Usa, che fa lo spot per la Chrysler di Clint Eastwood?

Grande dibattito in Usa sullo spot pubblicitario commerciale (che vedete qui su Youtube e si intitola “In America siamo a mezza strada”) che ha girato Clint Eastwood per la Chrysler, trasmesso durante la partita di Super Bowl dei professionisti del football americano – più o meno come durante l’incontro decisivo del campionato di calcio da noi.

Il bravo Clint in due minuti di spot parla delle sfide che sta affrontando l’America mentre sia il paese sia la Chrysler lavorano per uscire completamente dalla recessione del 2008-2009.

Ovviamente sia Eastwood sia la Chrysler sono stati subito accusati di fare una campagna pubblicitaria a favore di Obama, più che una campagna per vendere più auto. Al che Clint ha replicato che lo spot “non era inteso come messaggio politico ma piuttosto come uno dei motivi di orgoglio dell’America e una crescita per il lavoro”.

Certo è che questa pubblicità così discussa ha colpito il cuore di molti americani e ha suscitato un vespaio sui media. Secondo me, ha raggiunto il suo scopo (e Marchionne si fregherà le mani).



Commenti

  1. Clint è Clint, ha sempre una 44 magnum: in fondo mi piace questo suo retrogusto democratico. L'uomo dalla cravatta di cuoio sarebbe potuto essere un patito delle armi ed un lobbista delle loro industrie e invece no. Poteva andare peggio e brava la fiat che ha azzeccato la pubblicità!

    Scritto da Francesco, 5 anni, 10 mesi fa


  2. Anche a me piace. Marchionne sarà felice, eh.

    Scritto da Admin, 5 anni, 10 mesi fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.