Elliot Sperling e il Tibet

SperlingE’ con profondo dolore che ho saputo della scomparsa di Elliot Sperling, il 29 gennaio 2017, studioso del Tibet e fiero paladino della causa tibetana.

L’ho conosciuto anni fa e ho avuto modo di frequentarlo un po’ ad Harvard, dove lui insegnava Tibetan Studies.
Un uomo eccezionale per pulizia, chiarezza, dedizione alle giuste cause. Un padre fermo ma dolcissimo. Un vero americano che crede in quello che fa, you get what you see, fair and square.

Elliot Sperling amava non solo il Tibet ma Giuseppe Tucci, il primo profondo conoscitore del Tetto del Mondo, e pensava che non si potesse studiare la sua cultura senza conoscere la sua opera.
Qualche anno fa mi ha mandato un paio di testi digitalizzati per L’esploratore del Duce e poi per la versione inglese, Mussolini’s Explorer e, leggendo i miei ringraziamenti, mi ha scritto subito “Amica mia, non era necessario ma grazie”. E poi, ancora, innumeri ragguagli sulla storia del Tibet. Un uomo sempre generoso in tutto, nel lavoro come nella vita.

Con Elliot se ne è andato non solo un grande studioso ma un uomo gentile, onesto, appassionato, di quelli che ci fanno sentire orgogliosi di appartenere al genere umano.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.