Il fresco profumo di libertà che si contrappone al puzzo del compromesso

donna nera che piangePer il ministro dell’Interno Roberto Maroni gli incidenti avvenuti ieri a Rosarno, il Calabria, dove centinaia di immigrati hanno distrutto auto in sosta e si sono scontrati con la polizia – apparentemente per protestare contro un’aggressione contro due extracomunitari – sono dovuti all’immigrazione clandestina. (Reuters Italia)

Ancora una volta si nota l’oscurantismo culturale, per dirla con un eufemismo, del nostro ministro. Che ha addirittura dichiarato che alla base ci sarebbe l’eccessiva tolleranza verso l’immigrazione clandestina.

Ma quanto siamo buoni noi! Tolleranti. Concediamo a questi uomini di lavorare per anni per 14 ore al giorno e li lasciamo vivere in capannoni dismessi senza le più elementari norme igieniche. Li trattiamo come carne da lavoro. E questo perché? Per la nostra ben nota tolleranza.

Delle due l’una: o in Italia non abbiamo bisogno di questi lavoratori illegali a bassissimo costo, e allora li rimandiamo a casa, oppure se lavorano qui devono farlo a condizioni pari degli italiani (non oso dire condizioni legali perché qui ormai di legale in Italia c’è rimasto ben poco).

Altro che tolleranza signor ministro, comodo!
E oltre al comodo, indifferenza, collusioni, contiguità, complicità con le organizzazioni transnazionali locali (leggi: mafia, camorra, ndrangheta, Sacra Corona Unita). Una classe politica che sa e tace. Un’amministrazione che sa e non fa niente.

Per rinfrescare la memoria del signor ministro e di noi tutti, riporto le parole di Paolo Borsellino pronunciate il 23 giugno 1992, alla commemorazione di Falcone organizzata dall’Agesci di Palermo, nella parrocchia di S. Ernesto, nel trigesimo della strage di Capaci. Chi ha orecchie da intendere, intenda:

La lotta alla mafia (primo problema da risolvere nella nostra terra, bellissima e disgraziata) non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale, anche religioso, che coinvolgesse tutti, che tutti abituasse a sentire la bellezza del fresco profumo di libertà che si contrappone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità.



Commenti

  1. Vergognoso!

    Scritto da Romano, 7 anni, 2 mesi fa


  2. Le parole di Maroni non sono che la ciliegina su di una torta già preparata dall’informazione. Solo dopo 24 ore iniziano a dire che la protesta nasce dopo che hanno sparato ad alcuni di loro. Però lo fanno sottolineando il numero e la tipologia dei feriti ’bianchi’.

    Il guaio è che si da sempre voce a chi certe realtà non le vive quotidianamente.

    Non giustifico la violenza, però capisco chi diventa violento dopo aver subito innumerevoli violenze, in cui quelle fisiche sono solo la punta di un iceberg.

    Pace e benedizione.

    Julo d.

    Scritto da Julo d., 7 anni, 2 mesi fa


  3. Romano, concordo.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  4. Julo, a PG, città dove ho vissuto qualche anno, e a Roma, dove ho vissuto più di qualche anno, sono moltissimi i neri che vivono in 15-20 in scantinati senza bagni, solo con un buco che va alla fognatura, senza permesso di abitabilità, senza cucina con solo un fornello a gas, ammassati su materassi per terra. Senza finestre. Questo è quello che ho visto io. E gli chiedono 150 Eu a testa di affitto!

    Quando ho domandato a un affittuario con che coraggio lo faceva, la risposta è stata "tanto ci sono abituati"!

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  5. Non solo a Perugia o a Roma, basta fare un viaggetto nel Nord-Est. Pace e benedizione Julo d.

