Fotografi italiani per il Tibet (e Fosco Maraini)

Una mostra bella e toccante di alcuni dei maggiori esperti italiani di Tibet si inaugura a Milano venerdì 15, in anticipazione e in concomitanza della presenza del Dalai Lama nei prossimi 27/28 giugno. Organizzata dall’Associazione Italia-Tibet e patrocinata della Provincia di Milano, si apre con la conferenza “Il Tibet brucia” sul fenomeno delle autoimmolazioni per fuoco di civili e di monaci per protesta contro l’occupazione cinese.

Ci sarà una sezione dedicata a Fosco Maraini perché accompagnò Giuseppe Tucci come fotografo di spedizione nel 1937 in Tibet centrale da Gangtok, capitale del Sikkim, a Gyantse, che era la terza città del Tibet libero.

Lo accompagnò anche nel 1948 nella spedizione che portò Tucci a Lhasa, a conoscere il Dalai Lama dodicenne, ma fu lasciato insieme agli altri membri italiani, il fotografo Pietro Mele e il medico della R. Marina militare Regolo Moise, nello Yatung, ufficialmente perché nessuno ricevette i permessi. E dopo un po’ se ne tornò in India (mentre gli altri raggiunsero Tucci in Ladakh).

Cosa: Fotografi italiani per il Tibet – Mostra fotografica
Dove: Milano, Centro congressi della Provincia di Milano, via Corridoni 16
Quando: 16-29 giugno, 2012
Inaugurazione: 15 giugno, h. 17
Ingresso libero
Fotografi: Stefano Bottesi, Carlo Buldrini, Davide Cacciatore, Cristian Callegari, Claudio Cardelli, Andrea Muratori, Fausto Sparacino

Vi aspetto lì. Venite a vedere la mostra non solo perché è bella, e questo si capisce anche da queste poche foto, ma perché il popolo tibetano lotta da anni per la sua indipendenza con coraggio e determinazione, a prezzo di enormi sacrifici e senza nuocere a nessuno. Impariamo a conoscerlo.



Commenti

  1. Cara Enrica, grazie per la pubblicità. Sarò a Milano per l'inaugurazione. Dopo secoli, spero di rivederti.

    Scritto da carlo buldrini, 1 anno, 10 mesi fa


  2. Ciao Carlo. Tu sai che io non faccio pubblicità, che è pagata, ma segnalazioni di cose che mi piacciono, in cui credo, che sono il mio lavoro o tutto insieme (come questo). A presto!

    Scritto da boh, 1 anno, 10 mesi fa


  3. "Pubblicità" era un modo di dire...

    Scritto da carlo buldrini, 1 anno, 10 mesi fa


  4. Hai idea se la conferenza " il Tibet brucia" sia solo ospitata presso i locali della Provincia, o sia da essi anche in qualche modo organizzata ? Sul sito Italia-Tibet non e' chiaro. Sai chi partecipera' ? E' previsto un confronto tra opinioni ? Grazie.

    Scritto da dawala, 1 anno, 10 mesi fa


  5. sicuramente la mostra è bellissima da tre punti di vista: le immagini, la storia che le immagini narrano, le istanze che le immagini rilanciano e «cantano» iconograficamente

    mi sembra molto interessante anche la figura del fotografo che, a quanto capisco, era una personalità interessante e forte, quindi immagino un rapporto intenso e conflittuale, come accade fra personalità di quel tipo

    attendo di leggere al riguardo qualcosa anche su un importantissimo libriccino…

    Scritto da diegod56, 1 anno, 10 mesi fa


  6. Dawala, la conferenza è organizzata da Italia-Tibet. Ti consiglio di partecipare (e ovviamente il confronto in queste occasioni c’è sempre).

    Forse il presideente di Italia-Tibet ti può rispondere.

    Scritto da boh, 1 anno, 10 mesi fa


  7. Al solito Diego le tue osservazioni sono pertinenti e azzeccatissime, si tutti i fronti: sulla mostra e sul fotografo.

    Tra l’altro, Maraini secondo me è molto più bravo come fotografo che come scrittore. E il libriccino è per strada (una lunga strada..).

