I cani dell'11 settembre 2011, eroi dimenticati in foto

Eroi umani esaltati ed eroi animali dimenticati, i cani da salvataggio, per il servizio reso dopo gli attentati terroristici dell’11 settembre negli Stati Uniti.

Sono stati interrogati e ricordati tutti gli umani, dal sindaco di New York Rudolph Giuliani, che di fatto fu il solo responsabile ufficiale della gestione dei soccorsi, ai pompieri, i sopravvissuti, la polizia, la gente comune, i parenti della vittime.

Solo loro, 100 fieri e fedeli aiutanti, i 100 cani impiegati giorno e notte ininterrottamente, anche per 11 giorni di seguito, nella ricerca delle vittime, non sono mai stati fotografati. Nessuno si è mai interessato a chi fossero, di chi fossero, a come vivessero e alle loro imprese.

Ora qualcuno l’ha fatto. La fotografa olandese Charlotte Dumas ha viaggiato in tutti gli USA, dal Massachusetts al Maryland, alla ricerca dei cani da salvataggio e dei loro padroni, li ha fotografati e ha pubblicato le loro storie nel libro Retrieved, che uscirà l’11 settembre 2011.

Questo (foto sopra e sotto) è Bretagne, arrivato a New York dal Texas il 17 settembre, mentre si riposa. Ha lavorato ininterrottamente per 10 giorni.

Questa dolcissima è Tara, che ora ha 16 anni, arrivata dal Massachusetts nella notte dell’11 e rimasta per 8 giorni.

Questo massiccio signore di 13 anni è Moxie, arrivato alle Torri Gemelle dal Massachusetts e rimasto a lavorare per 8 giorni. Altre storie e più foto nell’articolo del Daily Mail.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.