L'Afghanistan al tempo di Adamo e Eva

bambian afghanaIeri ho incontrato dopo anni una mia amica di Roma. Fa la maestra in una scuola elementare dell’hinterland milanese, è dirigente (una volta si chiamava direttore) e molto impegnata in tutte le attività legate al mondo della scuola: mostre, inviti, gite educative e così via.

Mi ha detto che giorni fa hanno ricevuto una circolare ministeriale in cui si diceva che in questo anno scolastico, a differenza degli altri anni, non avrebbero potuto accantonare i soldi che risparmiavano sulle attività del doposcuola per destinarli alle attività dell’anno prossimo, ma li avrebbero dovuti “restituire al Ministero della Difesa“.

Al Ministero della Difesa, capite?

Ora, io la circolare non l’ho vista, ma non ho motivo di dubitare delle sue parole. Però ho una vaga idea di dove vadano a finire i fondi che prima erano destinati all’università e la ricerca.

Vorrà dire che i miei studenti dovranno studiare le varie dinastie islamiche che si sono succedute in Afghanistan, e dei sigilli di Mohenjo Daro del 3000 a.C. del Panjab, altro che ascoltare giornalisti in gambissima, che fanno la spola col Pakistan e l’Afghanistan e dei vari movimenti terroristici ne sanno più dei nostri governi, oppure l’ambasciatore India d’Afghanistan, che ha detto a marzo quello che il nostro governo sta “scoprendo” ora (l’ho visto proprio ieri su Uno Mattina di Rai 1, c’era un servizio sull’Afghanistan intitolato “Zafferano al posto dell’oppio“, guarda un po’), o alcuni amici pakistani, professori universitari a Londra, che hanno studiato nelle madrase di Lahore o Islamabad.

Vuoi mettere l’interesse di un ragazzo di 23 anni che studia Scienze internazionali per la dinastia ghaznavide del X secolo, e l’interesse per quello che sta succedendo adesso lì?

Che poi queste persone verrebbero gratis, fra l’altro, come piacere personale e per spirito di servizio: ma almeno il viaggio glielo vogliamo rimborsare, oppure anche questi soldi servono al Ministero della Difesa?
.



Commenti

  1. La cecità dei nostri politici è immensa. Non si sottraggono risorse alla cultura per destinarle a seppur nobili fini.

    Scritto da Alexis, 7 anni, 1 mese fa


  2. Non so se i fini di una guerra, benché dovuta, siano nobili (ricordiamo che l’Olanda si è già ritirata), ma certamente questo governo taglia in modo assolutamente scellerato i fondi della cultura e dell’educazione primaria e secondaria. E della tecnologia.

    Sta preparando un pessimo futuro all’Italia.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 1 mese fa


  3. Nobili fini una guerra?? ma che &%$£ dici Alexis!! Non ci sono i soldi per niente e non ci sono aule e molti corsi sono stati soppressi!!!

    Scritto da Giovanna, 7 anni, 1 mese fa


  4. C’è l’uno e l’altro Giovanna, la cultura, la scuola, le biblioteche e così via e le richieste NATO.

    Un nazione e uno stato non galleggiano nel vuoto, fanno parte di regioni (e ragioni) più ampie e fanno accordi e patti.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 1 mese fa


  5. l'Italia era mal messa prima…figuriamoci ora!lo trovo inconcepibile che i fondi vengano dati al Ministero della Difesa. no comment

    Scritto da sole, 7 anni, 1 mese fa


  6. è una prova indiretta, ma molto efficace, che la guerra in afghanistan costa moltissimo

    Scritto da diego b, 7 anni, 1 mese fa


  7. Sole, da pazzi scellerati, più che altro. E chi sa se la gente lo sa.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 1 mese fa


  8. Diego, in realtà le cifre dell'operazione, almeno quanto costa a noi, non sono note. Quelle reali senz'altro no (fra costi di spese militari, logistica, meeting, spese di visitors, anche i vertici al MAE, ecc.)

    Scritto da Alexis, 7 anni, 1 mese fa


  9. …infatti Alexis,quanto costa un esperto del MAE al giorno?un minimo di Eu 350 al giorno come spesa fissa, più onorario che è sempre intorno ai 9,000 Eu per due settimane (ovviamenti per paesi che non sono in guerra)!e quanti esperti saranno andati in Afghanistan avanti e indietro?

    Scritto da sole, 7 anni, 1 mese fa


  10. buon alexis, la è solo un'amara battuta, non ho certamente la competenza che tu ad esempio hai nello specifico, a quanto leggo

    Scritto da diego, 7 anni, 1 mese fa


  11. Sole, come dovresti sapere al MAE ci sono grandissime differenze di prezzi, a seconda di come sei entrato. Ci sono esperti pagati 85 Eu al giorno, ci sono quelli superpagati che vanno in missione e scrivono analisi (pochissimi), ci sono i militari che fanno la stessa cosa (ufficiali di carriera, quindi, con gli stipendi fissi ma probabilmente hanno un indennizzo per la missione in guerra, non saprei dire).

    Oppure i soliti. E se sono i soliti (non faccio nomi qui) prendono anche tantissimi soldi, del tipo centinaia di migliaia di euro, per cose marginali tipo conferenze che non portano a niente o molto poco.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 1 mese fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.