Credere a un paese di clown

ItaliaIl nostro è un paese ben strano. Abbiamo un governo che ha vinto sul filo di lana della fiducia. Ma con soli tre voti di scarto non può governare, e quindi quelli che hanno votato hanno dato la fiducia a un qualcosa che neanche sapevano. Come sarà formato il nuovo governo Berlusconi?

Abbiamo un presidente dellla Camera dei deputati, Fini, che non è super partes, come dovrebbe essere per il ruolo, ma è contro lo stesso governo che serve. E che è di destra e sta all’opposizione insieme ai partiti di sinistra.

Abbiamo un ministro dello stato, Bossi, che però vuole dividere lo Stato. Che si scaglia contro Roma ma lavora per Roma e prende dei bei soldi da Roma. Che odia la politica di Roma che rappresenta il suo governo, quello stesso che lui rapprenta e da cui riceve onori e onorario. Che si scaglia contro il nepotismo ma ha fatto entrare in politica il figlio, immeritatamente, e sta preparando il secondo.

C’è un razzismo strisciante che si fa sempre più largo. Eppure ieri dei Rom sono entrati in aula (non nella mia) e hanno minacciato studenti e docenti per farsi dare soldi e oggetti di valore. Sono anni che lo fanno, le autorità lo sanno eppure continuano a farli entrare – in nome della libertà di accesso di tutti cittadini a un edificio pubblico.

Allora ditemi, cari i miei quattro lettori che spesso sono più saggi di me, come si fa ad andare avanti credendo ancora in questo paese? Come si fa ad ascoltare ancora il blaterare di questa gente? Come si fa ad amare queste istituzioni democratiche, per cui molti hanno combattuto e molti sono morti in questi 150 anni, a contestarle magari, ma sempre per migliorarle, per costruire? Come si fa a procedere con un pizzico di speranza per il futuro? Perché io di fiducia in questa gente e in questo Stato non ne ho proprio più.



Commenti

  1. Tutto mi sembra molto poco serio, come a scuola dei miei figli dove insegnano l'amore per la natura ma hanno cacciato dal cortile, in malo modo, un gatto randagio e malato, e poi difronte ai ragazzi. Ci sono mille cose che non vanno, a cominciare dal capo del governo che ha stancato tutti ma non se ne va. Perché non lascia l'opportunità ad altri di governare? Qui va male, vediamo se con qualcuno diverso va meglio.

    Scritto da Valeria Inzaghi, 3 anni, 4 mesi fa


  2. Perché non lascia? Semplice, perché gli piace comandare piuttosto che essere comandato.

    E la torta, anche quando è troppa e forse fa anche male, piace a tutti.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 3 anni, 4 mesi fa


  3. Gentile Enrica, finalmente qualcosa di diverso da Assange! Sei un po' sfiduciata ma è logico: chi è intelligente non può non biasimare la democrazia. Si starebbe molto meglio in un governo dove i migliori governano, lo dico spesso.

    Scritto da Alexis, 3 anni, 4 mesi fa


  4. non lo considero un grande statista o un uomo senza difetti, ma dei tre menzionati preferisco di molto fini, diciamo che mi sembra per lo meno un uomo normale

    Scritto da diego, 3 anni, 4 mesi fa


  5. Torniamo all'aristrocrazia Alexis, ma di chi? Chi sono i migliori? Non sono quelli che abbiamo eletto?

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 3 anni, 4 mesi fa


  6. Normale Diego? Sembra lo stereotipo di un uomo perbene, mi fa paura. Ma meglio dei due B (specie Bosssi, devo dire).

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 3 anni, 4 mesi fa


  7. Ieri ero a Brescia alla Libreria dei Popoli dei Padri Saveriani per ritirare l'ordine di Natale, mentre a Roma davano la notizia della fiducia al governo e qualcuno in strada ne combinava di cotte e di crude, e parlando con una altrettanto sfiduciata bibliotecaria mi chiedeva: …"ma cosa possiamo fare, cosa possiamo mai fare?" e io d'istinto gli ho risposto, quello che da tempo mi bolle dentro:" …una marcia su Roma", e lei, che vi assicuro sembra tutto meno che una fanatica ribelle, mi dice: " … ma lo sai che ci penso spesso anch'io, una marcia su Roma". …Pacifica ma che serva a dimostrare che siamo davvero stanchi di essere governati da gente che ci considera dei "sottoposti". …Giusto per arrivare davanti al Parlamento e dirgli che hanno completamente perso la mia fiducia.

    Scritto da Clanity184, 3 anni, 4 mesi fa


  8. Eh sì Clarity, siamo tanti. Non che abbia mai avuto fiducia, ma ora la sfiducia è a ragion veduta.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 3 anni, 4 mesi fa


  9. Una cosa buona che fecero Berlusconi e Veltroni fu quella di aver puntato sul "bipolarisismo" (i governi precedenti cambiavano con una frequenza impressionante). Che poi non è stato all'altezza di ben funzionare, questo è un altro discorso (legge elettorale, ecc.). Pur essendo in presenza di classe politica discutibile (non tutta però), penso che chi è stato eletto, piaccia o no, debba continuare a governare (o almeno fare tutto il possibile), anche se in condizioni piuttosto precarie. Il fatto che si tenti di creare nuove formazioni, partiti e schieramenti mi sembra un ritorno al passato. Ora mi pare che il "terzo polo" abbia di nuovo cambiato nome e uomini. Non credo conti tanto cambiare nome ad uno schieramento, ma da quello che fa. Fiducia in questa gente e in questo stato? Aspetta e spera. Se si leggono i giornali anche di dieci o quindici anni fa le lamentele e la sfiducia sono quasi identiche.

    Scritto da q.e., 3 anni, 4 mesi fa


  10. q.e., mi pare che da dieci anni a questa parte la situazione sia molto molto peggiorata, e penso all’università e ricerca e agli investimenti tecnologici.

    La ricerca è crollata, l’università pure. Già si tirva la cinghia ma questo è un vero e proprio smantellamento.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 3 anni, 4 mesi fa


  11. la vita è sempre bellissima anche se abbiamo questi imbecilli al governo che l'università va male i corsi li hanno soppressi e tutto è peggio!!! non te la prendere

    Scritto da Giovanna, 3 anni, 4 mesi fa


  12. ma invece di cambiare formazione e schieramenti, cambiare proprio gente?cambiare politici?dare un po' di aria nuova alle stanze del parlamento?credo che male non faccia…e si potrebbero avere anche idee nuove oltre che a dare spazio a qualche cervello più giovane e quindi (forse) più idealista di sicuro dei B!

    Scritto da sole, 3 anni, 4 mesi fa


  13. Non me la prendo Giovanna, sono solo furiosa! Come si fa a smatellare l'Italia e a fare una compravendita dei voti parlamentari così sfacciata?

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 3 anni, 4 mesi fa


  14. Forse Sole, sui giovani ho qualche buona riserva. Bravissimi talvolta, preparati spesso, ma cinici in modo allucinante.

    Però sarebbe ora che al Parlamento si cambiasse aria. E’ che se arrivi a candidarti molti o tutti gli ideali li hai persi. Ci sono pochi Gandhi al mondo.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 3 anni, 4 mesi fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.