Afghanistan, Pakistan e la guerra dei media

torru gemelleIeri sera sono tornata da Torino, dove tengo un corso di storia dell’Afghanistan e del Pakistan per la laurea specialistica in Scienze Politiche, indirizzi “Asia” e “Diritti Umani”.

Non pensavo di trovare così tanti studenti interessati e interessanti – un paio di loro legge addirittura questo blog! – svegli, con gli occhi bene aperti sul mondo anche più lontano e un sincero interesse per la regione AfPak.

Come faccio sempre, comincio le lezioni con delle domande: perché siete qui, cosa vi aspettate di trovare, qual’è il vostro intresse specifico e così via.

E poi la domanda clou: cosa hanno portato gli attacchi dell’11 settembre 2001? Io credo che abbiano cambiato la concezione e la percezione del mondo: perché, secondo voi?

Di tutti gli studenti in aula, alcuni dei quali molto avanzati, uno addirittura ufficiale di carriera che lavora nella nostra intelligence di stanza in Afghanistan, il primo a parlare è stato un ragazzo che mi ha detto: “La cosa più importante che ha portato gli attentati, quella che ha cambiato la percezione del mondo, è stata l’attenzione dei media. Prima quelle regioni non le conosceva nessuno, ora sappiamo tutti dove sono e quello che accade“.

Sono rimasta senza parole: di tutto quello che è successo dopo, come conseguenza, in particolar modo la nuova concezione di (in)sicurezza internazionale, la minaccia globale del terrorismo e così via, non è stato detto niente. La cosa più importante è stata l’attenzione dei media!

Quando ho obbiettato che il “probema Afghanistan” esisteva da ben prima, dalla guerra contro l’invasione sovietica come minimo, il ragazzo e la sua vicina hanno ribattuto: “ma se non ne parlano i media, specie la televisione, tutto questo non esiste“.

Ecco, non sapevo da che parte cominciare: per dei ragazzi di 22-25 anni i media sono potenti al punto che se una cosa non la trattano loro nella percezione comune non esiste? E tutto quello che è successo prima del 2001 in Afghanistan non ha alcuna importanza, perché la televisione non ne ha parlato e la gente comune non lo conosceva?



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.