Afghanistan, Bagram degli USA come Guantanamo

A circa 80 chilometri a nord di Kabul è stata scoperta quella che gli avvocati di diritti umani definiscono “la gemella cattiva di Guantanamo” o “la Gitmo di Obama” – la prigione Bagram Theater Internment Facility, ribattezzata recentemente Detention Facility in Parwan. E’ gestita dalle truppe americane e i detenuti sembra che siano perlopiù afghani. Ho detto sembra perché non ci sono dati esatti a causa della alla segretezza del luogo. Sembra che ci siano anche altri prigionieri, catturati in altri paesi, fra cui due dal Canada. Il 31 agosto sembra che i prigionieri fossero più di 2.400.

Cosa ha di speciale questa prigione? L’uso sistematico della tortura e i maltrattamenti. Inoltre molti prigionieri sono detenuti per molto tempo senza processo, senza accuse formali, senza che abbiano un avvocato. Ora pare che sia migliorata, forse per le promesse di Obama di chiudere Gantanamo (che ancora è operativa), chi sa.
Comunque, alla faccia dei diritti umani.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.