Forever young in Mozambico

Parlavo con una conoscente che ha compiuto 38 anni e già si sente vecchia e ripensavo a un famoso gruppo di musica e danza marrabenta del Mozambico.

Vedete una delle cantanti e ballerine del gruppo in questo video? E’ quella signora un po’ grassa con la camicetta bianca. Beh, lei era lì quando sono andata a una festa dove suonava il gruppo (poi metterò il nome, ché ora non lo ricordo). La ballerina principale invece ha 74 anni e ha danzato sorridendo da prima delle 8 a non so quando, io sono andata via dopo mezzanotte e lei ancora ballava. Il bassista ha 92 anni. Anche lui ha suonato sorridente tutto il tempo.

E pensare che la vita media in Mozambico è di poco più di 49 anni! Ma perché nei paesi europei, e specie nel nostro che è così vecchio (in tutti i sensi, antico e fatto da gente vecchia), c’è il mito della gioventù? Essere giovani sempre e a ogni costo. E ballare è un affare riservato a chi ha 20 anni o poco più.

Sarà che in Mozambico musica e danza accompagnano ogni ricorrenza e ogni momento del giorno e della notte (e diventa difficile dormire!), e anche i bambini danzano in modo assolutamente sexy e allusivo, ma questa cosa che ci siano attività riservate ai giovani come la danza, specie quella un po’ sexy (come quella che accompagna la marrabenta) mi fa ridere.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.