Cultura e alimentazione, il disinteresse di Harvard

Una piccola nota sulla relazione fra cultura e soldi che, anche quando non vengono dati direttamente alle università, o elargiti sottobanco, giocano un ruolo fondamentale nell’indirizzo dato alla ricerca (e sono stata buona).

Una dichiarazione assolutamente disinteressata di Harvard University: i latticini non rientrano in un regime alimentare corretto.

L’università ha dichiarato a proposito dell’Healthy Eating Plate, la guida all’alimentazione, che i risultati sono basati su una ricerca molto seria e non sono influenzati dalle lobby dell’industria del cibo.

Gli scienziati non lobbisti hanno detto che “i grassi saturi dei latticini possono aumentare il rischio di cancro alla prostata e alle ovaie”. Ora, non so perché ma i cibi alternativi che hanno suggerito per assumere calcio, cioè il bok choy cioè il cavolo cinese (che a Milano in pratica si trova solo a Chinatown), il cavolo nero (che in Usa non viene quasi mai usato) e il latte di soya arricchito, mi suonano tanto Cina. Ovviamente questo niente ha a che vedere con la ricerca serissima e con gli accordi sui prodotti agroalimentari dalla Cina. E neanche con i finanziamenti dati dalla Cina alle università americane, eh.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.