Industria del libro: carta o ebook?

IJTSIndustria del libro: vende di più l’ebook o la carta? I dati delle case editrici e quelli di Amazon sono discordanti. E come funziona la politica dei prezzi? Qual è il trend di mercato?

Tradotta dalla casa editrice digitale GoWare (messo il link su LinkedIn) l’intervista alla giornalista Alexandra Alter per il NYT sullo stato dell’industria del libro: dati discordanti sulle vendite degli ebook forniti della AAP (American Association of Publishers) e Amazon, la politica dei prezzi, i libri autoprodotti, ecc.

Io dal 2009 uso solo l’e-reader e da un paio di anni leggo gli ebook sul mio cellulare (i libri di carta li leggo in biblioteca), piccolo peraltro. Perché su un solo smart ne ho migliaia, perché è leggero, lo leggo ovunque e me lo porto in tasca, perché faccio la ricerca per parole ecc. con un click, perché i libri di carta occupano un sacco di spazio – in casa ci sono pile e pile di libri ovunque su tutto ciò che è piatto, oltre alle librerie a parete -, bisogna spolverarli e quando devo spostarli pesano tantissimo. Senza pensare agli alberi (che però ci penso). E sento gli audiobook, quel poco che uso la macchina.

Per me tutto tecnologico. Ogni tanto penso di mettere tutti i libri che ho in grosse scatole e riporli nel sottotetto.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.