La lega e gli animali

Gianluca Pini, segretario nazionale della Lega Nord Romagna e imprenditore nel settore alimentare, ha presentato una proposta di emendamenti alla legge comunitaria (!) che prevede l’estensione della stagione venatoria oltre il 31 gennaio (quando gli uccelli si preparano alla cova quindi), l’apertura della caccia in piena estate per tortore e quaglie, con gravissimi rischi per i villeggianti, la caccia a specie vietate dalla direttiva europea come il fringuello, l’eliminazione degli anelli inamovibili per i piccoli uccelli utilizzati come richiamo vivo (!) e, dulcis in fundo, la depenalizzazione di gravi reati di bracconaggio.

Questo significa un vero e proprio condono per chi ha commesso reati contro gli animali selvatici come la caccia a specie protette e l’uso di mezzi vietati quali lacci, trappole, richiami elettroacustici, balestre e vischio.

Ho parlato spesso dei nostri fratelli animali. Questa proposta di emendamenti alla legge magari non sarà accettata ma indica una volontà precisa di pescare voti nell’ampio bacino di chi vuole fare come gli pare sia con la natura sia con la legge. E’ doppiamente grave, in primis per loro, i fratelli. Ma ci si può ridurre così?

Il comunicato stampa è firmato da: ANIMALISTI ITALIANI – CABS – ENPA – FARE VERDE – LAC – LAV – LEGAMBIENTE – LIPU-BirdLife Italia – ¬ VAS Verdi ambiente e società – WWF Italia. Aggiungo questo piccolo spazio e questa piccola persona. In calce al comunicato trovate gli emendamenti Pini 30.054 e 30.055.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.