Giappone punizione divina

ShinranShintaro Ishihara, il governatore di Tokyo, ha affermato che il terribile terremoto e conseguente tsunami sono una punizione divina per spazzare via l’egoismo (gayoku) che affligge il popolo giapponese.

Lo dice proprio quando i tecnici della TEPCO (qui i loro comunicati stampa), che fornisce energia elettrica, e i soldati dell’Esrcito di autodifesa stanno lavorando come matti per contenere il peggior disastro nucleare dopo Chernobyl, sapendo quello a cui andranno incontro a breve: la morte fra sofferenze atroci. E non è solo un rischio, è una certezza.

E quando il Jodo Shinshu, la setta buddhista più grande del Giappone, ha cancellato la commemorazione per il 750esimo del fondatore, Shinran, trasformando il tempio principale in Tokyo in un centro per spedire gli aiuti ai terremotati. Anche la setta buddhista della Terra Pura, i Soto Zen e i Cristiani si sono mobilitati.
.
Non so perché ma anche le sparate del nostro Berlusconi mi sembrano irrilevanti, a confronto. L’unica cosa positiva è che Ishihara il giorno dopo si è scusato pubblicamente e non ha detto che lo avevano capito male, oppure che era colpa dei giornalisti.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.