    Scritto da julo d., 7 anni, 2 mesi fa


  6. julo, non ci posso credere. Saranno casi isolati. A Roma sono moltissimi invece, e a Napoli anche di più.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  7. speriamo che questi fatti, magari quando il polverone s’è abbassato, permettano di far conoscere a tutti l’abominevole situazione in cui devono vivere queste persone, questi esseri umani; mi fa ribrezzo il razzismo che colgo in molti, che magari hanno pietà per le aragoste sul ghiaccio della pescheria

    ma come fanno a non capire che sono uomini, non animali, queste persone? addirittura, voglio scriverlo, penso che molti benpensanti magari tratterebbero meglio sicuramente il proprio cane (sia chiaro: non critico chi ama gli animali, anzi è una cosa bellissima, ma scrivo il paradosso per spiegarmi meglio)

    sono d’accordo con julo in tutto

    Scritto da diego, 7 anni, 2 mesi fa


  8. diego, non si tratta di meglio o peggio fra uomini e animali: ambedue hanno uguale dignità e ambedue meritano rispetto. Non è una gara.
    Oltre tutto, di ambedue la terra e gli altri esseri umani hanno bisogno.

    Ma chi ti dice che la gente che piange per le aragoste in pescheria poi, alla prima malattia del cane, non pratichi l\’\"eutanasia\"? Sai che molti veteriniari si sono uniti in un\’associazione *conto* l\’eutanasia perché hanno detto che viene praticata in stragrande maggioranza per comodo?

    E chi ti dice che questa gente che tratta delle persone così poi tratti meglio gli animali? Sono parole, Diego, vorrei vedere nei fatti.

    Perché come diceva qualcuno, e sottoscrivo in pieno, lo stile non cambia mai (chiamalo carattere, chiamalo quello che vuoi).

    La cosa che davvero mi sconvolge è come un ministro dello stato dica certe cose, sinceramente! Dovrebbe essere meglio di me e di te. O no?

    O per lo meno dovrebbe stare attento a quello che dice!

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  9. senza dubbio non tutti quelli che sfoggiano un cane ben nutrito e pettinato poi lo amano davvero, bensì lo usano, ma chiaramente questo argomento diverge dal tema, drammatico, da te evidenziato, ed io ho solo usato un paradosso allo scopo d’esprimere (magari anche male) il mio sdegno personale

    il problema è che ormai molti politici dicono quel che pensano piaccia ai propri elettori, qualunque mostruosità sia

    Scritto da diego, 7 anni, 2 mesi fa


  10. quindi dici che le dichiarazioni di Maroni sono fatte per la Lega? Ma lui è il ministro di tutti, o no?

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  11. Boh: Bella la foto. Chiaro il riferimento. Un po’ tirato per i capelli l’aggancio con Borsellino (ci potevamo mettere anche altre cose allora, anche il discorso della Montagna di Cristo), ma chiaro il concetto.

    Maroni parla ai suoi elettori: che dovrebbe dire? Viva le sparatorie?

    Ci sono altri episodi, molto meno proni alla lacrima facile verso l’immigrato (altrettanto ingisutificabile) come l’omicio di Saana, la ragazza 18-enne marocchina uccisa dal padre–cuoco–a Pordenone perchè frequentava un Italiano. Il fidanzato nel tentare di difenderla si prese coltellate a ripetizione, e quasi viene ucciso: il PM sta derubricando questo reato a lesioni. (Lesioni?)
    Cliccare sul link al mio sito (qui) per i dettagli.

    Queste cose non hanno legami con lo sfruttamente "mafioso" degli immigrati.
    Quindi forse si intende questo, quando si parla di "tolleranza eccessiva".
    O no?

    Comunque, come facciamo a tollerare che poveri immigrati vengano sfruttati per un euro di paga al giorno? E’ corretto? Facciamo qualcosa noi benpensanti non leghisti, beneducati e colti? Non mi pare.

    Al di là delle belle foto e del principio di perseguire i valori astratti, non andiamo.
    Non siamo un po’ ipocriti?
    Mi ci metto dentro, sia chiaro.

    Scritto da Stefano / The Catcher, 7 anni, 2 mesi fa


  12. Caro Stefano, cosa vuoi che facciamo? Ho amici neri da sempre, da quando ero ragazzina, che sono amici ancora adesso, ho fatto 1000 cose con loro, ci siamo aiutati a vicenda.

    Il resto è una politica attiva che non pratico più. Ora faccio altro, e lotto con altro. O dico come la penso.

    Penso che la responsabilità sia sempre adeguata, come è il soldato gli si dà il moschetto diceva la mia nonna.

