Lo scoop di Bred, il blogger che cattura il Mullah Omar

Mullah OmarGrande clamore internazionale. Ieri Bred, un blogger americano che lavorava nel Dipartimento per la sicurezza nazionale, dà la notizia che il Mullah Omar, il secondo di Bin Laden riconosciuto dai talebani come il capo di stato dell’Afghanistan e ricercato dai governi di mezzo mondo, è stato arrestato in un’operazione congiunta CIA e servizi segreti del Pakistan ed è detenuto in carcere a Karachi.

Ne danno notizia Russia Today, Pravda, Xinhua, l’agenzia ufficiale della Cina, World News, il famoso Big Government, che cita a testimone anche la televisione afghana, e altri.

Prudentemente la BBC traccia solo il profilo del Mullah Omar. Fino a che il Times of India rivela che un portavoce talebano nega la cattura.

A parte le accuse internazionali, specie talebane, che si tratti di una montatura della propaganda americana, la vicenda dimostra due cose: che i giornali copiano in abbondanza dai blogger; e che i 10 milioni di dollari messi in palio dal programma statunitense Rewards for Justice per chi lo cattura o chi dà informazioni utili alla cattura (anche per email, cliccate in alto a destra) non sono stati ancora erogati.
Se volete provarci.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.