Lavoro, agenzie, case editrici

Acqui-StoriaPremAriston_EG2_15ott2016Dicevo lavoro, agenzie, case editrici, libri, awards. Che c’entra? E’ che ci si indigna perché un ministro dice che è più facile trovare lavoro giocando a calcetto che inviando curriculum. Ma che dice questo? O tempora o mores!
(In foto, la premiazione de L’esploratore del Duce ad Acqui Storia, 15 ottobre 2016 – io sono quella a destra del sindaco)

Ma ci si indigna con ragione per l’omissione: infatti all’università (e per esperienza mi permetto di aggiungere: pubblica e italiana) funzionano molto bene gli hotel dei congressi.

E presso due grosse e prestigiose case editrici – di cui non dico il nome per carità buddhista – si pubblica saggistica, a parte perché segnalati da amici con potere di persuasione, grazie al tuo fidanzato o amante, grosso nome che vende, che mette come condizione vincolante che il tuo shit essay (scusate il francesismo) venga pubblicato – e in poco tempo.

L’unica cosa buona è che si dà lavoro agli editor, che lavorano sulla ricerca e sui testi a testa bassa…



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.