    Ma tutto questo è OT, e Maroni non è ministro *per* la Lega, ma per tutti. Pagato da tutti. Non è più soltanto un uomo di partito, è un ministro della Repubblica.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  13. comunque, buon stefano, anche accennare alla questione in questo blog autorevole e seguito, è già qualcosa (per capirsi, la nostra ospite potrebbe tranquillamente scrivere "solo" d’oriente o di ricette, e invece si espone, con nome e cognome tra l’altro)

    non è molto, ma è gia un poco più che il niente

    comunque la tua esortazione ad evitare il puro ed innocuo lamento, è giusta, sia chiaro

    per il ministro che dovrebbe, quando ricopre una carica così importante per lo stato, essere appunto uomo di stato, cara boh tu ti rifai ad un senso etico delle istituzioni che dovrebbe essere nel corredo "genetico" degli uomini di stato, ma, ahimè, non è così

    Scritto da diego, 7 anni, 2 mesi fa


  14. diego, sì, quando parlo di cose in cui credo fermamente mi espongo. E so di farlo, come so che a molti non piace che lo faccia.

    Ma non ho il complesso di Cristo, che muore sulla croce per tutti. E’ una piccola cosa, è solo quello che è. Ma, visto il numero dei lettori che viene qui, soprattutto da Google, ha un suo piccolo peso. E ti ringrazio di averlo sottolineato.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  15. ps inoltre penso che quello che possiamo fare noi sia nel quotidiano. Per fare altro dovremmo essere dei politici.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  16. Onestamente, non concordo. Politica l’ho fatta anche io, a livello regionale, e il mio appunto è più preciso e circostanziale.
    Oltre alle situazioni indicate, che tolleriamo da sempre e che -faccio notate–ho detto che sono ingiuste verso costoro, ci sono anche altri immigrati, meno compiacenti con le regole del convivere che vittime non sono proprio.

    Esiste ad esempio, il problema della cultura musulmana che considera, nel privato e nel pubblico, la donna un oggetto di uso (tu stessa Enrica, mi appuntavi per la mia troppa ingenuità verso la condizione femminile e la cultura araba proprio qua quando parlavo di Andalusia).

    Maroni si riferisce anche a questo, voglio sperare. E se non ci si riferisce lui, mi ci riferisco io.
    Che sia un ministro di tutti è vero, che abbia una ideologia sua mi sembra noto e non ci vedo nulla di strano. Per un ministro degli interni che "dica cose di sinistra", attendiamo una campagna elettorale della sinistra, una che scenda nel pratico.
    Nel frattempo ci becchiamo queste cose.

    Forse Enrica dovresti riattivarti nella politica, e dare un contributo a questo piattume senza valori e senza cosiddetti. Forse dovremmo farlo tutti e smetterla di stare a guardare e … basta.

    Vorrei finire con un altro appunto, ma questo è un altro argomento, che vorrei inquadrare in un contesto generale, cioè non specifico di Orientalia4all.
    Leggo spesso nei blog "grazie alla cortese ospitalità del blog, del blogger, della blogger etc". Lo leggo su questo e altri siti.
    Concordo sulla ospitalità cortese, specialmente qua.
    Ma esiste in Italia il diritto di replica e di parola, in particolare nei blog. Non è una concessione di chi scrive o apre un blog lasciar rispondere.

    Trovo molto italiano voler sempre ringraziare per quelli che si chiamano "diritti naturali": il diritto di parola, o di avere opinioni diverse, e di esprimerle nei contesti pubblici, e trovo strano ringraziare perchè non vengono censurate.

    E’ solo una mia impressione?

    Scritto da Stefano / The Catcher, 7 anni, 2 mesi fa


  17. certo, stefano, certi aspetti della cultura islamica sono un problema, e non possiamo risolverli con un generico "rispetto" della cultura altri, quando vi sono elementi che confliggono con il nostro senso dei diritti umani

    però i gravi fatti di cui anche scrivi nel tuo interessante blog, non li vedo tanto contingui a ciò che accade a rosarno, nel senso che quel che accade lì, è causato da elementi distorti del "nostro" mondo, cioè lo sfruttamento della manodopera, insomma non colgo (magari per mia incapacità d’analisi) il nesso

    sulla questione del ringraziare, caro stefano, penso che sia solo questione di buone maniere, una forma di educazione, niente di "profondo" insomma

    e poi io penso, se io scrivo un commento, un’opinione ad esempio sul tuo ottimo blog, in qualche modo "appoggio" il mio pensiero all’autorevolezza del tuo, uso la "base di affidabilità" da te creata

    e questo ci accade anche qui

    naturalmente uno stile troppo salameleccoso è da evitare, e hai ragione, ma non è, a mio modesto avviso, quistione importante

