I libri che si leggono

donna che legge di PicassoIeri leggevo la la classifica italiana dei libri più venduti nella settimana 18-25 giugno:

  • 1 La caccia al tesoro
    Andrea Camilleri (giallo)
  • 2 La breve seconda vita di Bree Tanner
    Stephenie Meyer (horror)
  • 3 Il fattore Scarpetta
    Patricia Cornwell (giallo)
  • 4 Cotto e mangiato
    Benedetta Parodi (ricette)
  • 5 Il palazzo della Mezzanotte
    Carlos Ruiz Zafòn (narrativa)
  • 6 Non esiste saggezza
    Gianrico Carofiglio (narrativa)
  • 7 Il libro delle anime
    Glenn Cooper (giallo)
  • 8 Skeleton Coast
    Clive Cussler e Jack Du Brul (dice narrativa, ma io dico giallo)
  • 9 L’ultima riga delle favole
    Massimo Gramellini (narrativa)
  • 10 Nel mare ci sono i coccodrilli
    Fabio Geda (narrativa)
  • Notavo che su dieci cinque sono gialli, quattro di narrativa e uno di ricette. Insomma, tutti leggono le storie, vere o inventate, meglio se dolorose o con qualche problema o mistero, qualche volta vagamente filosofiche o esistenziali, e se ci scappa il morto meglio ancora. Questo si legge in Italia, questo si compra.

    Ma la Storia, quella con la S maiuscola, quella che cambia il corso della vita di centinaia di migliaia di individui, quella rigorosamente passata, quella cercata fra documenti, archivi, interviste dei sopravvissuti se possibile, o reperti, immagini, rappresentazioni, testimonianze indirette, scaffali e biblioteche, si vende ancora? C’è qualcuno in Italia a cui interessa – a parte gli storici di professione, è ovvio?



    Commenti

    Comments are closed.


    L'autore del blog

    boh

    Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.