Animali e diritti, altrimenti ci arrabbiamo

Enrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano perché sapete tutti quanto mi stiano a cuore le cause dei nostri fratelli, gli animali.

Si tratta di una campagna per fare pressing sulla XIV Commissione del Senato che sta discutendo se eliminare o meno l’emendamento, passato il 1° febbraio alla Camera, sulle norme che limitano la vivisezione. Obiettivo: chiudere l’allevamento di Montichiari che alleva cani beagle per la sperimentazione e vietare l’allevamento di cani, gatti e primati per lo stesso scopo. Ora qualcosa si può fare. Se no ci arrabbiamo davvero! (In foto, la piccola Lili)

Gli animalisti promettono battaglia e fanno partire “L’operazione altrimenti ci arrabbiamo” per fare pressioni sulla XIV Commissione del Senato che sta discutendo per eliminare l’emendamento, passato il 1° febbraio alla Camera dei deputati, sulle norme che limitano la vivisezione. È in discussione il recepimento della Direttiva europea 2010/63/Ue “sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici”. Una direttiva molto criticata perché non ha fatto fare nessun passo avanti al trattamento degli animali usati per la sperimentazione. In pratica, per la vivisezione, 12,1 milioni di animali usati ogni anno nei 25 stati membri dell’Europa, con l’Italia al quinto posto dopo Francia, Regno Unito, Germania, Grecia, senza considerare gli animali geneticamente modificati e quelli usati per la didattica. Una sperimentazione che oltre tutto è fatta non solo per testare i medicinali, ma anche i cosmetici, i prodotti chimici, fitosanitari e alimentari. Un business globale che frutta miliardi di euro l’anno. Il 1 febbraio la Camera dei Deputati ha votato con grande maggioranza delle norme restrittive alla Direttiva europea che, benché siano criticate dalle associazioni animaliste perché riduttive, contengono alcuni punti validi come il divieto di allevamento di cani, gatti e primati per vivisezione.

Se la XIV Commissione del Senato cassasse il divieto prima di portarlo al voto, come dicono voci di corridoio, resterebbe operativo Green Hill e si renderebbero di fatto inesistenti i pochi miglioramenti alla Direttiva. Green Hill 2001 srl è l’azienda di Montichiari, in provincia di Brescia, che alleva cani beagle per i laboratori di sperimentazione e da cui vengono venduti più di 250 animali al mese. Quello che viene chiamato il “lager di Green Hill” è fatto di 5 capanni senza spazi all’aperto in cui sono rinchiusi fino a 2500 cani adulti, oltre alle varie cucciolate. Cani che prima di essere “sperimentati” vivono la loro breve vita in ambienti chiusi, senza aria naturale e solo con luce artificiale, un fatto che da solo va contro le norme per l’edilizia, che stabilisce che i locali a uso veterinario siano assimilati a quelli locali a uso medico. (<a href="http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/18/fermare-canile-lager-green-hill-parte-loperazione-altrimenti-arrabbiamo/198532/">Continua)



Commenti

  1. è una battaglia di civiltà importante, io sono assai convinto che il rispetto epr gli animali sia fondamentale per sollecitare il rispetto degli esseri umani

    mi sono permesso dunque di segnalare anche nel mio irrilevante blog

    Scritto da diegob, 2 anni, 4 mesi fa


  2. Con te in questa azione di civiltà

    Scritto da Vera, 2 anni, 4 mesi fa


  3. Grazie Diego, speriamo che questo tam tam funzioni.

    Scritto da Boh, 2 anni, 4 mesi fa


  4. Sai Vera che io per gli animali ci sono sempre. E per le piante.

    Scritto da Boh, 2 anni, 4 mesi fa


  5. [...] la loro breve vita mar 20, 2012 diego mi permetto di segnalare, giacchè è di stretta attualità [...]

    Scritto da la loro breve vita &laquo; Diego &laquo; peve, 2 anni, 4 mesi fa


  6. [...] http://orientalia4all.net/2012/03/19/animali-e-diritti-altrimenti-ci-arrabbiamo/#comment-23802 [...]

    Scritto da TAM TAM &laquo; controluce, 2 anni, 3 mesi fa


  7. partecipo al tam tam, linko il tuo articolo. Un caro saluto

    Scritto da celeste, 2 anni, 3 mesi fa


  8. Grazie Vera e Celeste.

    Scritto da boh, 2 anni, 3 mesi fa


  9. [...] In quale stato di diritto un crimine (come l’uccisione, di quale che sia forma di vita, umana o animale, se quest’ultima è protetta per legge… ma in fondo anche se non lo è!) può essere [...]

    Scritto da Crocevia&#8230; tra Oriente e Occidente &raquo; Da oggi bracconieri braccati in Maharashtra, 2 anni, 1 mese fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.