Il Gad in acqua

Gad LernerLeggendo il tuo blog ho fatto un salto. Gad, mi sai dire che c’entri tu con il vino, anche se lo produci, ché gli dedichi un’intera categoria?

Io invece ti associo all’acqua, e precisamente all’acqua gelida e non proprio linda della piscina Cozzi, in Viale Tunisia, qui a Milano. Una piscina stupenda, vasca di 30 metri e ottima architettura fascista, ma l’acqua… L’acqua nel 2005 era semplicemente da colera congestionato, gelida e giallognola, non so se da urina o da varechina versata lì a vagonate.

Io te ci siamo incrociati. Non ho il mito dell’uomo TV, anzi, ma ti avrei sempre voluto conoscere. Il motivo è semplice: ti ho sempre ammirato per l’intelligenza brillante con cui parli, ti muovi, intervisti, che sprizza da tutti i pori della tua pelle e dagli occhi brillanti. Sì lo so, sarà infantile ma mi affascini. E poi adoro la tua schiettezza, altra suprema qualità, senza pose e senza contorsionismi mentali. Insomma, quando ti sento parlare mi diverto tantissimo. E divertire come fai tu è l’altra grande qualità che deve avere un uomo.

Quindi vorrei sapere: hai poi imparato a nuotare? Io e te avevamo lo stesso meraviglioso maestro, un campione di triathlon, uno che in sole tre lezioni collettive ha saputo darmi così tanta fiducia da farmi vincere la mia connaturata ritrosia e diffidenza per l’acqua e insegnarmi a nuotare (bene, sic dicunt).

Tu prendevi lezioni private e, casomai non lo sapessi, eri motivo di grande orgoglio per lui. Diceva che capivi al volo. Avrei voluto prendere qualche lezione privata, prima o dopo di te, solo per conoscerti, ma un attacco feroce di sinusite, che è durato oltre un mese, mi ha costretto a letto. Ho abbandonato le lezioni per quell’inverno (e per sempre). Così ci siamo persi.

Ma tu hai imparato a nuotare?



Commenti

Comments are closed.


L'autore del blog

boh

Questo è il blog di Enrica Garzilli, specialista di indologia e di studi asiatici e docente di Storia del Pakistan e dell'Afghanistan presso il Dip. di Studi Politici dell'Università degli Studi di Torino.