India, benvenuti in Occidente!

Anche in India hanno i loro guai, che non sono solo quelli di cui si parla sempre, la malnutrizione di parte della popolazione e la corruzione, ma sono anche delle malattie tipiche dei paesi a capitalismo avanzato: diabete e ipertensione.

Un ricerca condotta dalla Aventis Pharma Limited ha mostrato che il 63% degli indiani che vive in città soffre o di diabete, o di ipertensione (non so come li abbiano campionati, ovviamente). Il 25% soffre di entrambe le malattie, che infatti sono chiamate “epidemie gemelle”. Con conseguenze renali.

Dicono i medici indiani che la prima causa è l’obesità e il cambio di stile di vita degli ultimi anni – per esempio non salire più le scale ma usare sempre l’ascensore, bere bibite dolci gassate. Dicono anche però che la causa scatenante è la moda, in rapido aumento, di mangiare carne. Sempre più indiani diventano non vegetariani e fra i malati il 61,5% non lo era.

Insomma, l’India si avvia ad avere i problemi tipici degli Stati Uniti, dove il 10% della popolazione adulta e infantile soffre di diabete e pare che un adulto su tre lo avrà entro il 2050.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.