La passione della Chiesa: Clergy Abuse database

pretiQuesti giorni sono impegnata anche più di prima della consegna del libro in questioni di cuore: salvare la vita alla mia sorellina maggiore, Charlie Manas.

Questo però è il mio contributo a una delle discussioni più dolorose e vergognose per la nostra cultura, quella sugli abusi sessuali della Chiesa cattolica. Lo faccio nella speranza che la chiesa si ripulisca un po’ perché, come dice un mio amico giapponese innamorato dell’Italia, noi beviamo il cattolicesimo insieme al latte materno. D’altronde, la Chiesa ha contribuito per millenni a forgiare a conservare la cultura del mondo occidentale e non è una voce che si possa mettere da parte.

Il Clergy Abuse è un database che contiene decine e decine di articoli sugli abusi sessuali perpetrati principalmente da preti e suore della Chiesa cattolica, ma anche da preti protestanti e rabbini ebrei.

E’ stato fatto da The Rick A. Ross Institute, un’organizzazione senza fini di lucro che studia culti e movimenti distruttivi o controversi con articoli tratti da riviste e giornali i più disparati nell’arco quattordici anni: dal Jewish Bulletin of Northern California (1° novembre 1996) al Newsweek (4 marzo 20002), il New York Times (9 aprile 2002) e il The Commercial Appeal di Memphis (8 aprile 2010).

Fonti, insoma, totalmente verificabili e di una certa autorevolezza.
Purtroppo gli articoli sono solo in lingua inglese ma forse è un bene, perché se fossero in tutte le maggiori lingue del mondo penso che il database sarebbe così grande da risultare impossibile da scaricare.

Enjoy!



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.