    Scritto da diego, 7 anni, 2 mesi fa


  18. Stefano, solo una notazione (ne avrei tante): qualcuno, fra cui il gentilissimo Diego, ringraziano di poter parlare liberamente. Cioè anche quando dissentono. Che non è un diritto necessariamente di diritto ovunque: tant’è che la maggior parte dei blogger più noti taglia a manetta i commenti di chi non la pensa come lui/lei.

    Non c’è diritto in un blog. Un blog è come una casa privata, non è un suolo pubblico, non riceve fondi pubblici e non è una testata, neanche per legge. E io a casa mia faccio entrare chi voglio, e se si comporta male lo invito a uscire.

    Solo da poco, purtroppo, ho deciso di eliminare i commenti di troll, cioè solo e puramente provocatori. Avrei dovuto farlo molto prima.
    Perché di gente che provoca per mettersi in mostra ce n’è tanta!

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  19. ps Marni ha le sue idee ed è sel suo partito, ma ora è un ministro dello Stato, cioè di tutti. Non scordiamolo.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  20. diego, sull’autorevolezza, è vero anche il contrario: una persona "autorevole" scrivendo un commento in un blog sconosciuto lo riconosce, lo rafforza.

    Comunque grazie della tua superficiale buona educazione!:) Che non è solo superficiale.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  21. Ha ragione Maroni, troppa tolleranza….
    Si tollera che si faccia lavorare la gente in nero,
    Si tollera che si sfrutti la mancanza di alloggi,
    Si tollera il lavoro senza sicurezza,
    Si tollera l’abuso edilizizio e di potere…

    Anche io ringrazio Orientalia dell’ospitalità che come lei ricorda in un blog non è affatto dovuta.

    Scritto da Vera, 7 anni, 2 mesi fa


  22. D’accordo con Vera, ma un quesito si pone però: se si votano le amministrazioni e chi è addetto a fare in modo che ciò non dovrebbe essere tollerato, il cittadino più di questo non può fare, o meglio: aspetta altri quattro cinque anni per andare di nuovo a votare, e rivedere probabilmente lo stesso copione, oppure, invece di andare a fare shopping si va sotto al Comune, Regione o all’autorità preposta e dire: “signori siccome ci sono queste tolleranze negative, dimettetevi. Ma la legge che prescrive le dimissioni immediate se avvengono queste tolleranze negative a me pare che non ci siano (forse Maroni potrebbe provvedere). Può darsi che le autorità locali e non, al pensiero di perdere il loro lauto stipendio, dopo tre giorni imporrebbero la legalità.

    Scritto da q.e., 7 anni, 2 mesi fa


  23. Forse sono troppo caustico o critico ma vedo l'ennesima dimostrazione dell'assenza dello Stato e della connivenza sull'immigrazione clandestina. Ha troppe responsabilità per tirarsi fuori semplicemente con "eccesso di tolleranza". Ho scritto qualcosa anche io e ho collegato questo tuo contributo. Un abbraccio, A.

    Scritto da ArMyZ, 7 anni, 2 mesi fa


  24. Grazie di leggermi Vera! Non sapevo neanche che mi consocessi..:) Io ti leggo da molto, tu e Terre Alte avete due bellissimi blog.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  25. q.e., mi spiace intromettermi ma non ce li vedo i nostri politici o amministratori a dimettersi. L'ha fatto Marrazzo ma c'erano cose grossissime in ballo e penso gli sia stato chiesto dallo stesso partito. Altrimenti figurati, la metà dei nostri parlamentari dovrebbe dimettersi.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


  26. ArMyZ sì non basta addossare la colpa agli altri e dirsi: è perché siamo stati troppo buoni noi. Non basta proprio.

    E mi pare che la legge Bossi-Fini si stia dimostrando un fallimento.

    Scritto da Boh/Orientalia4All, 7 anni, 2 mesi fa


Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.