Il club delle mogli obbedienti

Club delle mgli obbedientiSbaglio o la situazione delle donne nel mondo sta peggiorando? O, perlomeno, c’è chi vuole che peggiori. Oggi la notizia che a Singapore un professore di letteratura di 70 anni, Dalam Zaini, vuole fondare il “Club delle mogli obbedienti”. Infatti Zaini pensa che l’aumento dei divorzi sia dovuto al fatto che le mogli non ascoltano più i mariti (leggi, non obbediscono).

Ioltre, è questo è ancora più pazzesco, Zaini crede che le mogli obbedienti rendano i mariti più responsabili verso le famiglie e meno inclini a tradire. Chi sa poi perché. Dimenticavo: Zaini è musulmano.

L’informazione mi pare rilevante perché, checché se ne dica, in materia di diritti umani i musulmani non brillano in nessuna parte del globo. Tanto per dire, l’imbianchino egiziano che è venuto a fare a lavori a casa ha detto che non se vedesse sua moglie uscire con un uomo che non fosse lui stesso, il padre o il fratello, uscire a fare una commissione o semplicemente uscire dal portone del condominio insieme, prima la ucciderebbe, poi per la vergogna (di avere una moglie così) si toglierebbe la vita. Età? Ventisette anni.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.