Università d'Italia massima trasparenza

Oggi ho ricevuto questo dalla Presidenza di facoltà:

Ai sensi dell’art. 18 co. 1 lettera b e c) della L. 240/2010 dichiara sotto la propria personale responsabilità

di NON avere un grado di parentela o di affinità, fino al quarto grado compreso [cioè cugini], con un altro professore appartenente alla struttura didattica presso cui l’attività sarà svolta ovvero con il rettore o un componente del consiglio di amministrazione dell’ateneo.

In una università italiana che conosco bene il direttore era il marito di una professoressa, diventata tale in seguito al rapporto con lui. Quando ha vinto il concorso non aveva neanche finito il dottorato e non aveva pubblicazioni, né aveva mai insegnato, ma era già la sua fidanzata. Quando, dopo sposata, l’ha piantato per un body builder, ha perso il nuovo concorso. Poteva aspettare eh.

Lo stesso direttore aveva fatto vincere il dottorato alla figlia di uno degli ordinari del suo dipartimento e suo elettore, e poi le aveva assegnato un incarico di insegnamento nello stesso dipartimento (suo e del padre).

Al figlio del migliore amico del direttore, un ordinario notoriamente talmente somaro che diceva “sanscrìtto” invece di “sanscrito” (non so perché mi abbia dato la morte civile quando in Consiglio di Facoltà gli ho risposto “sant’orale”), quello per intenderci che aveva fatto vincere la moglie del direttore di cui sopra in qualità di presidente di commissione di concorso, gli era stato fatto vincere un dottorato presso il direttore suddetto ed era avviato a una sicura e piana carriera accademica. Poi se lo sono tolto di torno facendolo vincere una prestigiosa borsa di studio all’estero. Uno che nascondeva i libri della biblioteca perché non sapeva come ritrovarli se li avessero messi a posto, per dire. La tesi di laurea, sostenuta nello stesso dipartimento di suo padre, gli era stata scritta da un professore associato dello stesso dipartimento, in cambio dello strenuo appoggio da parte del padre al fine di ottenere il concorso da ordinario.

E ora qui fanno gli schizzinosi!



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.