Enrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano: un nuovo corso di politica estera di Obama basato sui diritti di Lgbt

Enrica Garzilli su Il Fatto Quotidiano sul discorso che ieri ha pronunciato il segretario di Stato degli Stati Uniti Hillary Clinton nel palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra, in occasione della Giornata dei Diritti Umani. Che fa eco al memorandum di Obama della mattina.

E che dà inizio a un nuovo corso nella politica estera americana: la difesa dei diritti umani di Lgbt, cioè lesbiche, gay, bisessuali e transessuali, all’estero. La campagna per le presidenziali del 2012 evidentemente è già iniziata.

E ora voglio vedere come fanno gli Stati Uniti con i paesi esteri alleati in cui l’omosessualità è punita! (Questo è il memorandum di Obama, e questa la trascrizione del discorso della Clinton)

“Come essere donna o essere di una minoranza etnica razziale o religiosa, anche essere Lbgt non rende meno umani. Ecco perché i diritti dei gay sono diritti umani e i diritti umani sono i diritti dai gay. Essere gay non dovrebbe essere un crimine”. Lo storico discorso per la promozione dei diritti Lbgt (cioè di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali) è stato pronunciato dal segretario degli Stati Uniti, Hillary Clinton, al palazzo delle Nazioni Unite a Ginevra, in riconoscimento della Giornata mondiale dei diritti umani. Le parole della Clinton si basano sul memorandum che il presidente Barack Obama aveva pubblicato la mattina stessa “per promuovere e proteggere i diritti umani delle persone Lgbt”.

“I gay sono nati e appartengono a qualsiasi società del mondo. Sono di tutte le età, tutte le razze, tutte le fedi; sono medici e insegnanti, agricoltori e banchieri, soldati e atleti, e che lo sappiamo o no, che lo riconosciamo o no, sono la nostra famiglia, i nostri amici e i nostri vicini”. La Clinton ha anche annunciato che il governo americano ha creato un Fondo di eguaglianza globale, con uno stanziamento iniziale di 3 milioni di euro, per sostenere nel mondo le organizzazioni non governative che lavorano sui temi dell’omosessualità. “Il fondo le aiuterà a tenere un registro dei fatti in modo che possano individuare le cause da difendere, imparare a usare la legge come mezzo, amministrare i loro bilanci, addestrare il personale e associarsi con le organizzazioni delle donne e altri gruppi di diritti umani”. (continua)



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.