Medio Oriente, come ti faccio la guerra per riportare la pace

soldati israelianiLa marina israeliana assalta nella notte una nave turca della Freedom Flotilla con a bordo volontari delle ong internazionali diretti verso la Striscia per portare aiuti umanitari ai palestinesi. Nove turchi uccisi, fra le vittime molti arabi. (La Repubblica)

Timesonline informa che i sottomarini di Israele equipaggiati con missili cruise sono stati stazionati nel Golfo vicino alle coste iraniane come deterrente, ma sono pronti ad agire contro “chiunque vuole compiere qualcosa di male nel Golfo di Persia”.

Come si fa a rimanere indifferenti davanti agli enormi fatti successi? Come si fa a non biasimare la politica americana che appoggia Israele sempre e in ogni modo, grazie alle potenti lobby ebraiche al governo e nei centri della finanza e della cultura?

A scanso di equivoci, quello che penso l’ho detto in Note sull’antisemitismo, Hitler, Karl Haushofer, Mussolini e The New York Times.

Forse quando Obama faceva le sue dichiarazioni programmatiche, che avrebbe ricercato la pace in Medio Oriente in modo aggressivo, intendeva questo: fare la guerra anche ai pacifisti per portare la pace.



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.