppo di musica e danza marrabenta del Mozambico.

Vedete una delle cantanti e ballerine del gruppo in questo video?

continua


Viaggio in Mozambico

Qualcuno mi ha chiesto perché non scrivo più e che succede. La ragione è semplice: sono stata per quasi un mese in Mozambico. Sapete quel paese a sud dell’Africa, proprio a est del Sudafrica? 21 ore minimo di aereo e tutto?

Paese terribile e bellissimo il Mozambico, come tutti i paesi in via di sviluppo, libero e in pace solo dal 1992.

continua


Clima in foto

Parlando dei cambiamenti di clima, sono appena uscite le stupende foto dei fulmini come immagini del mese del National Geographic. L”ultima, meravigliosa, è di New York.

continua


Bananeira matched four: jazz e bossa a Milano

Questo jazz a Milano sa di bossa, questa bossa a Milano sa di jazz, perché venerdì 19 agosto al Museo Diocesiano si terrà uno spettacolo del Bananeira matched four. Questo il programma completo in pdf. Il quartetto italo brasiliano è formato da  Priscila Ribas - voce, Paulo Zannol - chitarra, Luca Garlaschelli - contrabbasso ed Edoardo Luparello - batteria.

continua


Avanti