    Scritto da boh, 1 anno, 10 mesi fa


  8. Grazie, lo diro' ai miei amici di Milano che me lo hanno chiesto. Io sono nel Paese delle Nevi.

    Scritto da Dawala, 1 anno, 10 mesi fa


  9. Per il Presidente di Itala-Tibet: per intervenire all'inaugurazione ci vuole un invito ? La conferenza a che ora e' ? Chi sono i relatori ?

    Scritto da dawala, 1 anno, 10 mesi fa


  10. innanzitutto ringrazio Enrica per lo spazio che ha dato a questa iniziativa. Vorrei comunicare che i relatori della conferenza del 15 sono, oltre al sottoscritto, Kelsang Dolkar, Carlo Buldrini, Piero Verni e, se riesce ad arrivare dagli USA, Lukar Sham presidente del Gu Chu Sum. Conto sulla vostra gradita e fattiva partecipazione. Grazie Claudio Cardelli presidente dell'Associzione Italia-Tibet

    Scritto da Claudio Cardelli, 1 anno, 10 mesi fa


  11. Dawala, come vedi ti ha risposto Cardelli. Come ho scritto, l’ingresso è libero. Peccato tu sia sul Tetto del Mondo!

    Dì di partecipare ai tuoi amici e se la pensano in modo contrario meglio: una cosa auspicata è proprio la discussione libera, aperta, non programmata. Saranno presenti bei cervelli sull’argomento, persone che in Tibet ci vanno spesso (oltre a studiarlo) e tibetani, quindi la cosa si prospetta molto interessante.

    Scritto da boh, 1 anno, 10 mesi fa


  12. Molte grazie per le informazioni. I miei amici sono piu' che altro appassionati di fotografia; non hanno idee preconcette sulla situazione politica tibetana e tantomeno la preparazione per intervenire dibattendo in un ambito di tali cervelli. Per cui immagino che guarderanno, ascolteranno, ma rimarranno zitti. Avevano letto che era la Provincia di Milano ad aver patrocinato mostra e conferenza, per cui erano convinti di venire si' a sentire le ragioni degli attivisti pro Tibet, ma anche un contraltare alla loro altezza, che pero' non mi pare esserci. Peccato.

    Scritto da dawala, 1 anno, 10 mesi fa


  13. No disperi Dawala, noi li abbiamo invitati ma se poi non vengono non è colpa nostra... Non è comunque nostra intenzione fare una sparata propagandistica a favore della causa tibetana, ma semplicemente prendere spunto da una serie di esperienze e di immagini testimonianza per raccontare un po' tutta la faccenda del Tibet e perchè si è arrivati ai nostri giorni e soprattutto in questa situazione. Mi auguro di conoscerla di persona... Tashi Delek

    Scritto da Claudio Cardelli, 1 anno, 10 mesi fa


  14. tashi delek Claudio-la. Visto che sono stati invitati, ma non vengono, e' possibile mettere sul palco anche delle sedie vuote con nome/cognome/titolo di chi ha declinato l'invito ? Thugs rje che

    Scritto da dawala, 1 anno, 10 mesi fa


  15. Ah mi sembra un'idea magnifica! Penso proprio che così la prossima occasione sarebbero più che contenti di patrocinare Italia-Tibet e dare supporto materiale e logistico..:)

    Scritto da Boh, 1 anno, 10 mesi fa


  16. Poiche' io non potro' essere presente in sala a leggere i nomi sulle sedie vuote, potrei approfittare dell'ospitalita' qui su orientalia4all per chiedere chi sono coloro che sono stati invitati al contraddittorio, e invece non vengono ?

    Scritto da dawala, 1 anno, 10 mesi fa


  17. io sono sinceramente stanca di sentire persone parlare ma credo che se fossi lí ci andrei...sicuramente per le foto!sono stupende!

    Scritto da sole, 1 anno, 10 mesi fa


  18. Dawala, chiederò i nomi e, sperando di averli, verificherò e li scriverò.

    Scritto da boh, 1 anno, 10 mesi fa


  19. Sole, questa volta spero sia un po' diverso. Spero che gli organizzatori capiscano e non lascino parlare ognuno per mezz'ora (sono diversi, mi è stato detto) ma che siano brevi, chiari, illustrativi e lascino spazio alle immagini e al dibattito.

    Scritto da boh, 1 anno, 10 mesi fa


  20. Ho cercato stamattina in rete qualche notizia sulla conferenza di venerdi, ma non ho trovato nulla.

    Scritto da dawala, 1 anno, 10 mesi fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.