Per chi crede nella via del Buddha: reliquie in tour

Dalai LamaFra pochi giorni a Bologna Milano e Pavia saranno in esposizione le reliquie di Buddha Sakyamnuni, cioè il Buddha storico che conosciamo, e di alcuni suoi discepoli che hanno raggiunto l’Illuminazione.

E’ un evento eccezionale non solo per chi crede, ma anche per chi studia il buddhismo ed è curioso di usi e riti.

La visita è anche un’ottima occasione per godere del buon influsso delle persone positive che ci hanno preceduto, perché è sempre meglio stare vicino a esseri buoni che non ci sono più, piùttosto che a persone viventi di bassa lega.

Questo è il calendario. L’esposizione è gratuita ma sappiate che, se farete un’offerta, questa andrà per la costruzione di ospedale pubblico di livello internazionale a Bodhgaya, nel Bihar, il luogo dove Buddha ottenne l’Illuminazione.

I soldi serviranno anche per l’ampliamento della scuola Universal Education del Maitreya Project, che offre istruzione gratuita a 350 studenti. Materie insegnate: hindi, inglese, sanscrito, scienze sociali, educazione fisica e sanitaria, arte, musica e teatro, matematica, scienze e tecnologia, medicina naturale e sostenibilità ambientale.

Serviranno poi per la costruzione di una statua di bronzo di Buddha alta 152 metri, insieme a templi aperti al pubblico, sale espositive, un museo, una biblioteca, un teatro audiovisivo e servizi di accoglienza, il tutto circondato da un parco dotato di padiglioni per la meditazione.

Insomma, si vuole far rinascere il buddhismo in India, sua patria originaria, innanzi tutto facendo del bene alla gente. Che poi è il succo dell’insegnamento del Buddha: stare bene e fare stare bene gli altri.

Molti maestri buddhisti viventi di diverse tradizioni e provenienza, tra cui Burma, Indonesia, Thailandia, Tibet e Taiwan, hanno donato le reliquie che saranno collocate nel Santuario del cuore della statua del Maitreya Project, comprese le reliquie di Buddha Shakyamuni, offerte da Sua Santità il Dalai Lama.

Le reliquie comprendono formazioni cristalline simili a perle e frammenti di ossa raccolti dalle ceneri dei maestri spirituali dopo la loro cremazione.

Alcune delle reliquie sono state recuperate in Tibet dalle statue in cui erano state custodite per migliaia di anni prima dell’occupazione comunista del 1959; altre reliquie sono state donate da musei e monasteri. Lama Zopa Rinpoce ha verificato con cura la loro autenticità prima di autorizzarne l’esposizione.

Le esposizioni del tour delle reliquie del Santuario del cuore sono aperte al pubblico e sono gratuite, dando a tutti la rara opportunità di trovarsi alla presenza di tali oggetti sacri dal valore inestimabile (Maitreya Project).



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.